Inferno, mostra a Roma: incontri con Lagioia, Belpoliti, Caracciolo, Colamedici, Gancitano e molti altri

Inferno, mostra a Roma: incontri con Lagioia, Belpoliti, Caracciolo, Colamedici, Gancitano e molti altri

Mostre Roma Martedì 19 ottobre 2021

Clicca per guardare la fotogallery
© scuderiequirinale.it/mostra/inferno

Roma - La mostra Inferno è stata inaugurata a Roma, alle Scuderie del Quirinale, il 15 ottobre 2021 ed è aperta al pubblico fino al 9 gennaio 2022. La grande rassegna dedicata all'Inferno di Dante Alighieri, nell’anno delle celebrazioni dedicate al Sommo Poeta, è stata ideata da Jean Clair e curata da Jean Clair e Laura Bossi. La mostra Inferno ha registrato, nel primo weekend di mostra, oltre 3.000 visitatori.

La mostra Inferno, che è dedicata alla prima delle tre cantiche della Divina Commedia, racconta la visione di Dante sul mondo ultraterreno, volta ad interrogarsi sull’evoluzione storica del concetto del Male e della sua condanna nell’aldilà, evidenziando il senso ultimo del grande affresco teologico-allegorico di Dante: indicare all’umanità un percorso di liberazione dalle miserie e dagli orrori verso una condizione di felicità e di salvezza. Un cammino, dunque, dall’alto valore simbolico che, dalla selva oscura – allegoria del peccato in cui Dante si smarrisce all’inizio della Cantica – conduce il visitatore a riveder le stelle, lasciandosi alle spalle il buio infernale verso un cammino di speranza e redenzione.

Una mostra-evento caratterizzata da un programma di incontri collaterali dal titolo Infernauti, promosso dalle Scuderie del Quirinale in collaborazione con istituti internazionali, volto ad approfondire alcuni aspetti peculiari della mostra che, nel corso dei secoli, hanno contribuito a definire la portata dell’opera dantesca ancora così attuale e determinante per la cultura contemporanea. Già sold out il primo degli incontri in calendario. Si tratta della lectio magistralis del filosofo sudcoreano Byung-Chul Han, prevista per martedì 19 ottobre, alle ore 18, presso il Goethe Institut Rom.

Nell’ambito dell’incontro, dal titolo La società della stanchezza, organizzato in collaborazione con l’Accademia tedesca Roma – Villa Massimo e il Goethe-Institut Rom, Byung-Chul Han presenterà al pubblico le sue ultime riflessioni sul tema del dolore, del male dell’uomo moderno e del suo rifiuto dinanzi all’accettazione della sofferenza, del fallimento, della finitudine. Il filosofo sudcoreano è il pensatore contemporaneo che, forse, più di altri, ha approfondito gli studi sull’etica concentrandosi, in particolare, sul comportamento dell’individuo di fronte alle trasformazioni sociali e di massa.

Byung -Chul Han sarà, inoltre, protagonista di altri due incontri a Roma: il primo lunedì 25 ottobre, presso l’Università La Sapienza di Roma, dove terrà una conferenza dal titolo Infocrazia. Digitalizzazione e crisi della democrazia. L’incontro, organizzato dal Dipartimento di Filosofia, si terrà a partire dalle ore 17 presso l’Aula VI di Villa Mirafiori. L’incontro è aperto al pubblico con prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti (prenotazioni entro il 22 ottobre al seguente indirizzo mail).

A seguire, venerdì 29 ottobre 2021, alle ore 18, una nuova lectio magistralis tenuta dal grande filosofo dal titolo Performance e ritualità si terrà presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e contemporanea di Roma. A introdurre l’incontro saranno Andrea Colamedici e Maura Gancitano di Tlon, a cui si deve l’organizzazione dell’evento, realizzato in collaborazione con la Scuola Holden di Torino e la casa editrice nottetempo. Anche per questo appuntamento l’ingresso è libero con prenotazione obbligatoria.

Ecco tutti gli ospiti di Infernauti:

  • 3 novembre
    Lucio Caracciolo - Gian Enrico Rusconi - Giorgio Falco: L’inferno in terra. Dopo i totalitarismi
    Seguendo l’iter concettuale della mostra, con questo incontro, ci addentriamo negli “inferni contemporanei” attraverso un’analisi dei totalitarismi nella storia recente, sempre alla ricerca dell’”ubicazione del bene”, come dal titolo del romanzo di Giorgio Falco, protagonista di una conversazione con Gian Enrico Rusconi, tra i massimi esponenti della storia contemporanea tedesca e con Lucio Caracciolo, esperto di geopolitica contemporanea.
    Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti.
  • 10 novembre
    Eyal Weizman e Marco d’Eramo: L’inferno in terra. Figure del dominio
    Oggetto dell’incontro è il tema dell’”inferno in terra” nelle mutevoli forme del dominio, sia che esso si palesi da un punto di vista architettonico o urbanistico sia che esso si espliciti nelle forme dell’odierna organizzazione del lavoro con le sue nuove tipologie di alienazione. Saranno ospiti Eyal Weizman che ha dedicato la sua ricerca all’architettura coloniale nei Territori Occupati nel tentativo di limitare i danni provocati dai conflitti e Marco d’Eramo, attento osservatore del mutevole mondo della fabbrica.
    Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti.
  • 16 novembre
    Laura Boella e Giulio Mozzi: L’inferno degli altri. L'impossibilità di un'isola
    L’incontro sarà dedicato all’esplorazione degli inferni più intimi e morali dell’uomo contemporaneo, contrapposti ai luoghi di felicità e di evasione. Affronteremo l’argomento con una conversazione tra una filosofa morale, Laura Boella, apprezzata per i suoi studi sulle forme di relazione tra i diversi individui, nella loro capacità di empatia e compassione, e Giulio Mozzi, scrittore italiano che proprio sui temi del male e della felicità terrena ha concentrato parte dei suoi lavori letterari.Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti.
  • 7 dicembre
    Marco Belpoliti e Walter Siti: L’inferno degli altri. Se questa è umanità
    In occasione della presentazione in mostra dell’originale della bozza per la redazione di “Se questo è un uomo” (1958) con annotazioni autografe di Primo Levi, si propone di ricordare il più tristemente noto inferno novecentesco. Sarà una straordinaria opportunità per approfondire la figura dello scrittore torinese, il suo vissuto e i suoi scritti, con il contributo di due intellettuali assai diversi tra loro: Marco Belpoliti, uno dei suoi massimi studiosi, e Walter Siti, scrittore che più volte si è confrontato con la fragilità dell’uomo attraverso le sue ossessioni.
    Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti.
  • Temple University Rome - 27 ottobre ore 19.00
    Lungotevere Arnaldo da Brescia, 15, Roma
    in collaborazione con American Academy in Rome e Temple University Rome
    SA Smythe: Speranza per tutti coloro ch'entrano: meditazioni sulla migrazione mediterranea contemporanea/ Hope for All Who Enter: Meditations on Contemporary Mediterranean Migration (*) 
    SA Smythe, performer il cui lavoro si concentra sulla poesia, sulla ricerca e sull’insegnamento. Studioso del tema del genere e delle culture afroamericane, è protagonista di questo appuntamento dedicato alle migrazioni e all’impatto culturale e sociale che essi provocano, temi centrali dei suoi studi.
    *reading in italiano e in inglese
    Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti.
  • Palazzo della Consulta – martedì 2 dicembre ore 18.30
    Piazza del Quirinale, 41 - Roma
    Carla del Ponte in conversazione con Andrea Purgatori: L’urlo del Male
    Con la partecipazione del Vice Presidente della Corte costituzionale Prof. Giuliano Amato
    Il magistrato svizzero ci racconterà la sua esperienza personale e investigativa con i criminali di guerra che hanno drammaticamente riattualizzato, nel cuore dell’Europa, indiscriminate azioni di genocidio nei confronti delle minoranze etniche presenti nella ex-Yugoslavia.
    Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti.
    Ingresso consentito dalle 17.50 alle 18.15
  • Scuderie del Quirinale
    Viaggi all’inferno della Psiche
    Edoardo Boncinelli: Il male (contributo on line dal 18 novembre)
    Perché esiste il male? Esiste un modo per evitarlo o per eliminarne gli effetti? Come si manifesta nell’uomo? Lo scienziato Edoardo Boncinelli affronterà alcuni di questi interrogativi attraverso una biologia del male, cercando di spiegare come nasce il dolore psicologico, quello fisico e la loro fisiologia.
  • 18 novembre ore 18.00
    Corrado Bologna ed Eva Cantarella: Le forme del male
    I due studiosi ci racconteranno le diverse forme del male e come queste assumano fattezze tanto più pericolose quanto più spesso ingannevoli. Esempio emblematico ne è il racconto mitico della nascita di Pandora, la così detta “Eva greca” raccontata da Esiodo. Sarà poi la volta della figura di Lucifero ad essere analizzata, personificazione di un percorso di straordinaria complessità, che concerne la nascita del male e il suo possibile riscatto.
    Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti.
  • 25 novembre ore 18.00
    Massimo Ammaniti: I figli di Edipo: fiamme biforcute
    Nicola Lagioia: Zone oscure e prigioni dell’io
    Lo psicanalista romano affronterà il tema dell’”Inferno della mente” dal punto di vista psicologico e sociale partendo dagli archetipi insieme a Nicola La Gioia, scrittore che ha dedicato buona parte dei suoi romanzi all’indagine della furia, dell’ossessione e della violenza partendo da attualissimi fatti di cronaca.
    Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti.
  • Palazzo Barberini – 14 dicembre ore 18.00
    via delle Quattro Fontane, 13 Roma
    in collaborazione con Gallerie Nazionali di Arte Antica
    S.E. Gianfranco Ravasi Le porte del peccato
    Il vizio, cui si imbatte perennemente l’essere umano, è all’origine di ogni “cattivo piacere”, tema che ha suscitato in ogni epoca l’interesse dell’etica, dell’arte e della filosofia. Grazie al contributo del Cardinal Ravasi, cercheremo di capire come mai da sempre il peccato affascina l’uomo assai più della virtù.
    Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti.
  • Accademia di Francia a Roma - Villa Medici 21 dicembre ore 18.00
    Viale della Trinità dei Monti, 1, Roma 
    In collaborazione con Accademia di Francia Villa Medici
    Piero Boitani e Patrizia Caraveo in conversazione con Marco Carminati “E quindi uscimmo a riveder le stelle”
    Il letterato ci racconterà come il primo “a veder gli astri infiniti splender nel buio” fu Omero, e come poeti e scrittori di tutte le letterature sono stati rapiti dall’incanto del cielo stellato. Su tutti Dante che, nella Commedia, si volge alle stelle all’inizio e alla fine del poema e al termine di ciascuna cantica. Ispirano musiche sublimi da Handel a Haydn da Verdi a Wagner, come pure in tante splendide composizioni contemporanee. L’astrofisica Caraveo ci avvicinerà invece al firmamento svelando al pubblico, dopo decenni di studi e di osservazione, i segreti delle stelle.
    Ingresso gratuito. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti.

Leggi il programma completodegli incontri Infernauti.

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.