Dove mangiare all'aperto a Roma Trastevere: a pranzo e a cena, i ristoranti da non perdere

Dove mangiare all'aperto a Roma Trastevere: a pranzo e a cena, i ristoranti da non perdere

Food Roma Martedì 11 maggio 2021

Roma Trastevere
© pixabay.com

Roma - Dove mangiare all'aperto a Roma a pranzo e a cena? Anche a Roma, come in tutte le zone gialle d’Italia, i ristoranti hanno rialzato le saracinesche a pranzo e a cena, ma solo con tavoli all’aperto e dehors, rispettando sempre il coprifuoco delle 22. Per tutti i ristoranti che non hanno possibilità di avere spazi esterni, la riapertura al momento si fa ancora attendere, ma è sempre consentito l’asporto e il delivery.

Così, nel rispetto delle indicazioni del Cts e delle linee guida ci si può ritrovare intorno a un tavolo per un massimo di quattro persone all’esterno di un ristorante, e nella tipica convivialità mediterranea gustare una pietanza cullati dalla brezza marina, il Ponentino, che nelle ore pomeridiane accarezza le vie del centro di Roma mitigando i primi caldi di stagione.

Iniziamo questa passeggiata da uno dei quartieri più caratteristici e più conosciuti al mondo, Trastevere, qui ovviamente i ristoranti non mancano, anzi, negli ultimi anni hanno preso il posto di molte piccole botteghe e negozi tipici romani, spoetizzando i vecchi vicoli che caratterizzano questa ansa al di là del Tevere da cui appunto il nome Trastevere.

Proloco Trastevere: dalla colazione alla cena

Proloco Trastevere (via Mameli 23) riparte nel dehors esterno, dalla colazione alla cena. Qui tradizione, territorialità e certezza di una filiera controllata sono gli elementi fondanti della cucina. Una cucina che usa metodi di cottura antichi e tecniche moderne. Da non perdere la carbonara, eletta dal Gambero Rosso La migliore carbonara di Roma.

Da Enzo al 29 per mangiare la gricia alla romana

Torna a pranzo e a cena uno degli indirizzi più amati di Trastevere, in via dei Vascellari 29, ovvero Da Enzo al 29, dove non si può non ordinare la gricia alla romana cucinata rigorosamente con pecorino romano e guanciale. Anche se i tavolini sono limitati alla zona esterna - scrupolosamente attrezzata nel rispetto delle norme anti Covid - per il pranzo e la cena non si prenota, si arriva e si aspetta il proprio turno.

Eggs: carbonara e uova cucinate in tutti i modi

Sempre a Trastevere, e precisamente in via Natale del Grande 52, troviamo Eggs, la patria delle uova con un’altra carbonara doc. Per gli amanti delle uova è un indirizzo obbligatorio, qui nel dehors che ora conta 20 posti, si può mangiare l’uovo di gallina (rigorosamente biologico e da allevamenti sostenibili), ma anche di quaglia, caviale e bottarga, in tutte le sue forme e cotture.

Jacopa, per mangiare in terrazza, dall'aperitivo alla cena

All’interno dell’Hotel San Francesco a Ripa, non lontano da Porta Portese, lo spazio esterno e la terrazza di Jacopa (via Jacopa de’ Settesoli, 7) sono pronti per deliziare con le proposte dello chef Piero Drago per un aperitivo o una cena dove la scelta della materia prima fa nettamente la differenza. Deliziosi i tortelli con ricotta, bottarga e limone.

Osteria Fernanda, tra degustazioni e menu alla carta

L’Osteria Fernanda, in via Crescenzo del Monte 18, tra Trastevere e Ponte Testaccio, dotato di un ampio spazio esterno, presenta il menu primaverile preparato dallo chef Davide Del Duca. Tra i piatti proposti ricordiamo il tonno, jus di vitello, rosa canina e papavero. Tra percorsi degustativi e piatti alla carta si assapora una cucina moderna legata al territorio e ai sapori della tradizione, dove le materie prime artigiane sono le vere protagoniste.

Tiberino: mangiare a pranzo e a cena nel dehors

Spostiamoci ora all’isola Tiberina dove Tiberino (via Ponte Quattro Capi, 17-18) nel suo dehors, dalla domenica al giovedì, ospita i clienti per il pranzo, mentre il venerdì e il sabato rimane aperto anche per la cena. Con la sua pasta artigianale, le mozzarelle di bufala dell’agro pontino e le sue variazioni sul tema della coda alla vaccinara è sicuramente la pausa ideale in uno degli angoli più suggestivi di Roma.

Dove mangiare al Ghetto di Roma? C'è Renato al Ghetto

A un passo dall’Isola Tiberina il Ghetto offre tante possibilità di assaporare le specialità kosher in uno dei tanti ristoranti che lo animano come Renato al Ghetto (via del Portico d’Ottavia, 5), che con la sua cucina guidaico-romanesca propone piatti moderni e della tradizione. Qui in primavera e autunno non ci si può alzare senza non aver assaggiato il carciofo alla giudia.

Roscioli: dai maritozzi all'aperitivo

Attraversiamo via Arenula e ci troviamo in piazza Benedetto Cairoli dove, al numero 16, il Caffè Roscioli delizia i palati più esigenti con i suoi maritozzi classici e salati, i dolci monodose e un’ineccepibile scelta di caffè. I tavolini antistanti ospitano fino alle 12 i clienti del Caffè e dall’ora di pranzo fino alle 22 chi desidera gustare i piatti del Ristorante Salumeria Roscioli (via dei Giubbonari 21). A via del Conservatorio 58 si rimane in famiglia con la Rimessa Roscioli, che accoglie i suoi clienti tra ombrelloni e tavolini per un pausa all’insegna di vini d’eccellenza e piatti della tradizione italiana.

Dove mangiare in piazza della Quercia a Roma: c'è l'Osteria della Quercia

Nella deliziosa piazza della Quercia non passa inosservata l’Osteria della Quercia della famiglia Monteforte, dove si possono gustare anche le specialità appena sfornate dal forno in via del Pellegrino riportato a nuova vita proprio grazie alla volontà di tutta la famiglia, professionisti da sempre nel settore della ristorazione. Tra tavoli e sedie di legno, in uno degli angoli più raccolti di Roma, il locale propone piatti che esaltano le materie prime scelte personalmente dallo chef Paolo Sirianni.

Dove mangiare a Ponte Sisto a pranzo e a cena? Ecco Pianostrada

A pochi passi da Ponte Sisto riapre Pianostrada (via delle zoccolette, 22) di Paola, Chiara, Flaminia e Alice che hanno approfittato di questa pausa – anche se la cucina non ha spento mai i fuochi - per mettere a punto il nuovo menu e per un piccolo restyling del locale che accoglie i clienti nel suo giardino interno, un piccolo gioiello dove gustare le prelibatezze di famiglia, street food rivisitato e realizzato con materie prime di ottima qualità. Aperto tutti i giorni a pranzo e a cena e nel weekend anche a colazione.

Dove mangiare all'aperto in piazza Navona? C'è Camillo a piazza Navona

Mangiare in piazza Navona godendo di una delle più affascinanti espressioni del Barocco, tra le opere del Bernini e del Borromini è un’emozione da non perdere. Camillo a Piazza Navona (piazza Navona, 79) gestito oramai dalla quarta generazione della famiglia De Sanctis, ha rimodulato l’offerta per attirare non solo i turisti, ma e soprattutto i romani grazie a un aperitivo in piazza, il drinketto consumato con qualche sfizio street food appena uscito dalla cucina e tante altre specialità dove la materia prima fa da protagonista incontrastata.

Dove mangiare a Sant'Apollinare: c'è Gusto

Non lontano da piazza Navona, all’ombra di Palazzo Altemps tra piazza Sant'Apollinare e largo Zanardelli gli ampi dehors di Gusto sono pronti per deliziare i clienti dalla colazione alla cena, tutti i giorni dalle 10 alle 22. Forte di una lunga esperienza che risale al 1998, quando il primo Gusto aprì in piazza Augusto Imperatore animando i suoi portici fino al 2019, la formula del ristorante trae ispirazione dal patrimonio gastronomico del Bel Paese, con attenzione alle cotture, alla selezione della materia prima e agli abbinamenti con i vini.

Dove mangiare in piazza di Pietra a pranzo e a cena: Osteria dell’ingegno

Non meno affascinante, Piazza di Pietra offre un’area pedonale dove poter mangiare distanziati godendo di una vista unica, quella dell’antico tempio di Adriano. Qui al civico 45 troviamo l’Osteria dell’ingegno dove è possibile mangiare a pranzo, a cena oppure fermarsi per un aperitivo veloce. Dal 1997 offre una cucina genuina legata alla tradizione italiana in cui non manca mai estro e creatività, qui trova il giusto spazio una carta dei vini di tutto rispetto con circa 300 etichette esclusivamente italiane e in particolare laziali.

Dove mangiare al Pantheon: La Rosetta, menu a base di pesce

In uno dei vicoli che si affacciano al Pantheon dal 1966 il ristorante La Rosetta (via della Rosetta, 8) è una garanzia per un menu a base esclusivamente di pesce dove ai crudi è riservato il posto d’onore. La famiglia Riccioli da sempre ha portato avanti la tradizione marina a Roma la cui eredità è passata a Massimo Riccioli che prosegue la sfida della reinterpretazione della trattoria, valorizzando la materia prima rielaborata con sapienza e artigianalità.

Dove mangiare all'aperto a Palazzo Borghese: ristorante Adelaide, cucina mediterranea

Sempre all’aperto, ma al riparo dagli sguardi dei passanti, il ristorante Adelaide (via dell’Arancio 69) guidato dallo chef Gabriele Muro, offre un posto fuori dal tempo protetto dalle mura del palazzo Borghese. Qui le ricette del giovane chef partono dalla semplicità, dalla tradizione culinaria e dai colori della sua isola natia, Procida. Una cucina mediterranea che cambia a seconda delle stagioni senza tralasciare i classici della tradizione romana e strizzando sempre l’occhio al futuro.

Il Marchese. Osteria Mercato Liquori, piatti tipici romani da mangiare all'aperto

Al 162 di via di Ripetta Il Marchese – Osteria Mercato Liquori negli ultimi anni è diventato uno degli indirizzi più amati della città. Anche se dai tavolini esterni sarà un po’ più difficile osservare i cuochi all’azione, ci si potrà sempre deliziare con i piatti tipici della tradizione romana rivisitati in chiave moderna. Da assaggiare la carbonara del marchese e la sua scarpetta, servita con l’iconica rosetta romana.

Settimo Roman Cuisine & Terrace: mangiare all'aperto a Villa Borghese

A un passo da Villa Borghese e via Veneto una terrazza da non perdere è quella del ristorante Settimo Roman Cuisine & Terrace (via Lombardia 47). Al settimo piano dell’Hotel Sofitel Roma Villa Borghese, con una vista mozza fiato su Roma, il ristorante è il regno indiscusso dello chef Giuseppe D’Alessio che interpreta con creatività e rispetto la tradizione gastronomica romana e laziale.

Ristorante Il Giardino dell’Hotel Eden: mangiare in terrazza a Roma al tramonto

Sempre una terrazza, sempre un panorama che toglie il respiro, quello del Ristorante Il Giardino dell’Hotel Eden (via Ludovisi, 49). Da qui Roma è ancora più splendida specialmente al tramonto, quando le cupole della città si tingono di rosa e la cucina, diretta dallo chef Fabio Ciervo, si inonda di odori e sapori in perfetto equilibrio tra «innovazione, benessere, ingredienti, gusto e arte».

Moma: mangiare all'aperto a Roma in via Veneto

Tra via Veneto e piazza Barberini, in via San Basilio 42 riapre Moma, ideato dai fratelli Gastone e Franco Pierini, che accolgono i clienti nel dehors esterno. I menu del ristorante vengono realizzati partendo da una scelta etica: quella di selezionare un’ottima materia prima direttamente da piccoli allevatori, coltivatori, pescatori del territorio italiano, in base alla stagionalità. Questa scelta rispecchia le origini e il credo dei proprietari e dello chef Andrea Pasqualucci, sia nel lavoro che nella vita quotidiana condivisa da tutto lo staff. Nel 2019 questa visione della cucina viene premiata con il riconoscimento della Stella Michelin.

La Matriciana: mangiare all'aperto vicino alla Stazione Termini

A un passo dalla Stazione Termini dal 1870 La Matriciana (via del Viminale 44 di fronte al Teatro dell’Opera) è l’indirizzo da non perdere se si vuole gustare la vera matriciana. Ancora oggi il ristorante mantiene la struttura conferitagli dai lavori degli anni '30 e grazie all’atmosfera che vi si respira, fa parte dell’associazione locali storici d’Italia. In questo periodo, visto il piccolo dehors esterno, si consiglia la prenotazione.

Ristorante Aroma: mangiare all'aperto con vista sul Colosseo

Terminiamo questa passeggia nel cuore di Roma tra piatti della tradizione, sofisticati menu, piazze dall’atmosfera raccolta, giardini segreti e viste mozzafiato, con una terrazza unica al mondo la cui vista Colosseo non verrà dimentica facilmente. In via Labicana 125 l’esclusivo Palazzo Manfredi ospita all’ultimo piano il Ristorante Aroma, dove la terrazza si affaccia prepotentemente proprio sul Colosseo. La cucina guidata dallo chef Giuseppe Di Iorio propone menu degustativi in un rinnovato percorso in cui si ritrova la sua filosofia gastronomica fatta di creatività, passione, ricerca, tecnica e rispetto per la materia prima.

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.