Concerti Savona Raindogs Venerdì 1 febbraio 2008

Al Raindogs Savona si tinge di blues

Genova - Un piccolo festival dedicato al blues: otto date con altrettanti interpreti della musica nera dall'Italia e dal mondo, per l'intero mese di febbraio.
Sede di tutti gli eventi è il Raindogs, il circolo Arci situato in zona Darsena e dedicato ad ogni genere di espressione artistica, ma principalmente alla musica dal vivo: qui, solo poco tempo fa, si sono svolte le selezioni liguri per il concorso nazionale per band emergenti Rock targato Italia; e sempre qui, ogni fine settimana si esibiscono gruppi locali, musicisti stranieri di passaggio per l'Italia, e - ogni tanto - anche qualche cover band.
Insomma, mi dice Marco Traverso, titolare del Raindogs insieme a Zibba: «Qui viene a suonare chi la musica la fa per passione. Forse non abbiamo un pubblico vastissimo, ma di sicuro molto affezionato: alcuni partono anche da Torino o da Firenze per venire qui». E prosegue: «Basta entrare al Raindogs per rendersi conto che qui il blues regna sovrano».

Ecco perchè, dopo una rassegna dedicata al folk nel 2007, la nuova serie di concerti è intitolata Rainblues. Si parte il 2 febbraio con Paolo Bonfanti, già leader dei Big Fat Mama e ospite fisso dei più importanti festival internazionali: e chi meglio di lui poteva inaugurare questa rassegna, visto che si è laureato al DAMS di Bologna con una tesi sul Blues?
Il 7 febbraio è la volta di Tolo Marton, chitarrista trevigiano che può vantare collaborazioni illustri, da Ginger Baker a Ian Paice, batteristi rispettivamente dei Cream e dei Deep Purple.
Il terzo concerto è invece quello del savonese Claudio Bellato, ospite del Raindogs l'8 febbraio: chitarrista sia acustico che elettrico, collabora da diversi anni con orchestre, gruppi rock e blues, e fa parte degli Universi Sommersi, tribute band degli Stadio.

Il 9 febbraio è la data del primo ospite internazionale, Jono Manson, che già un anno fa aveva calcato il palco del Raindogs: musicista poliedrico, attualmente vive nel New Mexico ed è considerato un'icona dell'ambiente underground di New York.
Si passa poi al giorno di San Valentino: a festeggiare gli innamorati c'è Sandra Hall, una delle voci più apprezzate della black music contemporanea. Insieme a lei, il 14 febbraio, la Gnola Blues Band guidata dal chitarrista "slide" Maurizio Glielmo, uno dei più rinomati della scena blues italiana.
La sera successiva, il 15 febbraio, è poi la volta di Dodo Harmonica Kid, torinese che ha iniziato come musicista di strada e che attualmente collabora con Gluck (in un progetto country chiamato Dodo & Gluck) e J.J. Orlando (insieme sono la blues band The Line of the road): il suo strumento, come si può intuire dal nome, l'armonica.

Il 17 febbraio arriva Awa Ly, giovane cantante nata e cresciuta a Parigi da genitori senegalesi, ma da tempo in Italia. Una curiosità: ha anche fatto parte del cast del film di Cristina Comenicini Bianco e Nero, con Fabio Volo e Ambra Angiolini.
Finale col botto il 23 febbraio. Rainblues si chiude con l'esibizione di Steve Arvey a fianco della sua Superblues Band: il chitarrista di Chicago ha alle spalle una carriera trentennale, vanta collaborazioni con i più importanti esponenti della scena blues (iniziò, per esempio, a suonare il basso insieme a Bo Diddley).

Potrebbe interessarti anche: , La Voce e il Tempo: i Carmina Burana alla Chiesa di santo Stefano , Salmo in concerto a Genova nell'estate 2019 , Genova: «Il Museo del Jazz non esiste più», la lettera di Dado Moroni , Note dal Cuore: una serata di musica e tango al Carlo Felice, a favore di Gaslini Onlus , Da Cornigliano il gruppo Braccio 16100: Genova scopre la musica trap

Scopri cosa fare oggi a Genova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Genova.

Oggi al cinema a Genova

Bohemian rhapsody Di Bryan Singer Biografico, Drammatico, Musicale U.S.A., Regno Unito, 2018 Un racconto realisto ed elettrizzante degli anni precedenti alla leggendaria apparizione dei Queen al concerto Live Aid nel luglio del 1985. Guarda la scheda del film