Saldi invernali 2022 a Roma e nel Lazio: quando iniziano, quanto durano e le regole anti‑truffa da seguire

Saldi invernali 2022 a Roma e nel Lazio: quando iniziano, quanto durano e le regole anti‑truffa da seguire

Shopping Roma Lunedì 3 gennaio 2022

Clicca per guardare la fotogallery
© pixabay.com

Roma - A Roma tra qualche ora si darà il via ai saldi invernali. In effetti quest'anno a Roma e nel Lazio i saldi iniziano mercoledì 5 gennaio e terminano dopo sei settimane ovvero, mercoledì 16 febbraio 2022. Si avrà così l'occasione di acquistare un bel regalo a prezzo scontato da mettere vicino al camino o più comunemente sotto la cappetta della cucina per questa Befana 2022.

L'offerta, come sempre è varia e diversificata, dall'abbigliamento agli accessori, dai cosmetici agli elettrodomestici, dalla profumeria ai complementi d'arredo, i saldi invernali riguarderanno molti tipi di prodotti e per le famiglie rappresenteranno un'occasione per fare acquisti utili a prezzi più che convenienti.

Nei primi giorni gli sconti generalmente si posizionano dal 20 al 30 %, ma con il passare delle settimane si arriverà fino al 60 e 70%. Attenzione però, occorre calibrare il momento giusto in cui acquistare il prodotto necessario ed è importante informarsi per non incorrere nelle truffe che spesso vengono spacciate per saldi di stagione. Nel Lazio sono proibite, come previsto dalla normativa regionale, le vendite promozionali nei 30 giorni precedenti il loro inizio.

Dai portali online ai negozi e centri commerciali dal vivo è un brulicare di offerte appetibili per accontentare un po' tutti. Ma come abbiamo detto attenzione alle truffe che sono sempre dietro l'angolo.

Saldi invernali 2022 online, decalogo anti-truffa

Per chi acquista online, approfittando dei saldi invernali è  sempre valido il decalogo stilato dalla Polizia Postale:

  • Utilizzare software e browser completi e aggiornati. Potrà sembrare banale, ma il primo passo per acquistare in sicurezza è avere sempre il sistema operativo e un buon antivirus aggiornati all’ultima versione sul dispositivo con cui si naviga. Gli ultimi antivirus (gratuiti o a pagamento) danno protezione anche nella scelta degli acquisti su Internet. Per una maggiore sicurezza online, inoltre, è necessario aggiornare all’ultima versione disponibile il browser utilizzato per navigare perché ogni giorno nuove minacce possono renderlo vulnerabile.
  • Dare la preferenza a siti certificati o ufficiali. In Rete è possibile trovare ottime occasioni ma quando un’offerta si presenta troppo conveniente rispetto all’effettivo prezzo di mercato del prodotto che si intende acquistare, allora è meglio verificare su altri siti. Potrebbe essere un falso o rivelarsi una truffa. E’ consigliabile dare la preferenza a negozi online di grandi catene già note perché, oltre ad offrire sicurezza in termini di pagamento, sono affidabili anche per quanto riguarda l’assistenza e la garanzia sul prodotto acquistato e sulla spedizione dello stesso. In caso di siti poco conosciuti si può controllare la presenza di certificati di sicurezza quali Trust e Verified / VeriSign Trusted che permettono di validare l’affidabilità del sito web.
  • Un sito deve avere gli stessi riferimenti di un vero negozio! Prima di completare l’acquisto verificare che il sito sia fornito di riferimenti quali un numero di Partiva IVA, un numero di telefono fisso, un indirizzo fisico e ulteriori dati per contattare l’azienda. Un sito privo di tali dati probabilmente non vuole essere rintracciabile e potrebbe avere qualcosa da nascondere. I dati fiscali sono facilmente verificabili sul sito istituzionale dell’Agenzia delle Entrate.
  • Leggere sempre i commenti e i feedback di altri acquirenti. Prima di passare all’acquisto del prodotto scelto è buona norma leggere i feedbac pubblicati dagli altri utenti sul sito che lo mette in vendita. Anche le informazioni sull’attendibilità del sito attraverso i motori di ricerca, sui forum o sui social sono utilissime. Le voci su un sito truffaldino circolano velocemente online!
  • Su smartphone o tablet utilizzare le App ufficiali dei negozi online. Se si sceglie di acquistare da grandi negozi online, il consiglio è quello di utilizzare le App ufficiali dei relativi negozi per completare l’acquisto. Questo semplice accorgimento permette di evitare i rischi di passare o essere indirizzati su siti truffaldini o siti clone che potrebbero catturare i dati finanziari e personali inseriti per completare l’acquisto.
  • Utilizzare soprattutto carte di credito ricaricabili. Per completare una transazione d’acquisto sono indispensabili pochi dati come numero di carta, data di scadenza della carta ed indirizzo per la spedizione della merce. Se un venditore chiede ulteriori dati probabilmente vuole assumere informazioni personali (numero del conto, Pin o password) che, in quanto tali, dovete custodire gelosamente e non divulgare. Al momento di concludere l’acquisto, la presenza del lucchetto chiuso in fondo alla pagina o di https nella barra degli indirizzi, sono ulteriori conferme sulla riservatezza dei dati inseriti nel sito e sulla presenza di un protocollo di tutela dell’utente, ovvero i dati sono criptati e non condivisi.
  • Non cadere nella rete del phishing e/o dello smishing.…ovvero nella rete di quei truffatori che attraverso mail o sms contraffatti, richiedono di cliccare su un link al fine di raggiungere una pagina web trappola e sfruttando meccanismi psicologici come l’urgenza o l’ottenimento di un vantaggio personale, riusciranno a rubare informazioni personali quali password e numeri di carte di credito per scopi illegali. L’indirizzo Internet a cui tali link rimandano differisce sempre, anche se di poco, da quello originale.
  • Un annuncio ben strutturato è più affidabile! Leggi attentamente l’annuncio prima di rispondere: se ti sembra troppo breve o fornisce poche informazioni, non esitare a chiederne altre al venditore. Chiedi più informazioni al venditore sull’oggetto che vuoi acquistare e se le foto pubblicate sembrano troppo belle per essere vere, cerca in Rete e scopri se sono state copiate da altri siti!
  • Non sempre…. è sempre un buon affare. Diffida di un oggetto messo in vendita a un prezzo irrisorio, non sempre è un affare: accertati che non ci sia troppa differenza tra i prezzi proposti e quelli di mercato!
  • Non fidarsi….  Dubita di chi chiede di esser contattato al di fuori della piattaforma di annunci con e-mail ambigue ma anche di chi ha troppa fretta di concludere l’affare.

Saldi invernali 2022 a Roma e nel Lazio, vademecum anti-truffa

Quante volte dopo aver acquistato un capo di abbigliamento o un qualsiasi prodotto in saldo, ci siamo accorti che non era un vero saldo. Per non incorrere in spiacevoli sorprese ricordiamoci alcune indicazioni da seguire ogni volta che il periodo dedicato ai tanto agognati saldi sta per arrivare.

  • Se possibile verificare prima della partenza dei saldi il prezzo pieno del prodotto che si intende acquistare, se possibile fotografarlo con il telefono cellulare per avere una testimonianza certa. Solo in questo modo sarà possibile valutare la reale convenienza.
  • Non fermarsi mai davanti alla prima vetrina, girare più negozi, confrontare i prezzi e, in ogni caso, orientarsi verso beni o prodotti che servono veramente.
  • Diffidare sempre dalle vetrine tappezzate dai manifesti (che non consentono di vedere la merce) o che reclamizzano sconti eccessivi, pari o superiori al 60%.
  • I prodotti in saldo devono essere di fine stagione, ma della stagione appena conclusa e non quella degli anni precedenti. La merce di magazzino non può essere mescolata con i prodotti in saldo ma dovrà essere venduta separatamente.
  • Attenzione al cartellino: infatti, il cartellino di ogni prodotto deve riportare obbligatoriamente e in modo chiaro e leggibile, il vecchio prezzo, quello nuovo e il valore in percentuale dello sconto.
  • L'obbligo di far provare i capi non esiste e perciò è a discrezione del negoziante. Diffidare comunque di capi di abbigliamento che si possono solo guardare ma non provare.
  • I commercianti in possesso del Pos hanno l'obbligo di accettare il pagamento con carte di credito o bancomat.
  • Lo scontrino deve essere sempre conservato come prova di acquisto. Sarà prezioso in caso di merce fallata o non conforme, in quanto obbliga il commerciante alla sostituzione o al rimborso di quanto pagato.
  • Qualsiasi truffa deve essere subito denunciate ai vigili urbani, all'ufficio comunale per il commercio o ad una Associazione dei Consumatori.
  • Un'ulteriore indicazione per non eccedere con le spese, è quella di stabilire sempre un budget massimo per gli acquisti.

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.