Concerti Savona Lunedì 7 febbraio 2011

Danila Satragno: «vi insegno a cantare»

Altre foto

Genova - Tre tournée come corista di Fabrizio De Andrè. L'apertura di un concerto di Malcolm Waldron, l'accompagnatore di Billie Holiday che le ha concesso poi l'incisione di un disco. Vocal coach di artisti affermati come Ornella Vanoni, Roby Facchinetti dei Pooh, o ultimamente di nuove star della musica italiana come Giuliano Sangiorgi dei Negramaro.
Danila Satragno è tutte queste cose e anche di più.

Nata in una famiglia di musicisti, il nonno era direttore d'orchestra e il papà pianista jazz, la via della musica era un percorso un po' obbligato: «mia mamma mi ha sempre detto che ho iniziato prima a cantare le melodie che sentivo in tv e poi a parlare», racconta.
Una grande passione per la musica jazz, consolidata attraverso la collaborazione con il jazzista Riccardo Zegna con cui incide nel 1988 Jazz in Italy, la porta anche ad indagare altri campi come il canto. Questa vocazione la fa partecipare nel 1990 ad un seminario che vede come personaggio principale il pianista e compositore jazz Malcolm Waldron. Il concorso interno la vede vincitrice e viene così premiata con un'esibizione d'apertura nel concerto del pianista. Come regalo per la sua bravura, l'artista statunitense le fa incidere un disco Magic night.

Da lì in poi tanto lavoro e la collaborazione con uno dei cantautori più rappresentativi della scena italiana, Fabrizio De Andrè. Quando le chiedo di raccontarmi qualcosa di questa esperienza risponde così: «fantastica. Dopo uno spettacolo allo Smeraldo, tramite un mio agente, mi hanno informato del fatto che avevano bisogno di una corista per Fabrizio. Mi hanno domandato se sapevo suonare il piano, e ho detto di sì. Le percussioni, e ho risposto ancora di sì. E quando mi hanno chiesto se sapevo suonare anche la fisarmonica, ho risposto che avrei imparato. È iniziato tutto così. Poi da lì tre tournée e i dischi, fino alla fine della sua vita».

La passione per la musica è qualcosa che viene dal cuore e c'è chi trova nel trasmetterla agli altri una seconda vocazione, quella dell'insegnamento.
È sicuramente il caso di Danila Satragno, che ha scoperto nel lavoro di vocal coach per artisti affermati ma anche giovani cantautori, una passione pari a quella per la musica con esibizioni in prima persona. Per fare qualche nome di chi ha usufruito dei suoi insegnamenti, ricordiamo Ornella Vanoni, Roby Facchinetti dei Pooh, Giuliano Sangiorgi dei Negramaro, il cantante dei Finley Pedro e Karima, una delle voci femminili più belle degli ultimi anni, nonché già concorrente di Amici.

Con il reality di Maria De Filippi ora è impegnata a seguire la concorrente Annalisa Scarrone, con la quale condivide il luogo d'origine: Danila è di Cairo Montenotte, Annalisa di Carcare. «Vivo a Milano da molti anni ormai e per il mio lavoro devo girare molto anche all'estero» spiega, «ma è la Liguria quella che chiamo casa».

Collaborare con diversi artisti ti porta ad avere un legame particolare con ognuno ma la persona con la quale ha un rapporto più intimo, che è diventata anche una vera e propria amica, è Ornella Vanoni: «ci siamo aiutate a vicenda. Lei è stata la mia life coach e io la sua vocal coach. Ci sentiamo quasi tutti i gironi e siamo diventate amiche, è una persona dalla quale ho imparato moltissimo».
Ma la sua missione in favore della musica e dell'arte non si conclude qui. Danila Satragno è infatti anche direttrice artistica della Scuola dei cantautori di Genova di Luca Bizzarri: «io e Luca stiamo cercando di realizzare un bel progetto che cerca di dare una mano a tutti quei cantautori che hanno bisogno di un supporto da parte di professionisti del settore. È un'esperienza bellissima perché puoi lavorare con persone fresche che non sono già costruite: parti da zero con loro, in un percorso artistico che li può portare lontano. È una battaglia non da poco, visto che nessuno vuole investire nei cantautori, sono molto più difficili da inserire in un contesto commerciale, sono molto meno business. Ci credo molto in questo progetto e lo porterò avanti fino in fondo».

Questa determinazione l'ha portata a coniare un metodo d'insegnamento che ora è diventato anche un libro. Dal primo febbraio è in libreria Voglio cantare (Sperling & Kupfer, 2011, 256 pp, 19 Eu), un libro più dvd che contiene il suo metodo Vocal Care, sperimentato in tanti anni di lezioni con gli artisti più diversi.
«È un metodo che è studiato apposta per la musica moderna» dice: «attraverso degli esercizi muscolari si mantiene la voce originale, senza cambiarne la tonalità. Quello che rende bella una voce infatti è la sua unicità, quello che la distingue dalle altre. Le sonorità danno anche la dimensione e la funzione di quello che si vuole dire. Sono consigli comunque che si possono utilizzare anche nella vita quotidiana di tutti i giorni: a volte si viene fraintesi quando si cerca di dire qualcosa, e gestire le proprie emozioni è alla base di una comunicazione chiara e ben riuscita. A completare questo metodo ci sono poi la nutrizionista Gigliola Braga e il foniatra Franco Fussi».

Un'ultima curiosità su questa artista savonese riguarda la tecnologia. Quale mezzo migliore infatti per far arrivare a più persone possibili i propri insegnamenti se non attraverso un'applicazione per iPad e iPod? Si chiama Voice Tuner ed è da poco salita in cima alle classifiche di download online della famosa casa di Cupertino.
L'idea di questa applicazione è proprio di Danila Satragno. Attraverso il gioco, con esercizi di respirazione, s'impara a cantare bene, con simulazioni in studio e diversi consigli che ti fanno avere la sensazione di avere un vocal coach personale a casa. C'è anche una gara mondiale legata all'applicazione che prevede, per il vincitore, una settimana di incontri tematici alla Sony.

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

La casa delle bambole Ghostland Di Pascal Laugier Horror 2018 Pauline e le due figlie adolescenti, Beth e Vera, ricevono in eredità una vecchia villa piena di cimeli e bambole antiche che rendono l'atmosfera tetra e inquietante. Durante la notte, due intrusi penetrano nella casa e prendono in ostaggio le... Guarda la scheda del film