Mdlsx - Teatro del Lido - Lido di Ostia (Roma)

10/12/2018

Sabato 19 gennaio 2019

Ore 21:00

© www.teatriincomune.roma.it

TERMINATO

Lido di Ostia (Roma) - MDLSX con Silvia Calderoni. Regia Enrico Casagrande e Daniela Nicolò. Drammaturgia Daniela Nicolò e Silvia Calderoni.
Suoni Enrico Casagrande in collaborazione con Paolo Panella e Damiano Bagli. Luce e video Alessio Spirli.
Produzione Elisa Bartolucci e Shaila Chenet. Distribuzione estera Lisa Gilardino.
In collaborazione con La Villette – Résidence d’artistes 2015 Parigi, Create to Connect (EU project) Bunker/ Mladi Levi Festival Lubiana, Santarcangelo 2015 Festival Internazionale del Teatro in Piazza, L’arboreto – Teatro Dimora di Mondaino, Marche Teatro con il sostegno di MiBACT, Regione Emilia Romagna.

Lido di Ostia (Roma) - Un ordigno sonoro, un inno lisergico e solitario alla libertà di divenire, al gender b(l)ending, all’essere altro dai confini del corpo, dal colore della pelle, dalla nazionalità imposta, dalla territorialità forzata, dall’appartenenza a una Patria.

Lido di Ostia (Roma) - Il cambiamento necessario è talmente profondo che si dice sia impossibile, talmente profondo che si dice sia inimmaginabile. Ma l’impossibile arriverà e l’inimmaginabile è inevitabile. Manifesto Animalista, Paul B. Preciado

MDLSX è ordigno sonoro, inno lisergico e solitario alla libertà di divenire, al gender b(l)ending, all’essere altro dai confini del corpo, dal colore della pelle, dalla nazionalità imposta, dalla territorialità forzata, dall’appartenenza a una Patria. Di appartenenza aperta alle Molteplicità scriveva R. Braidotti in On Becoming Europeans, avanzando la proposta di una identità post-nazionalista.

Ed è verso la fuoriuscita dalle categorie – tutte, anche artistiche – che MDLSX tende. È uno scandaloso viaggio teatrale di Silvia Calderoni che – dopo 10 anni con Motus – si avventura in questo esperimento concepito nel formato di un eccentrico Dj/Vj set. In MDLSX collidono brandelli autobiografici ed evocazioni letterarie e sulla confusione tra fiction e realtà MDLSX oscilla – da Gender Trouble a Undoing Gender. Citiamo Judith Butler che, con A Cyborg Manifesto di Donna Haraway, il Manifesto Contra-sexual di Paul B. Preciado e altri cut-up dal caleidoscopico universo dei Manifesti Queer, tesse il background di questa Performance-Mostro.

La compagnia Motus, fondata nel 1991 a Rimini da Enrico Casagrande e Daniela Nicolò esplode negli anni Novanta con spettacoli di grande impatto emotivo e fisico, riuscendo a prevedere e raccontare alcune tra le più aspre contraddizioni del presente. Dalla sua fondazione Motus affianca la creazione artistica – spettacoli teatrali, performance e installazioni – con un’intensa attività culturale, conducendo seminari, incontri, dibattiti e partecipando a festival interdisciplinari nazionali e internazionali. Liberi pensatori, portano i loro spettacoli nel mondo: da Under the Radar (NYC), al Festival TransAmériques (Montréal), PuSh Festival (Vancouver), Santiago a Mil (Cile), Fiba Festival (Buenos Aires), Adelaide Festival (Australia), Taipei Arts Festival (Taiwan) e in tutta Europa. La compagnia ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui tre premi UBU e altri prestigiosi premi speciali. Ha attraversato e creato tendenze sceniche ipercontemporanee, interpretando autori come Beckett, DeLillo, Genet, Fassbinder, Rilke o l’amato Pasolini, per approdare alla radicale rilettura di Antigone alla luce della crisi greca.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 21/01/2019 alle ore 21:42.

Potrebbe interessarti anche: Rugantino a Natale e Capodanno 2019, con Enrico Montesano, fino al 27 gennaio 2019 , Teatro Trastevere dei Piccoli, stagione 2018/2019: programma, fino al 6 aprile 2019 , The Illusionists direct from Broadway: il tour 2019 dello spettacolo di magia, dal 31 gennaio al 3 febbraio 2019 , Capodanno 2019 a teatro: Pigiama party, fino al 27 gennaio 2019

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.

Oggi al cinema a Roma

Van Gogh Sulla soglia dell'eternità Di Julian Schnabel Drammatico 2018 È di sole che ha bisogno la salute e l'arte di Vincent van Gogh, insofferente a Parigi e ai suoi grigi. Confortato dall'affetto e sostenuto dai fondi del fratello Theo, Vincent si trasferisce ad Arles, nel sud della Francia e a contatto con la... Guarda la scheda del film