Roma, pizzerie all'aperto: dove mangiare fuori le mura

Roma, pizzerie all'aperto: dove mangiare fuori le mura

Food Roma Martedì 18 maggio 2021

© pixabay.com

Roma - Anche a Roma dal 26 aprile possiamo di nuovo mangiare all’aperto in pizzeria, e fino alle 22 è consentitomangiare una pizza accompagnata da una birra o da una scelta di vini inedita. A Roma, ogni quartiere vanta almeno una pizzeria, e da un po’ di anni molti pizzaioli di esperienza hanno scelto la periferia per aprire i propri locali che sono diventanti punti di ritrovo per gli amanti della pizza, anche per mangiare all'aperto. Andiamo a vedere alcuni indirizzi da non lasciarsi scappare lontani dal centro storico della città.

Dove mangiare la pizza all'aperto a Prati e Ostiense: Sant’Isidoro. Pizza & Bolle

Nel quartiere Della Vittoria a Prati (via Oslavia, 41) e nel quartiere Ostiense all’ombra del Gasometro (Lungotevere di Pietra Papa, 201) troviamo Sant’Isidoro – Pizza & Bolle, dove è possibile assaggiare un accostamento inedito ovvero pizza di alta qualità con bollicine e cocktail, sia a pranzo che a cena. La filosofia che tiene stretta i due locali è portare nelle pizze l’amore per la natura e per i prodotti genuini. Le aree esterne non sono spaziosissime perciò si consiglia la prenotazione.

Dove mangiare la pizza all'aperto a Ponte Milvio: TreeToo

A Ponte Milvio nella nascosta via Prati della Farnesina 76, da circa due anni TreeToo con le pizze di Alessandro Angelieri spopolano nell’ampio dehors. Massima attenzione alle farine e agli impasti e ingredienti delle farciture provenienti prevalentemente da agricoltura biologica, lievitazione lenta e farine bio dell’Antico Molino Rosso. Le pizze vengono esaltate dalla proposta di birre della Free Lions Beer, birrificio artigianale della Tuscia.

Dove mangiare la pizza all'aperto a Parioli: La Pariolina

Su viale dei Parioli al civico 93, i tavolini ordinati e semplici de La Pariolina accolgono i clienti con le loro pizze cotte al forno a legna. La scelta delle farine verte solo sulle macinate a pietra e la lievitazione è di oltre 72 ore per l’impasto della napoletana col “cornicione” morbido, bassa e croccante nella versione romana o integrale. L’impasto è con lievito madre rigenerato quotidianamente.

Dove mangiare la pizza all'aperto vicino a piazza Bologna: Fornace Stella

In piazza Lecce 9, a un passo da piazza Bologna, Villa Torlonia e Viale Regina Margherita, troviamo una tipica pizzeria con cucina Fornace Stella, che dal 2018 delizia gli abitanti del quartiere. Lo spazio esterno è ben organizzato e le bajour che illuminano i tavoli a cena creano un’atmosfera intima e raccolta. Qui la pizza è sempre digeribile grazie alle cure del pizzaiolo Giancarlo Casa e di tutto lo staff della cucina.

Dove mangiare la pizza all'aperto a San Lorenzo: Farinè

A San Lorenzo, in via degli Aurunci 6, Farinè propone una ristretta varietà di pizze, disponibili in tre formati: small, regular e large. L’impasto è a lunga lievitazione, almeno 72 ore, pasta madre viva e farine senza additivi chimici, per una pizza doc accompagnata da vini italiani e birre estere. Da non perdere il calzone con frittata di asparagi, cipolle e formaggio pecorino semistagionato. I tavoli esterni ci sono, ma se piove solo asporto.

Dove mangiare la pizza all'aperto al Pigneto: Sant’Albero

La pizzeria Sant’Albero al Pigneto (via del Pigneto, 46), nel rispetto della normativa di questo periodo, ospita i clienti nella sua ampia veranda. I pizzaioli qui lasciano al cliente la scelta dell’impasto napoletano, romano, integrale, pizza pane. Tutti gli impasti sono ad alta digeribilità, preparati con materie prime d’eccellenza, farine di alta qualità, lievito madre e tempi lunghi di maturazione e lievitazione, tenendo conto anche delle condizioni climatiche.

Dove mangiare la pizza all'aperto a Torpignattara: A rota pizzeria

Farine antiche e tradizione da A rota pizzeria (via di Torpignattara 190) dove Sami El Sabawy stende la sua pizza romana con il mattarello. Da assaggiare la pizza con fior di latte, patate lesse, spinaci ripassati, pomodori secchi e semi di sesamo. I fritti non mancano, anzi sono uno dei punti di forza della pizzeria, oltre ai classici, da provare il supplì con salame corallina, cipolotto stufato e gorgonzola dop. I posti esterni sono limitati perciò si consiglia la prenotazione.

Dove mangiare la pizza all'aperto nel quartiere Appio Latino: Sbanco

Nel quartiere Appio Latino, Sbanco, in via Siria 1, è un indirizzo immancabile. Qui tutto ruota intorno alle materie prime come il fiordilatte pugliese, il capocollo di Martina Franca, per arrivare all’impasto che lievita 36 ore. I fritti poi sono impeccabili e il menu oltre a proporre i grandi classici, nel periodo di fine aprile e inizio maggio propone un supplì cremoso di pecorino romano, pepe e fave fresche. Lo spazio esterno non è grande perciò la prenotazione è consigliata.

Dove mangiare la pizza all'aperto a Furio Camillo e Tor Bella Monaca: I Quintili 

Nella zona Furio Camillo (via Eurialo 7C) e Tor Bella Monaca (via San Biagio Platani 320) la pizzeria I Quintili è una garanzia. Una pizza soffice e leggera condita con i migliori ingredienti per non parlare dei fritti. In questo periodo Marco Quintili non si è fermato e ha dato vita a un nuovo impasto studiato proprio per la pizza a portar via, l’impasto è segreto! Da non perdere le frittatine e le crocchette, sia quelle classiche, sia quelle nelle varianti speciali. I dehors dei due locali assicurano il corretto distanziamento, in ogni caso si consiglia la prenotazione.

Dove mangiare la pizza all'aperto nel parco Appio: Pizzeria Elementare

Tra il quartiere Appio Latino e l’Appio Pignatelli, nel parco Appio, Mirko Rizzo ha aperto da qualche anno la sua Pizzeria Elementare (via dell’Almone 105 ) dove si può gustare la pizza romana croccante e saporita. Immancabili i fritti proposti nella versione tradizionale e quelle creative sempre avvolti da un’impanatura asciutta, croccante e friabile.

Dove mangiare la pizza all'aperto a San Basilio: Straforno

A San Basilio, Straforno (via del Casale di San Basilio 19) è un indirizzo da non mancare per gli amanti della pizza. Lo spazio esterno è alquanto ampio e può ospitare fino a 100 persone ben distanziate. La pizza è alla brace e l’impasto ha una lievitazione di minimo 48 ore e massimo 72 ore. E’ un impasto ad altissima idratazione, ultra digeribile, e al gusto rimane fragrante e leggera. Le pizze alla brace vengono cotte all’interno del forno a legna, in teglia sopra la brace. I fritti sono fatti in casa e sono quelli della tradizione, croccanti e leggeri.

Dove mangiare la pizza all'aperto nel quartiere Ostiense: Spiazzo

Spiazzo (via Antonio Pacinotti 83) del pizzaiolo Alessio Mattaccini, spopola nel quartiere Ostiense. L’area pedonale su cui si apre il locale offre un ottimo spazio per accogliere in sicurezza i clienti. Quella di Mattaccini è una pizza soffice con bordi croccanti e gli ingredienti per il condimento sono sempre freschi, scelti tra i prodotti locali e di stagione. Tra proposte classiche e originali non passano inosservati i fritti da provare accompagnati con le birre artigianali.

Dove mangiare la pizza all'aperto a Portuense: In Fucina

Nella non lontana zona Portuense, in via Giuseppe Lunati 25 troviamo la pizzeria-ristorante In Fucina, il regno di Edoardo Papa. Impasti dove una pregiata materia prima si accosta a una lievitazione lunga e attenta. Così, l'impasto risulta fragrante, biscottato, talmente leggero che come lo definisce lo stesso Papa è quasi una nuvola, le farine sono biologiche semintegrali, molite a pietra da mugnai artigiani. Nulla perciò è lasciato al caso e si sente. Pizze da accompagnare volendo a un calice di bollicine.

Dove mangiare la pizza all'aperto in via Fani: Celestina alla Camilluccia

Celestina alla Camilluccia, presso l’autorimessa in via Mario Fani 124, è diventata negli ultimi anni un punto di ritrovo per chi vuole gustare una buona pizza e altre specialità della cucina a un prezzo modico. Dal forno tre tipi di impasto a scelta del cliente e, dalla cucina, i sapori che ruotano intorno alla tradizione più familiare, alle ricette italiane realizzate con grande cura per i prodotti, cotture e preparazione. Un giardino di macchia mediterranea accoglie i clienti, tra cespugli fioriti, erbe aromatiche, alberi di limone, fragole, un ulivo centenario e profumi di spezie.

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.