Gigi Proietti è morto: addio al grande mattatore. Un ricordo - Roma

Gigi Proietti è morto: addio al grande mattatore. Un ricordo

Teatro Roma Lunedì 2 novembre 2020

© facebook.com/Gigi-Proietti

Roma - La prima volta a teatro non si scorda mai. Quando mi sono seduta su una morbida poltrona di velluto rosso per la prima volta in vita mia avevo dieci anni. Ero andata in vacanza a Roma con i miei genitori, e anche in quel caso si è trattato di una prima volta indimenticabile. Il nostro albergo si trovava a pochi passi dal Sistina, così un pomeriggio i miei genitori hanno deciso di portarmi a teatro: c'era lo spettacolo I sette re di Roma. C'era Gigi Proietti.

Quel pomeriggio di tanti (tanti!) anni fa io me lo ricordo ancora. Mi ricordo perfino dov'ero seduta in quel teatro e il mio punto di vista da quella posizione privilegiata. Gigi Proietti lo conoscevo già. Forse lo avevo visto in televisione. Ma lì, sul quel palcoscenico, a pochi metri da me, mi sono trovata a vivere tutto in modo amplificato e i miei occhi di bambina di sono innamorati: quel grande attore stava dando vita a una magia vera e propria.

Era il 1989. I sette re di Roma andavano in scena per la prima volta al teatro Sistina ma lo spettacolo, diretto da Pietro Garinei e con le musiche di Nicola Piovani, verrà rappresentato per molti anni a seguire. Gigi Proietti in quell'occasione vestiva i panni di diversi personaggi, tra cui i leggendari re della città eterna, rivisitati in chiave comica.

Gigi Proietti è morto nel giorno del suo ottantesimo compleanno, il 2 novembre 2020, a causa di gravi problemi cardiaci. Ma non è morto il ricordo della magia che ha regalato a tanti che, come me, hanno amato la sua geniale spensieratezza.

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.