Concerti Savona Mercoledì 16 aprile 2008

Mandolino: si parte con Vecchioni

Genova - Undicesima edizione per il Festival del Mandolino: quest'anno la rassegna musicale organizzata da Energie Multimediali si divide in due, con appuntamenti sia ad aprile, sia nei giorni a cavallo tra maggio e giugno.
Si parte con il concerto di Roberto Vecchioni al Palavarazze venerdì 18 aprile 2008 (clicca qui per leggere la nostra intervista in occasione del concerto genovese dello scorso 17 marzo): dopo i vari De André (1997), Guccini (2000), PFM + Tracy Chapman (2003) e Avion Travel (2006), è al cantautore milanese che quest'anno va il premio Il Mandolino Genovese 2008.

«È il riconoscimento a uno dei maggiori cantanti italiani, testimonial di uno strumento, il mandolino appunto, per troppo tempo relegato nella cultura folkloristica» afferma Massimo Sabatino di Energie Multimediali: «la rassegna, d'altronde è nata nel 1997 proprio con lo spirito di fare uscire il mandolino genovese dal ghetto del folk». E mi spiega le origini del progetto: «era il 1997 e stavamo semplicemente organizzando una mostra sul mandolino genovese. Siamo entrati in contatto con un liutaio di Milano e abbiamo scoperto che nello stesso periodo stava costruendo un mandolino nientemeno che per Fabrizio De André, che era solito suonare lo strumento in qualche brano delle ultime tournée».
Ci è voluto poco, da lì, ad invitare lo stesso De André a ritirare il primo premio Il Mandolino Genovese.

Poco più di un mese dopo il concerto di Vecchioni, gli altri appuntamenti del festival sono incentrati sull'azzardato paragone tra il mandolino e la chitarra elettrica di Jimi Hendrix: è sabato 24 maggio la data da appuntarsi sull'agenda.
Per quel giorno, a Palazzo Beato Jacopo, è infatti fissata l'inaugurazione della mostra Can you see me? (sottotitolo: La più grande mostra mai realizzata in Italia di memorabilia di Jimi Hendrix): allestita esclusivamente per l'occasione, la mostra è curata da Caesar Glebbeek, internazionalmente accreditato quale maggior biografo di Hendrix, e comprende solo oggetti originali raccolti dallo stesso Glebbeek dal 1966 ad oggi: manoscritti di poesie e testi, poster, biglietti e volantini promozionali dei concerti, oltre a 500 fotografie e perfino un cuscino di un appartamento a New York City dove Hendrix abitò nel 1970.
La mostra è visitabile fino al 2 giugno (ingresso 5 Eu, orari: 10.30-12.30 e 15.30-19.30).

Sempre il 24 maggio, in piazza Beato Jacopo (ore 21.00) è in programma lo spettacolo gratuito di Ezio Guaitamacchi Jimi Hendrix: a new experience, con lo stesso Guaitamacchi (voce narrante e chitarra), Brunella Boschetti (voce) e la partecipazione straordinaria di Alberto Fortis (voce e pianoforte): «la prima parte sarà dedicata a Jimi Hendrix, con una serie di brani arrangiati in maniera molto particolare» mi spiega Sabatino, «ma poi ci sarà spazio anche per le canzoni di Alberto Fortis».
Il gran finale, una settimana dopo per le strade di Varazze: la cosiddetta Mandonight è fissata per domenica 1 giugno, ancora ad ingresso gratuito. Ad esibirsi, tre virtuosi del mandolino: il duo croato Aco Bocina in piazza De André (ore 21.00), i francesi Patrick Vaillant & i Batian Contrari in piazza Beato Jacopo (ore 21.45) e il salentino Mimmo Epifani con The Epifani Barbers in piazza Bovani (ore 22.30).

Potrebbe interessarti anche: , Paganini Genova Festival 2018: il programma completo tra concerti ed eventi , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap , La Voce e il Tempo: Cantar di flauti, un singolare concerto con il giapponese Atsufumi Ujiie e il casertano Alessandro De Carolis , Gog, la stagione 2018/2019 della Giovine Orchestra Genovese: programma e concerti , Festival del Mediterraneo 2018: suoni, ritmi e voci provenienti dall’Italia e dal mondo a Genova

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

L'ape Maia Le olimpiadi di miele Di Alexs Stadermann, Noel Cleary Animazione Australia, Germania, 2018 Guarda la scheda del film