Gregory's jazz by the river 2019: il jazz lungo le sponde del Tevere - Lungotevere degli Altoviti - Roma

05/06/2019

Fino a lunedì 2 settembre 2019

Jesse Davis

Roma - Riparte mercoledì 5 giugno la programmazione estiva del Gregory's Jazz Club, lungo le sponde del Tevere, per una nuova edizione ricca di musica, con lo scenario che l'ha contraddistinta nel corso degli ultimi due anni: Castel Sant'Angelo. La stagione si chiuderà il 2 settembre 2019.

Roma - Con 180 concerti in calendario, il Gregory’s jazz by the river si annuncia come uno dei salotti più suggestivi del jazz romano, all’insegna dei grandi nomi nazionali ed internazionali.

Roma - Un'area di 400 metri quadrati allestita e impreziosita da salottini, in tipico stile jazz club, con la possibilità di scoprire l'originale proposta culinaria composta dal meglio della tradizione regionale italiana e un'elaborazione in chiave fusion della cucina giapponese. 

Ma è la selezione del cocktail bar ad aver reso celebre nei suoi 25 anni di attività il Gregory's: la scelta delle più raffinate e prestigiose etichette di whisky, una mixology di altissimo livello e una ricercata carta di vini.

Il Gregory's jazz by the river, aperto tutti i giorni, offrirà due concerti al giorno: il primo da godere al tramonto in tardo pomeriggio, sorseggiando un drink durante un buon aperitivo; il secondo, quello principale, da accompagnare alla cena nel consueto orario serale.

Sul palco estivo di Lungotevere degli Altoviti, sotto Ponte Sant'Angelo, si alterneranno gli artisti più rinomati del panorama jazz italiano e internazionale senza dimenticare le jam sessions, momento di condivisione amato dai musicisti di ogni latitudine.

Anche quest'anno verrà riproposto lo Smalls live collective: tre giorni in collaborazione con lo Smalls Jazz Club di New York che porterà i migliori artisti made in Usa, terra che ha dato i natali al jazz, nell'estate romana. Confermati i nomi del batterista Joe Farnsworth, Danny Grissett e Jesse Davis.

mercoledì 5 e giovedì 6 con l'opening party affidato al quartetto di Giovanni Amato, firma storica del jazz nostrano. 

Venerdì 7 è il turno del contrabbassista Pat Senatore e del suo quartetto. Pat Senatore si è esibito con i più grandi del jazz mondiale come Carmen McRae e Freddie Hubbard.

Mercoledì 12 e giovedì 13 giugno tocca al talentuoso sassofonista iberico Ernesto Aurignac: nonostante la giovane età ha avuto modo di esibirsi con nomi del calibro di Lee Konitz e Darryl Hall.

Dal 1996 il Gregory's, nella sua sede storica di Via Gregoriana, porta avanti un'idea sintetizzata nel motto In jazz we trust: diffondere la cultura del jazz esaltando l'aspetto popolare di una musica, che contrariamente a quanto spesso si pensa, riesce a essere orecchiabile e godibile.

Promuovere e veicolare gli stili, le figure fondamentali e l'immaginario che il jazz ha impresso nella storia del Novecento significa prima di tutto creare una storia d'amore tra questa musica e il pubblico, offrendo un alto standard qualitativo grazie a musicisti capaci di trattare con cura le note, componendo le moderne istanze espressive con la lezione dei grandi maestri del passato. 

è un invito per occhi, orecchie e palato; una tentazione alla quale abbandonarsi per vivere un'esperienza che porta l'essenza del jazz nel cuore di Roma

Info e prenotazioni: al numero 327 8263770.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 25/06/2019 alle ore 13:55.

Potrebbe interessarti anche: Ligabue, concerto 2019: biglietti e date Start tour allo Stadio Olimpico, 12 luglio 2019 , Jovanotti, Jova Beach Party 2019 tour: il concerto a Cerveteri, dal 16 luglio al 20 agosto 2019 , Village Celimontana: festival jazz, fino al 10 settembre 2019 , Muse in concerto allo Stadio Olimpico per presentare Simulation Theory, 20 luglio 2019

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.