Musei gratis a Roma domenica 5 giugno 2022: cosa vedere, le mostre in programma

Musei gratis a Roma domenica 5 giugno 2022: cosa vedere, le mostre in programma

Mostre Roma Mercoledì 1 giugno 2022

Clicca per guardare la fotogallery
© .facebook.com/MuseiCapitolini/

Roma - Domenica 5 giugno a Roma si preannuncia una domenica coperta con temperature che sfiorano i 30 gradi, ci si potrà così tuffare nell'arte dato che come ogni prima domenica del mese l'ingresso nei musei civici di Roma e di molte aree archeologiche è gratuito. Clicca sui link che trovi qui sotto per scoprire i musei e le aree archeologiche da visitare gratuitamente a Roma in occasione della Domenica al Museo.

Domenica al museo Roma, musei gratis il 5 giugno: aree archeologiche e musei visitabili

  • Musei Capitolini
  • Mercati di Traiano
  • Museo dei Fori Imperiali
  • Museo dell’Ara Pacis
  • Centrale Montemartini
  • Museo di Roma
  • Museo di Roma in Trastevere
  • Galleria d’Arte Moderna
  • Musei di Villa Torlonia
  • Museo Civico di Zoologia
  • Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco
  • Museo Carlo Bilotti
  • Aranciera di Villa Borghese
  • Museo Napoleonico
  • Museo Pietro Canonica a Villa Borghese
  • Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina
  • Museo di Casal de’ Pazzi
  • Museo delle Mura
  • Villa di Massenzio

All'elenco si aggiunge il Mausoleo di Augusto (dalle ore 9 alle ore 19, ultimo ingresso ore 18) con prenotazione obbligatoria.

L’iniziativa è promossa da Roma CultureSovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali. Ingresso libero compatibilmente con la capienza dei siti. Prenotazione obbligatoria solo per i gruppi al contact center di Roma Capitale 060608 (dalle ore 9 alle ore 19).

Domenica al museo Roma, musei gratis il 5 giugno: le mostre da vedere

Presso i Musei Capitolini oltre alle collezioni permanenti a Palazzo Clementino è visitabile la mostra  Colori dell’antico. Marmi Santarelli. In esposizione un’ampia panoramica sull’uso dei marmi colorati, dalle origini fino al XX secolo, attraverso una raffinata selezione di pezzi provenienti dalla Fondazione Santarelli.

In tema di applicazioni multimediali, al Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco i visitatori possono usufruire del nuovo progetto Li-Fi, acronimo di Light Fidelity. Grazie a faretti Led è possibile ricevere sui propri dispositivi mobili, in wireless, informazioni e immagini di opere della collezione e sulla casa romana del IV secolo d.C. nei sotterranei del museo, nuovamente visitabile dopo oltre 20 anni di chiusura. 

Al Museo di Roma a Palazzo Braschi ultimo giorno per visitare l'esposizione fotografica e didattica Segni, per testimoniare e prevenire la violenza contro le donne. 

Prosegue al Museo Napoleonico l’esposizione Napoleone. Ultimo atto, che illustra le vicende dell’esilio, la morte e il successivo processo di mitizzazione dell’imperatore francese. Anche alla Centrale Montemartini prosegue Colori dei romani. I mosaici dalle collezioni capitoline con l’aggiunta di altri sei splendidi mosaici all’ampia selezione di capolavori delle collezioni capitoline. 

Diverse le mostre fotografiche da visitare al Museo di Roma in Trastevere, la prima Anni interessanti. Momenti di vita italiana 1960-1975, un’autobiografia per immagini del nostro paese, nel momento più effervescente e contraddittorio della sua storia, ossia quando l’Italia è entrata nella modernità, ed è diventata quella che ancora oggi viviamo. La seconda mostra ospitata è Artic Tales, 50 immagini fotografiche realizzate tra il 2018 e il 2019 dalla fotografa milanese Valentina Tamborra sono frutto di due reportage sull’Artico nati dalla sua residenza: Skrei - Il Viaggio e Mi Tular - Io sono il confine.

Al Casino dei Principi a Villa Torlonia è visitabile la mostra Francesco Messina. Novecento Contemporaneo, una ricca selezione di bronzi, terrecotte e gessi raffigura la vitale attualità dell’arte del maestro tra tradizione e modernità.

Non rientra nelle mostre accessibili gratuitamente per Domenica al Museo, la retrospettiva Robert Doiseau in corso al Museo dell'Ara Pacis. La mostra, che è curata da Gabriel Bauret, propone circa 130 stampe ai sali d'argento in bianco e nero provenienti dalla collezione dell’Atelier Robert Doisneau a Montrouge che illustrano la vita quotidiana e le emozioni degli uomini e delle donne che popolavano Parigi e la sua banlieue degli anni Trenta alla fine degli anni Cinquanta.

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.