Weekend Savona Lunedì 11 luglio 2011

Spiagge libere: da Bergeggi a Varigotti, da Noli a Pietra Ligure, ecco dove prendere il sole gratis

MENTELOCALE VINTAGE: Vi riproponiamo questo articolo del 2011: un viaggio alla scoperta delle spiagge libere nel savonese.

Ricordiamo che è un articolo "Vintage" quindi non aggiornato al 2017. Per segnalarci novità, o altri posti dove è possibile prendere il sole e farsi un bagno in mare senza pagare, scrivete a redazione@mentelocale.it

Genova - Prendere il sole gratis nel savonese non sempre è facile, ma è comunque possibile, nonostante i molti (troppi) stabilimenti balneari che occupano il litorale, caratterizzato da spiagge sabbiose (soprattutto nel ponente e a Savona), o da arenili più ghiaiosi e scogliosi nel levante.

Partendo dal ponente della provincia, il comune di Andora offre un’ampia scelta di spiagge libere, tra le quali la più grande è la libera attrezzata gestita da AMA (Azienda Multiservizi Andora), situata nei pressi dell’ex colonia di Asti e dotata anche di un campo di beach volley. A questa si aggiungono la libera vicino all’ex colonia marina di Milano e altre piccole aree dislocate lungo la passeggiata.
Chi preferisce maggiore comfort può trovare ancora le spiagge libere attrezzate Bagni Nostromo e Bagni Sciabecco, la prima presso il molo, la seconda in zona porto.

Anche Laigueglia è dotata di diversi spazi liberi: la spiaggia compresa tra il molo e il torrione saraceno, più centrale e quindi affollata; la zona di fronte allo scoglio della Tontonara, dopo i Bagni Capo Mele; la spiaggia libera dopo la discoteca La Suerte, con accesso anche ai cani; infine la spiaggia al confine con Alassio che è la più ampia e sabbiosa.
Più complicato, invece, è accedere alla spiaggia nella cittadina di Miss Muretto, dove il susseguirsi di cabine impedisce spesso anche la vista del mare dalla passeggiata. I più fortunati e mattinieri possono trovare un po’ di spazio nei corridoi che separano i vari stabilimenti privati, altrimenti è meglio abbandonare il centro e proseguire verso la marina di Alassio dove si trova l'unica spiaggia libera, con sabbia bianca, acqua limpida e scuola di vela affianco.

La città di Albenga è dotata di un arenile di ciottoli, meno turistica, ma allo stesso tempo accessibile in quanto a spiagge libere: nei pressi del fiume Centa si trova infatti una grande area libera, dotata però di numerosi servizi accessori come il noleggio di kayak e di piccole imbarcazioni, mentre in zona Vadino è possibile fare il bagno di fronte all’immagine suggestiva dell’Isola Gallinara.

Rimanendo nella zona dell’albenganese, Ceriale presenta tre grandi spiagge libere e la libera attrezzata Acque basse, sul lungomare. Mentre Borghetto Santo Spirito è dotata di una spiaggia libera ampia, ma decentrata, situata sul lungomare Tobagi in direzione porto turistico.

Località più turistica, Loano presenta le stesse problematiche di Alassio: poche aree libere tra i moli, ma piuttosto congestionate. L’unica soluzione sono le spiagge libere attrezzate che si trovano lungo il litorale.
Differente è invece la situazione a Pietra Ligure che dispone di tre aree totalmente libere e ben tre spiagge libere attrezzate nelle quali è consentito l’ingresso a cani di piccola e grande taglia: una presso il passaggio a livello, una in località Leonessa e l’ultima presso l’ex colonia.
Libero è anche il tratto al confine con Borgio Verezzi, il cui centro offre anche un piccolo tratto libero dotato di docce.

Anche il finalese presenta un'ampia scelta di aree gratuite, a partire dal rione di Finalpia dove lo spazio è piuttosto limitato, ma permette maggiore tranquillità, mentre il centro di Finale Ligure offre più scelta con la spiaggia Dei Neri e la quella Dei Bianchi (su lungomare Migliorini).
Nella zona della stazione ferroviaria si trova invece una spiaggia libera attrezzata con servizi igienici, docce e salvataggio gestiti dal Comune, e un'altra completamente libera in cui è consentito l'accesso agli animali domestici. Infine è possibile trovare degli spazi nel tratto di Capo San Donato che, oltre alla bellezza del fondale, offre anche la visuale caratteristica del Castelletto situato sulla roccia.

Una menzione particolare va fatta senza dubbio alla località Varigotti, il cui centro cittadino presenta diverse spiagge libere dislocate tra i vari stabilimenti balneari, oltre alla libera attrezzata gestita dal Comune e dalla Polisportiva del Finale e al Centro Nautico Sportivo. Oltre il molo è possibile raggiungere a nuoto la spiaggetta di Punta Crena che offre una splendida vista a distanza del borgo antico.
Varigotti è famosa, non solo perché frequentata da Michelle Hunziker, ma soprattutto per la splendida Baia dei Saraceni, con il suo arenile sassoso e gli scogli che consentono di tuffarsi in un mare limpido e cristallino, e per la spiaggia del Malpasso delimitata dalla galleria di Varigotti e gli scogli di Capo Noli: 300 metri di spiaggia libera e inviolata dall'urbanizzazione un tempo meta di campeggiatori, attività oggi vietata. Il Comune ha istituito una spiaggia libera organizzata al fine di regolare gli ingressi in questo tratto dove è possibile godere in pieno della bellezza della natura, uno dei pochi in tutta la provincia savonese.

Tra Noli e l'isola di Bergeggi si trovano ancora alcuni tratti di spiaggia libera: a Noli, uno dei borghi più belli d'Italia, ha la spiaggia dei pescatori, con arenile sassoso e dotata di doccia; verso Spotorno, invece, si incontra subito la libera attrezzata Serra e la spiaggia libera a punta Sant'Antonio, mentre al confine con Bergeggi la libera ex ponte San Pietro e, con servizi a pagamento, la libera attrezzata del Merello. Poche spiagge libere invece si trovano a Bergeggi, con il tratto della sla Cuae de ma, e la libera al confine con il porto di Vado. Caratteristica è invece la caletta situata sulla curva di Torre del Mare, alla quale si accede dalle scalette situate direttamente sulla strada.

Superata Vado Ligure, dotata di diversi tratti di spiagge libere non particolarmente belle, ma comunque poco affollate, si raggiunge Savona che presenta diverse possibilità di arenili sabbiosi: a partire dall'estremo ponente si incontrano ben quattro spiagge libere per circa un chilometro in località Zinola, e la spiaggia della Natarella (via Nizza), Bandiera Blu nel 2010 per il nono anno consecutivo, che si estende per un chilometro e mezzo con due zone libere.
Più vicina al centro di Savona è invece la spiaggia delle Fornaci, anch'essa Bandiera Blu, con l'area dello Scaletto che è totalmente libera e offre il servizio di accompagnamento per i disabili. Infine si possono trovare alcuni tratti liberi tra gli stabilimenti dei giardini del Prolungamento: alla foce del torrente Letimbro e sotto la Fortezza del Priamar.

Chi preferisce un ambiente più turistico può dotarsi di bicicletta o di un biglietto dell'autobus e spingersi verso le Albisole, dove è piuttosto difficile trovare parcheggio. Si parte dalla zona della Margonara dove, subito dopo la galleria che delimita il confine tra Savona e Albissola Marina, si può accedere alla spiaggia della Madonnetta: una lingua di sabbia con la visuale dello storico scoglio dal quale ancora oggi è possibile tuffarsi in un mare limpido e pulito, nonostante la vicina presenza del porto.
Lungo la Passeggiata degli Artisti si trovano dei piccoli spazi liberi tra gli stabilimenti, purtroppo molto spesso affollati, ma è comunque possibile trovare uno posto nella spiaggia libera attrezzata La Flaca, alla foce del torrente Sansobbia.

Attraversando il ponte si giunge ad Albisola Superiore dove si incontrano la libera comunale attrezzata Zero 11, in località piazza chiesa, con sabbia e ghiaia a riva. Sempre lungo la passeggiata una grande scalinata porta alla spiaggia libera La Cupola, vicina all'omonimo chiosco e attrezzata di docce e servizi igienici.
Infine la libera Angelo Azzurro, dopo i bagni Ultima Spiaggia, una spiaggetta con sabbia e scogli a fior d'acqua, ideale per la pesca, dotata di docce e servizi e comoda per la presenza del chiosco dove è possibile pranzare.

Concludono il percorso delle spiagge savonesi i Comuni di Celle e Varazze, località certamente più turistiche, ma anche maggiormente congestionate dall'afflusso dei turisti, specialmente nel fine settimana.
Celle Ligure non offre molte aree libere, a eccezione dei pochi corridoi tra uno stabilimento e l'altro, ma è possibile usufruire dei servizi delle libere attrezzate gestite da La Nueva Flaca, una situata a ponente, all'inizio della cittadina, l'altra più ampia in località Piani. Caratteristica è invece la caletta tra Celle e la marina di Varazze, nei pressi dell'ex colonia di Milano, alla quale si accede da una scaletta sul lungomare Pertini.

A Varazze, infine, si riscontrano gli stessi problemi dei comuni del ponente: poco spazio libero e stabilimenti costosi. Per prendere il sole liberamente, a eccezione delle sla comunali nei pressi del torrente Teiro, è consigliabile sistemare il proprio asciugamano sugli scogli nei pressi della discoteca Nautilus, in direzione Cogoleto.
Abbronzarsi scomodamente o a caro prezzo, questo è purtroppo un aspetto riscontrabile in varie zone dalla Liguria, Savona compresa.

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Hereditary Le radici del male Di Ari Aster Horror U.S.A., 2018 Quando l’anziana Ellen muore, i suoi familiari cominciano lentamente a scoprire una serie di segreti oscuri e terrificanti sulla loro famiglia che li obbligherà ad affrontare il tragico destino che sembrano aver ereditato. Guarda la scheda del film