Concerti Savona Mulino degli Artisti Lunedì 25 febbraio 2008

Perché Bardino è Bardino

Genova - Come fa l'arcinoto motivetto del Festival? Quasi impossibile dimenticarlo: lo slogan Perché Sanremo è Sanremo accompagnato da un'allegra musichetta e, nell'immaginario collettivo, dal faccione di Pippo Baudo, è ormai entrato nella storia dello spettacolo italiano.
Da quest'anno, alla manifestazione canora più celebre e discussa del Paese, se ne affianca un'altra, più piccola e molto meno reclamizzata. È sempre in Liguria, però: Tovo San Giacomo non è Sanremo, e la sede dell'associazione culturale Mulino degli Artisti non è il Teatro Ariston. Neppure i nomi degli artisti in gara sono blasonati come quelli che in questi giorni alloggiano nella città dei fiori, e il carciofo piegato su un microfono che compare nella locandina è in evidente contrasto con i più nobili fiori della riviera.
Ma l'entusiasmo c'è eccome, ed è quello che conta.

A Tovo San Giacomo, e più esattamente nella frazione di Bardino, mercoledì 27 e giovedì 28 febbraio 2008 è in programma la prima edizione di Perché Bardino è Bardino, rassegna di musica rock organizzata dall'associazione culturale Mulino degli Artisti: «L'idea è nata per caso, e si tratta di un controfestival solo perché in concomitanza con quello sanremese», mi dice il presidente dell'associazione Roberto Nucifora, lamentando però come «spesso e volentieri i veri talenti rimangano esclusi dalla kermesse sanremese, che dunque rappresenta tutto fuorché l'arte italiana».
Perché Bardino è Bardino, invece, si propone come un punto d'inizio per band emergenti. Nelle due serate, ad alternarsi sul palco della sede dell'associazione, sono undici gruppi, in prevalenza provenienti dal savonese: ognuno ha a disposizione 15 minuti per proporre le proprie canzoni (anche cover) e impressionare il pubblico, a cui spetta il compito di votare la band migliore.

Al posto dei toni melensi e, per alcuni, paludati di Sanremo, Bardino - sotto la direzione artistica di Silvano Rosso - propone sonorità decisamente più movimentate: rock, tanto rock. Da quello in stile progressive dei Flower Flash a quello più pesante dei genovesi Blacksmiths, dal punk dei Venere di Vetro alle melodie acustiche del duo Pink Flamingo, dalle cover di Wass e Dori Ghezzi di un altro duo, Frank & Roby, alla musica cantautorale di Mauro Pinzone, fino al rock più classico dei Fusi Orari, che propongono un'interpretazione personale di Impressioni di Settembre (PFM). «Visto che siamo il Mulino degli Artisti», mi spiega Roberto, «al termine della seconda serata i vincitori si aggiudicheranno il Don Chischotte d'oro, una scultura in cartapesta, tanto per scimmiottare ancora un po' il Festival di Sanremo».

Il Mulino degli Artisti si forma nel 2004, quando Roberto, insieme all'amico Ivan, è alla ricerca di un posto per suonare: così, anche grazie all'appoggio del comune di Tovo San Giacomo, nasce prima una sala prove, poi un più ampio spazio polivalente di 80 mq. Mentre la sala prove è aperta a chiunque voglia uno spazio per provare la propria musica, il resto della struttura è dedicato a qualsiasi tipo di arte: qui sono già stati organizzati dei concorsi fotografici, e lo spazio è anche adatto sia a corsi e laboratori, sia a conferenze.
«Al momento, però, il Mulino degli Artisti sta diventando un punto di riferimento per giovani band di tutto il Ponente Ligure», precisa Roberto, «per cui, se continuerà così, terremo in considerazione l'opportunità di soffermarci unicamente sulla musica». E pensa già alla prossima edizione del festival rock: «l'anno prossimo proveremo a fare le cose in grande, organizzando la rassegna in uno spazio un po' più ampio». E azzarda: «Magari il Teatro Comunale di Pietra Ligure».

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Un piccolo favore Di Paul Feig Drammatico 2018 Ho bisogno di un piccolo favore. Mi puoi prendere Nicky a scuola? È questa la semplice, comune richiesta che l'affascinante Emily fa alla sua nuova amica Stephanie, prima di sparire senza lasciare traccia. Mamma single tuttofare, vlogger per passione... Guarda la scheda del film