Natale 2020 a Roma, cosa mangiare tra delivery e take away. Le proposte dei ristoranti

Natale 2020 a Roma, cosa mangiare tra delivery e take away. Le proposte dei ristoranti

Food Roma Martedì 22 dicembre 2020

Roma - Questo Natale 2020 lo ricorderemo per anni. Le cucine quest’anno non saranno animate da nonne e zie intente a impartire ordini sulla giusta pastella da preparare per i tradizionali fritti della vigilia. Mancheranno le lunghe tavolate con le immancabili tombole e i brindisi accompagnati da pandori, panettoni, panpepati e torroni. Per molti i saluti quest’anno saranno via zoom dove si scambieranno auguri e quell’atmosfera natalizia per anni scontata e ora così ambita.

Perciò per questo Natale in solitaria, se la cucina non è il nostro forte, arrivano in soccorso cene e pranzi natalizi a domicilio o da asporto con una scelta a dir poco allettante. A Roma i ristoranti hanno già preparato la loro offerta con prezzi per tutte le tasche. Ci si potrà far coccolare tra menu stellati e take away biologici, delivery vegani e piatti a base di pesce crudo, proposte della cucina più tradizionale e quella più gourmet. Insomma tutti i palati saranno accontentati.

Ecco alcune idee dei locali romani per il cenone e il pranzo di Natale da gustare a casa.

Iniziamo con Rimessa Roscioli in pieno centro di Roma (via del Conservatorio, 58) che propone i suoi Box viglia e Box pranzo di Natale (35 Euro a persona vini esclusi), in cui ritrovare tutti i sapori tipici del Natale dal baccalà mantecato, alle burratine in carrozza - da friggere comodamente a casa per non perderne la fragranza -, dai calamari marinati all’insalata di finocchi, arance e olive itrane. E per il pranzo dai tortellini in brodo alla polpetta di bollito per terminare con un tiramisù artigianale.

A piazza della Cancelleria troviamo Ditirambo con le sue proposte all’insegna della cucina tradizionale italiana. Per il pranzo di Natale offre un menu alla carta o un menu degustazione (40 Euro a persona vini esclusi). E qui ritroviamo i nostri piatti tipici dai tortellini in brodo ai cannelloni, dalle costolette d’abbacchio panate alle polpette di lesso, dalle puntarelle alla cicoria. Posto d’onore al carciofo alla giudia, sempre presente sulle tavole natalizie romane. Per chiudere in bellezza cremoso all’arancia con ganache di cioccolata fondente e la millefoglie di zabaione al Vecchio Florio con nocciole tostate e cioccolato.

Non lontano da piazza della Cancelleria, a via dei Banchi Vecchi 129a, non passa inosservato Il Pagliaccio, il ristorante due stelle Michelin dello chef Anthony Genovese che per il 24 e il 25 dicembre propone la Home experience box, pensata per due persone (250 Euro). Le box possono essere consegnate entro il Gra Roma oppure ritirate presso il ristorante stesso. Per la cena della vigilia di Natale si ha la versione con il baccalà (mantecato con patate della Sila, tartufo nero e puntarelle) o con il pesce (ricciola, latte di cocco, lime e carciofi). Per il pranzo di Natale lo chef punta sulla tradizione, preparando la pasta al forno con ragù di cinghiale e la guancia di vitello brasata, polenta, funghi e tartufo. Tutte le Home experience box saranno accompagnate da una bottiglia di Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2008.

La Quercia (piazza della Quercia 23-25), per la cena della vigilia di Natale ha pensato a un menu ricco ai sapori del mare, per un asporto oltre la tradizione (45 Euro vini esclusi). Si inizia con l’antipasto a base di insalata di polpo e patate, a seguire il primo con lasagne al ragù di pesce, e per secondo abbiamo il filetto di branzino con carciofi e patate. Infine, per concludere in dolcezza, torta sacher all’arancia.

A via delle Zoccolette 22, Pianostrada - laboratorio di cucina propone per la cena del 24 dicembre un menu (70 Euro) a base di salmone selvaggio marinato, chevre, pistacchi, melograno e arancia, pane burro e alici del Cantabrico, con limone candito, la tiella di scarola con olive di Gaeta, pinoli tostati, uvetta, capperi di Pantelleria e castagne. Il menu prosegue con cannelloncini di mare, ricotta e limone in guazzetto con calamari, polpo verace, seppioline e frutti di mare, spigola al vapore, patate sfogliate salvia e rosmarino e mayo agli agrumi. Si conclude con morbido al cioccolato fondente 70%, crema inglese, nocciola e menta.

Al Ghetto abbiamo la proposta dei ragazzi di Bottega tredici (via dei Falegnami, 14) in delivery o asporto. Ampia la scelta del menu tra antipasti, primi e secondi della tradizione, di carne, di pesce e vegetariani per andare incontro a tutti i gusti (il prezzo varia a seconda dei piatti scelti).

Asporto e consegna a domicilio è anche la proposta di Alfredo alla Scrofa (via della Scrofa 104) che, con Il Natale di Alfredo offre un menu che va dagli antipasti come il crudo di pesce per passare ai primi della tradizione come i tortellini in brodo, fino ai secondi natalizi che variano dall’agnello al baccalà croccante e una serie di dolci tipici della tradizione italiana (il prezzo varia a seconda dei piatti selezionati).

Per me Giulio Terrinoni, nel centralissimo vicolo del Malpasso 9, ha pensato alla cena della vigilia di Natale in Home delivery (95 Euro). Il pacco comprende focaccia per me con olive ascolane di cernia maionese di mare, insalata di mare e ortaggi, torta di patate e baccalà bagna cauda moderna, carbonara di mare 2006 special kit, zuppa di pesce al cartoccio, la mia idea di panpepato salsa al mandarino, per terminare con una scelta di piccola pasticceria.

A Trastevere Ristorante Rione 13 (via Roma Libera 19) con la sua filosofia di guardare al passato con i sapori tipici per assaggiare il futuro con rivisitazioni gourmet, propone due opzioni in delivery una per la vigilia, l’altra per il pranzo di Natale. L’offerta passa dai gamberi rossi in pasta kataifi accompagnata da sweet chily ai carciofi alla giudia, dal krapfen salato al maritozzo con tartare di orata, avocado e battuta di pomodorino per passare alla lasagna fatta in casa e continuare poi con alcune altre specialità in equilibrio tra tradizione e sperimentazione (il prezzo varia a seconda dei piatti selezionati).

A via Ostiense 181, la caffetteria bistrot Verde pistacchio propone tre diverse scelte menu di pesce, menu vegetariano e menu vegano (25 Euro a persona). Tutte le tre opzioni comprendono tre antipasti, un primo, un secondo e un dolce. Sempre in zona Ostiense, Ristoro degli Angeli (via Luigi Orlando 2) propone un menu natalizio (45 Euro) da asporto e delivery che comprende tre antipasti (fritto di broccoli, ricotta, baccalà e mele; millefoglie di polpo e patate; cozze ripiene e gratinate al limone), due primi (lasagnetta con carciofi e sughetto di tonno per gli spaghetti da cuocere a casa), due secondi (tortino di alici e indivia; calamaro ripieno), e poi l’immancabile dolce un tiramisù. In omaggio una bottiglia di Prosecco di Conegliano Valdobbiadene Docg Althea.

In zona Eur, Ai piani (via Francesco Denza 35) rinnova la tradizione della cena della vigilia take away. Il menu di quest’anno comprende crudi di pesce, pesce direttamente dal banco, pesce azzurro. Tra i primi e i secondi troviamo minestra d’arzilla con broccoli e fregola, salsa per pasta all’astice, arrosto di tonno, polpo verace alla catalana, baccalà cotto a bassa temperatura e ricciola brasata al vino (il prezzo varia a seconda dei piatti selezionati).

Sintesi a Centocelle (Viale dei Castani 17), per la cena della vigilia di Natale ha pensato a una Christmas box limited edition, per 2 persone (90 euro vini esclusi). La scatola è composta da pane semintegrale e olio Flaminio (selezione fruttato 2020), crudo di ricciola e olio alla ‘nduja, crudo di lampuga e tartufo, gamberi viola e rafano, baccalà mantecato, spaghetto monograno Felicetti, ostrica e burro acido, orata a libretto con panure di erbe aromatiche, carciofi e mentuccia, lemon tart. È possibile aggiungere le ostriche spècial cadoret (4 Euro al pezzo). Spaghetti ed orata sono da cuocere, ma niente panico all’interno del box tutte le indicazioni renderanno semplicissima la preparazione.

All’Ardeatino, Ristorante Livello 1 (via Duccio di Buoninsegna 25) ha pensato a un menu degustazione di sei portate a scelta dello chef Mirko Di Mattia (120 Euro). La nota pizzeria di San Basilio Straforno (via del Casal si San Basilio 19) propone a domicilio, il  suo pranzo di Natale anche senza glutine (35 Euro). Si inizia con un brindisi a base di prosecco e chips fatte in casa per passare alle straolive, alla mini parmigiana e alla focaccia ripiena. Si va avanti con bis di primi, secondi e contorni della tradizione: tortellini al sugo di manzo, cannelloni ricotta e spinaci, arista di maiale e contorni vari. Si chiude con una panna cotta dello stesso Straforno. Acqua, vino, caffè e amaro sono inclusi nel prezzo.

In via Vercelli, a un passo da Piazza Re di Roma, il piccolo ristorante Schietto, per la cena della vigilia e per il pranzo di Natale, ha pensato a un menu da completare a casa. Lo chef ha realizzato piatti con tecniche di cottura veloci, confezionati e conservati a temperatura controllata. Una volta arrivati a casa sarà sufficiente accendere il forno a 180 gradi e terminare la cottura per una decina di minuti. Ampia scelta per il menù dalle bruschettine al vitello tonnato alla lasagnetta bianca, dal salmone in crosta all’abbacchio al forno (il prezzo varia a seconda dei piatti selezionati).

Nella zona Furio Camillo, Rinomato san Giovanni (via Soana 30) propone un menu delivery natalizio per la vigilia (38 Euro). La scelta va dal baccalà mantecato alle puntarelle con alici, burrata e nocciole, poi si continua con cannelloni con crema di broccolo romano, baccalà alla romana e salame al cioccolato.

Il ristorante Acquasanta di Testaccio (via Aldo Manuzio 28) ha pensato a Vigilia a casa tua. Box cena per due persone (box cena 50 Euro – box crudi 25 Euro). Con tartare di tonno, puntarelle, mandarino e mandorle, polpo in insalata, calamaro ripieno, broccolo romanesco e patate, calamarata “Mancini”, rombo, carciofi e bottarga, rana pescatrice in guazzetto, il pane di Giulia, focaccia e grissini, e si finisce con dolci coccole natalizie. Oppure si può scegliere il box crudo in 5 creazioni con scampi, mazzancolle, calamari, sfiletto di marmora, sfiletto di fragolino.

A un passo da Piazza Fiume, il ristorante Chinappi (via Valenziani 19) propone per il cenone del 24 dicembre un menu da asporto e delivery (80 Euro) dove sono previsti gamberi gobetti al moscato di Terracina, baccalà scottato su crema di porri e scarola, calamaro ripieno con cavolo nero, ricciola grigliata con verza e fagioli, paccheri con scampi di Ponza, pastiera. BucaVino (via Po 45a) offre il suo menu per il take away della cena della vigilia di Natale. La scelta è a dir poco variegata, gli antipasti contemplano catalana di gamberoni con cipollina di Tropea in agrodolce e polpettine di melanzana affumicata con calamaro marinato al lime. Tra i primi, invece, ravioli di baccalà, fondente di pomodoro e cipolla caramellata, pasta e fagioli con cozze e maltagliati. Tra i secondi frittura di calamari e carciofi e tonno porchettato con aceto di mele e insalata di rucola e mela. Non potevano mancare dolci come: panettone fatto in casa, gelato al torrone e gelato al panettone, tiramisù al pandoro (il prezzo varia a seconda dei piatti selezionati).

Lo storico Ercoli 1928 (viale Parioli 184) tenta con cucina e gastronomia. Una scelta di oltre 60 piatti tra antipasti, primi, secondi, salse, contorni, dolci, pensati davvero per tutti anche per i vegetariani, accompagnati da un vademecum utile alla cottura e alla messa a tavola. Tra le tante cose si può trovare insalata russa fatta in casa con uova di salmone ai fiori di zucca, fritti ripieni con mozzarella di bufala e alici del Cantabrico, oppure carciofi alla romana e carpaccio di rapa rossa e blu 61. Tra i primi ravioli ripieni di patate e baccalà e gli immancabili tortellini in brodo di cappone. Tra i secondi branzino oppure orata con patate, pomodorini e olive taggiasche, astice alla catalana e agnello al forno con patate.

Siciliainbocca al Flaminio (via Flaminia 388) ha pensato a quattro proposte di menu natalizio da asporto o direttamente a casa (da 40 a 50 Euro). Dagli anelletti al forno alla palermitana alla pasta alla Norma, dallo sformato di alici ai cazzilli e alle panelle, dal falso magro alla siciliana alle braciole di manzo agli agrumi per passare agli involtini di pesce spada. E ovviamente la scelta dei dolci spazia tra tiramisù al pistacchio, gli immancabili cannoli, cassate e bavaresi con verdelli di Sicilia.

A Prati in piazza dei Quiriti 19/20, Aqualunae Bistrot sotto la direzione dello chef Emanuele Paoloni presenta un menu per la cena della vigilia, appositamente pensato per delivery e take away. I piatti spaziano tra: sashimi di salmone selvaggio con waffle integrale, burratina, emulsione di olio al bergamotto, vellutata profumata, paccheri al mare di Sicilia, raviolo con stracciatella di bufala, sgombro in olio cottura, lime caramellato e demi glace, ricciola affumicata paglia&fieno, avocado, yogurt, curcuma e patata golosa, soffice fondente e agrumato. Sempre in zona Prati, la storica Enoteca del frate (via degli Schipioni, 118) ha messo a punto una proposta da asporto e a domicilio per tutte le festività natalizie (da 50 euro). Una ricca scelta tra piatti di carne, pesce e vegetariani, tutti accompagnati dalle istruzioni dello chef da seguire sia per la preparazione, sia per la conservazione. 

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.