«Bruciate i libri». I Forconi contro la libreria Ubik - Savona

Attualità Savona Libreria Ubik Mercoledì 11 dicembre 2013

«Bruciate i libri». I Forconi contro la libreria Ubik

I librai della libreria Ubik
© Libreria Ubik Savona / Facebook.com

Savona - «Chiudete la libreria!! Bruciate i libri!!». Queste frasi sono state urlate nel pomeriggio di ieri, martedì 10 dicembre, in pieno centro a Savona.

A pronunciarle, rivolte ai commessi della Libreria Ubik, alcuni manifestanti della protesta dei Forconi che in questi giorni sta paralizzando la città anche con «comportamenti che danneggiano o impediscono la vita quotidiana dei savonesi senza alcun rispetto per le regole, per le libertà e per i diritti dei cittadini», per usare le parole del sindaco Federico Berruti: «questo non c'entra nulla con la nostra tradizione democratica».

«La frase Bruciate i libri!! fa venire i brividi» commenta Stefano Milano, titolare della libreria Ubik che dal 2007 è uno dei punti di riferimento del dibattito culturale savonese: «speriamo che la protesta si affranchi da chi pare la stia strumentalizzando e orientando in modo violento e quasi eversivo, in stile fascista». E ai ragazzi che hanno pronunciato quella frase inquietante, dedica la foto dell'ultimo rogo di libri voluto da Hitler nel 1933 (vedi immagine in basso) e dei versi di Bertold Brecht (vedi box a lato), con un invito pacifico: «Meditate...».

Sul web, intanto, è partita la mobilitazione a sostegno della libreria savonese: la pagina Facebook della Ubik è stata inondata di messaggi di solidarietà e i commessi ci hanno messo la faccia postando una foto con una scritta emblematica: «Qui non si bruciano libri!!!».

Scopri cosa fare oggi a Savona consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Savona.