Fioritura dei ciliegi a Roma: riapre il giardino dell'Istituto Giapponese di Cultura. Biglietti, visite, orari

Fioritura dei ciliegi a Roma: riapre il giardino dell'Istituto Giapponese di Cultura. Biglietti, visite, orari

Mostre Roma Istituto Giapponese di Cultura Martedì 12 aprile 2022

Clicca per guardare la fotogallery
Giardino dell'Istituto Giapponese di Cultura a Roma
© 2022 Istituto Giapponese di Cultura in Roma

Roma - Giovedì 14 aprile 2022 il giardino dell'Istituto Giapponese di Cultura in Roma riapre al pubblico dopo il restauro. In questo periodo, allo sbocciare della primavera, nel giardino dell'Istituto Giapponese di Cultura è possibile ammirare la fioritura dei ciliegi, che danno vita agli Hanami, la tradizionale usanza giapponese di godere della bellezza della fioritura primaverile degli alberi. Una celebrazione che offre la possibilità a tutte e a tutti di godere della bellezza dei ciliegi in fiore. Clicca sui link che trovi qui sotto per avere informazioni sulle visite, i prezzi i biglietti e gli orari di apertura del giardino dell'Istituto Giapponese di Cultura a Roma.

Giardino dell'Istituto Giapponese di Cultura a Roma: biglietti e prenotazioni

È possibile prenotare 30 minuti di visita libera con audioguida (tutte le informazioni e come prenotare il biglietti per entrare sono sul sito del Giardino dell'Istituto Giapponese di Cultura a Roma). Per ulteriori informazioni chiamare il numero 06 3224794.

Giardino dell'Istituto Giapponese di Cultura a Roma: orari di apertura

L’Istituto Giapponese di Cultura è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 17.

Giardino dell'Istituto Giapponese di Cultura a Roma: visite e greenpass

A seguito del Decreto-Legge N.24 dell’24 marzo 2022 u.s., dal 1 al 30 aprile, per la visita al giardino (e l'ingresso all'edificio) è necessario esibire la Certificazione verde COVID-19 rafforzata (Super Green-pass), nonché indossare correttamente la mascherina e sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea. Più info sul sito del Giardino dell'Istituto di Cultira Giapponese di Roma.  

Si raccomanda ai visitatori di indossare scarpe comode. Il terreno non è pianeggiante e il sentiero è coperto di ghiaia. Vietato calpestare il prato, vietato fumare, sedersi né consumare cibi e bevande dentro il giardino.

Si consiglia di arrivare 10 minuti prima dell'inizio della visita per la registrazione e l'esibizione del proprio Super Green Pass.

Giardino dell'Istituto Giapponese di Cultura a Roma: la storia

Il giardino è stato realizzato, su terreno in concessione dal Comune di Roma secondo accordi diplomatici, dal noto architetto Ken Nakajima, responsabile anche del progetto per l’area giapponese presso l’Orto Botanico di Roma.

Nel giardino, il primo realizzato in Italia da un paesaggista giapponese, compaiono tutti gli elementi essenziali e tradizionali del giardino di stile sen’en (giardino con laghetto), che ha raggiunto l’attuale splendore perfezionandosi attraverso i periodi Heian, Muromachi (XIV-XVI sec.) e Momoyama (fine XVI sec.): il laghetto, la cascata, le rocce, le piccole isole, il ponticello e la lampada di pietra, tôrô.

La veranda, tsuridono, che si protrae sul laghetto è uno dei migliori punti per godere la vista del giardino. Tra le piante presenti si trovano il ciliegio, il glicine, gli iris e i pini nani. Le pietre che formano la cascata provengono dalla campagna toscana.

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.