Concerti Savona Lunedì 11 febbraio 2008

La troppa burocrazia spegne la musica

Il nostro articolo sulla ha innescato un dibattito sulla movida, e sulla mancanza di spazi dedicati alla musica a Genova. Vari interventi si sono succeduti: da a , dal cantautore a , , fino a , e di nuovo . Sono intervenuti anche , e , dell'associazione Onde Sonore e , .
Stimolati dalla discussione, abbiamo anche rievocato la movida di una volta con un articolo sul di Claudio Pozzani.

Oggi proponiamo invece la testimonianza di Dom Costa, uno dei titolari del Liquid Cocktail Bar di Alassio: i prezzi che i gestori dei locali devono pagare per proporre spettacoli dal vivo sono troppo alti, dice, ecco perchè da due anni non ne organizza più.

Vuoi dire la tua su questo argomento? Scrivi a

Genova - Già, tanti locali storici chiudono, gli artisti si lamentano della mancanza di spazi e occasioni. Purtroppo quello che sta succedendo a Genova succede in altre città d'Italia, e logicamente non succede all'estero dove non ci sono leggi che scoraggiano in tutti i modi chi vuol fare ogni forma di intrattenimento, che siano concerti, serate letterarie, jam session, cabaret ecc.

La voracità della Siae, la assurda e vessatoria legge sulla regolamentazione dei musicisti (valida anche per i dilettanti con iscrizione obbligatoria all'Empals) e la difficoltà ad assumere personale temporaneo ha fatto praticamete desistere pian piano un grandissimo numero di locali dall'offrire qualsiasi forma di spettacolo. Io stesso mi sono trovato nell'impossibiltà di fare intrattenimento nel mio locale perché i costi sono lievitati talmente da non poter essere più sostenuti.

Questa è purtroppo l'amara verità. Quindi malvolentieri non organizzo più da un paio d'anni nessuna forma di spettacolo, anche perché non mi va proprio di pagare alla Siae dei soldi che, per un meccanismo contorto, non vanno agli effettivi autori che si devono scrivere in quel borderau "lenzuolo"; al contrario, una percentuale va a finire agli autori del "liscio", anche se non si programma questo tipo di musica.
È logico che con questi presupposti ci sono ormai pochi luoghi che offrono musica e spettacoli dal vivo.
I miei rispetti a chi se li merita.

Vuoi dire la tua su questo argomento? Scrivi a

Potrebbe interessarti anche: , Covo di Nord-Est, crowdfunding per riaprire dopo la mareggiata: «Entro Pasqua» , Faber Nostrum, il disco-tributo a Fabrizio De Andrè: gli artisti e quando esce , Corsi di tango argentino con la Scuola Ciitango444: si balla tra emozioni e movimento , La Voce e il tempo: il programma dei concerti di marzo 2019 , C'è da fare: canzone per Genova di Paolo Kessisoglu con 25 artisti, da Giorgia a Morandi

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Ricordi? Di Valerio Mieli Drammatico 2018 Lui, docente universitario di Storia romana, è problematico e tormentato proprio come piace a Lei, che gli si manifesta eternamente solare e comprensiva. Lei, insegnante di liceo vive immersa nel presente, ritenendo che "una cosa è già... Guarda la scheda del film