4 e 5 giugno 2022, cosa fare e dove andare a Roma nel weekend? Guida agli eventi da non perdere

4 e 5 giugno 2022, cosa fare e dove andare a Roma nel weekend? Guida agli eventi da non perdere

Weekend Roma Venerdì 3 giugno 2022

Clicca per guardare la fotogallery
© Francesca Baroncelli

Roma - Cosa fare e dove andare a Roma nel weekend? Ve lo diciamo noi! Ecco un bel po' di spunti per tutti i gusti, tra cultura, divertimento ed eventi dedicati alle famiglie e ai bambini. Clicca sui link che trovi qui sotto per scoprirli tutti.

Cosa fare nel weekend a Roma: concerti e musica

Dal 3 giugno il Teatro dell’Opera ci porta a Caracalla per l’avvio della stagione estiva, aperta quest’anno dal progetto musicale Dodici note di Claudio Baglioni. Dodici come le serate in programma durante le quali il cantautore romano si esibirà in solitaria e accompagnato anche da orchestra e coro. Appuntamento quindi per il 3, 4, 5 e 7 giugno con inizio alle ore 21.

Domenica 5 giugno, invece, in programma la serata di apertura di Summertime, la stagione estiva della Casa del Jazz che fino al 7 agosto proporrà oltre 60 concerti e spettacoli di vario genere sul palcoscenico all’aperto allestito nel parco di Villa Osio. Si partirà con l’evento speciale Pepito, il principe del jazz, con musica e racconti di Luciano Linzi e Marco Molendini. Sarà un omaggio al jazz degli anni ’70 a Roma e in particolare a Pepito e Picchi Pignatelli, fondatori del Music Inn, storico locale dell’epoca. Parteciperanno e contribuiranno con la loro musica alcuni dei musicisti più rinomati tra cui: Maurizio Giammarco, Dino Franco Piana, Enzo Scoppa, Marcello Rosa, Carla e Rita Marcotulli, Antonello Salis, Enrico Pieranunzi, Danilo Rea, Enzo Pietropaoli, Giorgio Rosciglione, Gegè Munari, Roberto Gatto, Bruno Biriaco, Fabrizio Sferra. L’evento serale sarà preceduto nella giornata da una doppia proiezione, alle 11 e alle 15, del documentario Music Inn, arriva il jazz a Roma di Carola De Scipio e Roberto Carotenuto

Nei giardini pensili dell’Auditorium Parco della Musica Ennio Morricone, a cura della Fondazione Musica per Roma, arrivano nel weekend i suoni della musica elettronica con il doppio evento di apertura del Just Music Festival in compagnia dell’etichetta Circoloco. Sabato 4 giugno a partire dalle ore 16 si alterneranno in consolle Cassy, Moodymann, Peggy Gou, Tania Vulcano e Sossa, mentre domenica 5 giugno, sempre dalle ore 16, sarà la volta di Dj Tennis, Jamie Jones, Michael Bibi, Seth Troxler e Ageless.

Sabato 4 giugno alle ore 21 il Teatro del Lido di Ostia ospiterà l’Orchestra di Villa Pamphilj nel concerto Cambiamenti. Del curioso vagare delle idee e dei punti di vista. L’ensemble della Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia diretto da Fabrizio Cardosa proporrà brani originali, canzoni e parole d’autore per riflettere su come i nostri desideri spesso cambino repentinamente. In apertura l’esibizione del laboratorio Young Jazz diretto da Alessandro De Angelis. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su Eventbrite.

Cosa fare nel weekend a Roma: spettacoli a teatro

È in replica fino al 5 giugno al Teatro Argentina lo spettacolo Il filo di mezzogiorno tratto dal libro autobiografico di Goliarda Sapienza e adattato per il teatro da Ippolita Di Majo. Grazie alla regia di Mario Martone e agli interpreti Donatella Finocchiaro e Roberto De Francesco, lo spettatore potrà scoprire il mondo di questa scrittrice fuori dagli schemi, così come dalle ideologie politiche del suo tempo. Partigiana e femminista, la sua è una lotta contro il conformismo, condotta con tutti i mezzi a sua disposizione, primo fra tutti la scrittura. Inizio spettacoli: sabato ore 19, domenica ore 17.

Al Teatro Tor Bella Monaca, in Sala Grande lo spettacolo Italiani brava gente (repliche venerdì 3 e sabato 4 giugno ore 21) che, attraverso la vicenda di 6 personaggi nella New York degli anni '50, racconta il fenomeno migratorio italiano e, attraverso l’ironia, anche l’essenza dei sentimenti. Un omaggio ad Arthur Miller e a Eduardo De Filippo, scritto e diretto da Enrico Maria Falconi, con Elena Russo, Ester Botta, Alessandro SparacinoPeppe PiromalliEnrico Maria Falconi e Federica Corda.

Nell’ambito della rassegna Libero Teatro in un Teatro Libero sono in programma: domenica 5 giugno alle ore 18, la commedia in romanesco La spallata di Gianni Clementi e la regia di Salvatore Margiotta. La vicenda si svolge nel 1963 nella borgata romana di Torre Angela, dove due modeste famiglie proletarie vivono sotto lo stesso tetto, tra duri contrasti intergenerazionali e di pensiero.

Al Teatro Biblioteca Quarticciolo andrà in scena sabato 4 giugno alle 21 e domenica 5 giugno alle 17, lo spettacolo Piccola patria di Lucia Franchi Luca Ricci con Simone FaloppaGabriele PaolocàGioia Salvatori e con la partecipazione in video di Alessandro Marini. Uno spettacolo che riflette su uno dei fenomeni del nostro tempo: la frammentazione in piccole patrie e l’incapacità della politica di dare risposte alle reali necessità dei cittadini.

Cosa fare nel weekend a Roma: mostre e musei da visitare

Nel foyer del Teatro Valle Franca Valeri fino al 25 giugno si può visitare la mostra Roma: immagini di città. Un progetto del Teatro di Roma, a cura di Graziano Graziani, in collaborazione con Dominio Pubblico, che restituisce le suggestioni e i racconti dei luoghi di Roma attraversati in 12 passeggiate da un gruppo di cittadini. Ne sono nate 12 mappe, una per ogni luogo esplorato e ripensato da partecipanti divenuti, per l’occasione, creatori e architetti d’eccezione. A interpretare visivamente i loro pensieri sei illustratrici e illustratori: Francesca Murgia per Centocelle e Tor Bella Monaca; Martina Manna per Primavalle e San Basilio; WUARKY per il Centro Storico e Quarticciolo; Giacomo Calderoni per Termini e Montesacro - Tufello - Sacco Pastore; Ratogheton per Ostia e Ostiense; Medilė Šiaulytytė per Trullo ed EUR. Sei sguardi critici tenuti insieme dalla supervisione e dalla curatela di Tiziano Panici. Ingresso libero da mercoledì a domenica ore 17-20.

Nello spazio AuditoriumGarage del Parco della Musica prosegue fino al 29 giugno la mostra Vittorio Gassman. Il centenario, che rende omaggio al grande attore a cento anni dalla sua nascita. L’esposizione, a cura di Alessandro Nicosia, Diletta d’Andrea Gassmann e Alessandro Gassmann, si articola in quattro sezioni (Teatro, Cinema, Televisione, Poesia e Scrittura) e presenta molti materiali provenienti dall’Archivio Storico Luce, dal Centro Sperimentale di Cinematografia, da prestiti istituzionali e privati dell’Accademia Nazionale d’arte drammatica Silvio d’Amico e dell’Archivio Centrale dello Stato. Orario: da martedì a giovedì ore 12-19; venerdì, sabato, domenica e festivi ore 11-20.

Prosegue fino al 12 giugno, al Palazzo delle Esposizioni, l’edizione 2022 del World Press Photo, la rassegna che porta in mostra le foto finaliste del prestigioso concorso internazionale di fotogiornalismo esistente dal 1955. L’esposizione è ideata dalla World Press Photo Foundation di Amsterdam e organizzata dall’Azienda Speciale Palaexpo in collaborazione con 10b Photography.

Per l’occasione, e con un supplemento di biglietto, ogni sabato alle ore 16.30 e ogni domenica alle ore 11 si potrà partecipare ad una visita guidata alla mostra a cura di Coopculture (max 25 persone).

È visitabile fino al 4 settembre l’esposizione Il video rende felici. Videoarte in Italia, a cura di Valentina Valentini, allestita in contemporanea nelle sedi di Palazzo delle Esposizioni e Galleria d’Arte Moderna e dedicata alla produzione di videoarte e cinema d’artista in Italia dalla fine degli anni Sessanta al nuovo secolo. Il percorso espositivo si snoda attraverso la molteplice varietà di formati espositivi: video monocanale, installazioni video, multimediali, interattivi, e di apparati volti a ripercorrere il processo produttivo e storico delle opere, ed espone 20 installazioni a cui si aggiungono oltre 300 opere raccolte all’interno di rassegne dedicate, per oltre 80 ore di proiezione e oltre 100 artisti coinvolti. Palazzo delle Esposizioni: domenica, martedì, mercoledì e giovedì ore 10-20, venerdì e sabato ore 10- 22.30; ultimo ingresso un’ora prima. Galleria d’Arte Moderna: dal martedì alla domenica ore 10-18.30; ultimo ingresso alle 18.

Presso la Biblioteca Villino Corsini è disponibile fino al 26 giugno la mostra interattiva e documentaria C’era un grande prato rock dedicata al Festival Pop Rock di Villa Doria Pamphilj che si tenne nel maggio 1972. Un grande raduno musicale che segnò una tappa importante nella storia della musica italiana e la cui riscoperta, a distanza di 50 anni, ha un valore che oltrepassa l’ambito musicale, poiché rivela uno spaccato sociale e culturale dell’Italia di quegli anni. Ideatore del progetto espositivo è Paolo Masini, Presidente dell’associazione Roma BPA - Mamma Roma e i Suoi Figli Migliori. Ingresso gratuito nei seguenti orari: martedì e sabato 10-16, mercoledì 9-17, giovedì 11-17, venerdì 9-15.

Nell’ambito delle iniziative promosse dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali si segnala che il 5 giugno, prima domenica del mese, torna l’ingresso gratis per i Musei di Roma Capitale con possibilità di visitare le collezioni permanenti e le mostre in corso. Entrata libera anche nelle aree archeologiche del Circo Massimo e dei Fori Imperiali e ai siti Super con visita integrata delle aree archeologiche dei Fori Imperiali, del Foro Romano e del Palatino. Fa eccezione alla gratuità la retrospettiva al Museo dell’Ara Pacis dedicata a Robert Doisneau, uno dei padri fondatori della fotografia umanista francese e del fotogiornalismo di strada.

Per tutta l’estate si potrà inoltre fruire della Circo Maximo Experience, l’emozionante visita immersiva, in realtà aumentata e virtuale, del più grande edificio per lo spettacolo dell’antichità, il Circo Massimo. Le visite si svolgeranno con i nuovi orari dal martedì alla domenica dalle ore 17 alle 21 (visita ogni 15 minuti, ultimo ingresso ore 19.50), ad esclusione delle prime domeniche del mese e dei giorni 11 e 12 giugno, 9 e 17 luglio.

Per il ciclo Archeologia in Comune, sabato 4 giugno alle ore 11, Simonetta Serra condurrà una visita guidata a Porta Appia, una delle porte più imponenti della cinta delle Mura Aureliane, che nel corso del Medioevo ha preso il nome di Porta San Sebastiano (max 10 partecipanti).

Ancora sabato 4 giugno, alle ore 17, in programma il primo di quattro appuntamenti con le curatrici della mostra Francesco Messina. Novecento contemporaneo, in corso al Casino dei Principi di Villa Torlonia. Chiara Fabi accompagnerà i visitatori, analizzando e illustrando le tematiche dell’esposizione, che riporta all’attenzione del pubblico e degli studiosi la personalità di un artista considerato uno dei maggiori scultori figurativi italiani del secolo scorso.

Al MACRO proseguono le mostre in corso: fino al 19 giugno The Thinking Body, retrospettiva sulla vita e il lavoro di Cathy Josefowitz (1956-2014) e The Orbzerver, tributo al leggendario musicista e artista Lee Scratch Perry, fino al 28 agosto Cinzia says…, prima grande antologica dedicata a Cinzia Ruggeri (1942-2019), artista, stilista e designer. Tutte le mostre sono a ingresso gratuito e visitabili martedì, mercoledì, giovedì e venerdì ore 12-19; sabato e domenica ore 10-19. Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.

C’è tempo fino a domenica 5 giugno, presso la Galleria delle Vasche della Pelanda al Mattatoio, per visitare liberamente l’installazione Oblio/Pianto del Muro di Muna Mussie che intende rappresentare la costruzione e la de-costruzione di uno spazio collettivo nel quale ritualizzare la catarsi attraverso l’arte del ricamo, il pianto e il lamento. Mentre, nel padiglione 9B, per Dispositivi sensibili ideato da Angel Moya Garcia, è disponibile fino al 19 giugno, il progetto ad ingresso libero, Periferia dell’agonia di Teresa Margolles, artista visiva che attraverso le sue opere d’arte affronta il tema della violenza che da lunghi anni colpisce il suo paese, il Messico. Tutte le mostre sono visitabili da martedì a domenica ore 11-20.30 (ultimo ingresso).

Nel foyer del Teatro del Lido di Ostia fino al 19 giugno è visitabile la mostra fotografica Oltre il ring. Come la boxe ha cambiato una borgata a cura di Daniele Napolitano che, attraverso le storie di 5 atleti e atlete, racconta la nascita e lo sviluppo di una comunità politica e umana nata intorno alla palestra Popolare del Quarticciolo e di come lo sport possa contribuire a un cambiamento positivo all’interno di una borgata. Ingresso libero da venerdì a domenica ore 17-20. Per l’occasione venerdì 3 giugno alle ore 17 si terrà l’incontro Oltre il ring, lo sport popolare e le borgate durante il quale verrà presentato anche il libro Oltre il ring di Giovanni Cozzupoli con le foto di Daniele Napolitano (Edizioni il Galeone).

Cosa fare con i bambini a Roma nel weekend del 4 e 5 giugno

Al Palazzo delle Esposizioni, nell’ambito della mostra Il video rende felici. Videoarte in città, si terrà domenica 5 giugno alle 11, Dialoghi silenziosi, una visita guidata bilingue (italiano e LIS) rivolta a famiglie con bambine e bambini dai 5 anni in su (gratuita con prenotazione obbligatoria via mail).

Al Museo Civico di Zoologia domenica 5 giugno alle ore 10.30, in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente 2022, si terrà il laboratorio gratuito Solo una Terra a cura di Carla Marangoni, rivolto a famiglie con bambini di 5-12 anni. Per far comprendere che è necessario passare dal danneggiare il pianeta al curarlo, l’attività proposta parte dalla sala espositiva museale dedicata al rapporto uomo-natura per poi far sperimentare attraverso il gioco educativo quanto ciascuno può fare per salvare il Pianeta. Max 25 partecipanti, prenotazione obbligatoria allo 06 0608 (attivo tutti i giorni ore 9-19).

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.