Sperlonga, il borgo bianco affacciato sul mare - Roma

Sperlonga, il borgo bianco affacciato sul mare

Destinazioni Roma Giovedì 5 agosto 2021

Roma - A circa due ore da Roma tra il promontorio del Circeo e il Golfo di Gaeta troviamo uno dei borghi più belli d’Italia, Sperlonga, arrampicato su uno sperone di roccia è caratterizzato dal bianco delle sue casette divise tra loro dai caratteristici vicoli che lo percorrono in tutta la sua lunghezza e larghezza.

Sperlonga, affacciata su un mare cristallino e un lembo di costa caratterizzato da spiagge dorate, è uno dei borghi marini in provincia di Latina più amati dai romani per una giornata al mare, un fine settimana, o una vacanza un po’ più lunga. Qui tra natura, storia, archeologia, arte e buona cucina di certo non ci si annoia e i tramonti tolgono letteralmente il respiro.

Il candido borgo di Sperlonga si trova sul tratto finale della catena montuosa dei Monti Aurunci nel tratto in cui si distende sul mar Tirreno. In alcuni punti la costa, particolarmente frastagliata dà vita a piccole grotte naturali che danno il nome al borgo. Infatti Sperlonga deriva dal latino spelunca ovvero grotta.

Sperlonga tra storia e mare

La storia di Sperlonga è una storia antica che affonda le sue radici nel paleolitico, ma è nell’età romana che acquista fascino e bellezza, infatti proprio qui l’imperatore romano Tiberio costruì la sua villa estiva di cui oggi ammiriamo i resti venuti alla luce negli anni ’50 e custoditi nell’area archeologica sede del Museo Archeologico Nazionale.

Durante il medioevo questo fazzoletto di terra a picco sul mare divenne un villaggio di pescatori, spesso al centro di devastanti incursioni dei pirati che più volte lo distrussero tanto che l’ultima ricostruzione avvenne dopo il XVII secolo. E proprio nel centro del borgo è possibile ammirare ciò che resta delle sue origini. Infatti del vecchio castello circondato da mura fortificate e da torri di avvistamento rimangono le due porte d’accesso – Portella e Porta Marina – e tre torrioni che svettano nel cuore più antico del paese: la Torre Truglia, la Torre Centrale e la Torre del Nibbio.

Altre testimonianze del suo passato sono la piccola cappella di San Rocco e la chiesa di Santa Maria di Sperlonga, che risale addirittura al 1135. 

Sperlonga, le spiagge

Accanto a questa storia così antica e illustre, Sperlonga vanta spiagge dalla sabbia fine, così belle e praticabili che anche quest’anno hanno ottenuto la tanto agognata Bandiera Blu che svetta incontrastata su queste spiagge da circa vent’anni.

Una lunghissima lingua di spiaggia si estende quasi da Terracina fino a prima del porto di Sperlonga chiamata la spiaggia di Canzatora o spiaggia di Ponente. Una delle più conosciute, ideale per i bambini è meta prediletta per famiglie più o meno numerose. Più tranquilla invece è la spiaggia del Lago lungo, selvaggia e per questo la preferita dagli amanti del kitesurf.

Dal porticciolo di Sperlonga, caratterizzato dalla Torre Truglia, fino alla Grotta di Tiberio la spiaggia di Levante o anche chiamata dell’Angolo caratterizza quello spicchio di costa con la sua sabbia chiarissima e quasi impalpabile. La spiaggia è raggiungibile anche dal centro storico attraverso le caratteristiche scalette che prima portano al belvedere e poi immettono alla spiaggia. E qui si trova la Spiaggia della Sorgente dove dalla roccia sgorga una sorgente di acqua dolce, freddissima e abbondante che un tempo era l’unica fonte di approvvigionamento della zona.

La spiaggia di Levante è una delle spiagge più frequentate con i suoi stabilimenti balneari sempre provvisti di ristoranti e servizi come l’affitto di canoe e pedalò. L’ultimo tratto di questa spiaggia è caratterizzato dalla spiaggia della Grotta di Tiberio, riserva marina protetta. Qui non si può sostare con asciugamani o pranzo al sacco, ma vale la pena passeggiare addentrandosi quasi fino alla grotta. Ovviamente se si è provvisti di maschera e boccaglio una immersione è d’obbligo per ammirare il magnifico fondale. Più in là, verso Gaeta si trova una caletta unica, di certo una delle più belle del Lazio, la spiaggia dei 300 scalini, chiamata così perché per arrivarci si devono scendere ben 300 scalini ed è accessibile solo a pagamento.

Sperlonga dove e cosa mangiare

Passeggiare per i vicoli di Sperlonga è una continua scoperta, di scorci, portoncini, piccoli anfratti e tanti piccoli e ottimi ristoranti dove le specialità laziali si fondono splendidamente con quelle campane visto che la Campania è veramente a una manciata di chilometri. Tra i piatti tipici ricordiamo le zuppe di pesce come la zuppa di sarde e quella alla sperlongana. Ottime le mozzarelle, i pomodori a grappolo, la rucola, il basilico e il sedano bianco a coste. Prodotti semplici, ma dai sapori inebrianti che coccolano il palato e migliorano l’umore.

All’interno del borgo e sul lungo mare c’è solo l’imbarazzo della scelta. Nel cuore del borgo di Sperlonga esattamente a via Ottaviano 17 il Ristorante Gli archi dal 1988 rapisce i suoi clienti con un menu dove il mare è il protagonista indiscusso e gli archi, da cui prende il nome, con la piazzetta antistante assicurano un’atmosfera accogliente e allo stesso tempo informale. Qui il menu cambia in funzione della spesa giornaliera. Da assaggiare la tartare di gambero rosa su salicornia e mantecato di baccalà con pomodori secchi e gli scialatielli della casa con calamaretti, basilico, asparagi e pomodorini.

Tra pesce fresco, crostacei, bollicine ricercate e crudi di mare a un passo dal lungo mare il Ristorante Altrò (via Cristoforo Colombo 58) è il luogo ideale per una cena estiva all’aperto. Prodotti ittici freschissimi qui fanno davvero la differenza e i bucatini alla matriciana con seppie calamari guanciale e pecorino sono un’esplosione di sapore che mette d’accordo tutti i palati. Per gli amanti del dolce da provare il sorbetto all’arancia e cioccolata .

Proprio sul porticciolo di Sperlonga, il Bar Ristorante Il porticciolo è una tappa da non saltare. La limonata spezza la sete di metà pomeriggio mentre il sautè di cozze e vongole allietano pranzi o cene. Il pesce è sempre freschissimo e ottimo è il rapporto qualità / prezzo. Da non lasciarsi sfuggire le fritture di pesce oltre agli gnocchi con vongole veraci e crema di zucchine.

Poi per un aperitivo c’è il Bar La piazzetta nel cuore del borgo di Sperlonga. Qui l’aperitivo è un vero e proprio rito e i cocktail sono l’esempio del giusto equilibrio di miscele come il mojito Amalfi e il Sorrento. Drink, accompagnati sempre da ottimi affettati, formaggi, fritti, mozzarelline, frittate e diversi tipi di specialità salate.

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.