Mostre a Roma marzo 2020 da non perdere: Raffaello, Caravaggio e Banksy. Cosa visitare

Mostre a Roma marzo 2020 da non perdere: Raffaello, Caravaggio e Banksy. Cosa visitare

Mostre Roma Mercoledì 4 marzo 2020

Raffaello - Madonna con il Bambino e San Giovannino (Madonna d'Alba)

Roma - Grande protagonista di marzo 2020 è la mostra Raffaello 1520-1483, che dovrebbe aprire i battente giovedì 5 marzo, con tanto di polemiche che hanno anticipato l'inaugurazione a proposito del prestito del Leone X, il ritratto realizzato da Raffaello tra il 1518 e il 1519 che ritrae Papa Leone X tra i cardinali Giulio de' Medici e Luigi Rossi. Resta la domanda se effettivamente la data di apertura sarà confermata o slitterà, visto che l'emergenza Coronavirus cambia di giorno in giorno i calendari delle manifestazioni pubbliche. Ecco allora, ad oggi, le mostre da non perdere a Roma nel mese di marzo 2020.

Mostre di marzo 2020 a Roma: le inaugurazioni

Come anticipato, giovedì 5 marzo grande attesa alle Scuderie del Quirinale per la mostra Raffaello 1520-1483l'esposizione più ampia mai realizzata su Raffaello Sanzio. La mostra, curata da Marzia Faietti e Matteo Lafranconi con il contributo di Vincenzo Farinella e Francesco Paolo Di Teodoro, è una monografica che ospita oltre 200 capolavori tra dipinti, disegni e opere di confronto, dedicata al grande artista nel cinquecentenario della sua morte, avvenuta a Roma il 6 aprile 1520.

Da citare anche la mostra Il Centenario. Alberto Sordi 1920-2020, la cui apertura è slittata dal 7 marzo al 2 aprile. L'esposizione celebra il grande artista a cent'anni dalla nascita. La mostre si articola in due sedi: la Villa romana di Alberto Sordi, in piazzale Numa Pompilio, aperta al pubblico per la prima volta, e il Teatro dei Dioscuri al Quirinale, in via Piacenza 1, dove è ospitata la seconda sezione con la proiezione di Storia di un italiano, programma televisivo degli anni '70.

Giovedì 12 marzo appuntamento a Palazzo Caffarelli con l'apertura della mostra Il tempo di Caravaggio: Capolavori della collezione di Roberto Longhi. Esposizione di dipinti caravaggeschi della raccolta dello storico dell'arte Roberto Longhi, nella ricorrenza dei cinquant'anni dalla morte. La mostra comprende quasi 50 opere che mostrano l'importanza dell'eredità di Caravaggio e della sua poesia: con opere come la Negazione di Pietro, capolavoro di Valentin de Boulogne, recentemente esposto al Metropolitan Museum of Art di New York e al Museo del Louvre di Parigi.

Particolare richiamo anche per la mostra che da sabato 21 marzo animerà il Chiostro del Bramante Banksy, a visual protest. Circa 80 opere, in un percorso espositivo rigoroso, raccontano il mondo di Banksy. All'interno dell’architettura cinquecentesca del Chiostro del Bramante, trova spazio Banksy, l'artista sconosciuto che ha conquistato il mondo grazie a opere intrise di ironia, denuncia, politica, intelligenza, protesta. 

Venerdì 20 marzo negli spazi di Palazzo Altemps inaugura la mostra su Filippo de Pisis, visitabile fino a domenica 20 giugno. Nel perseguire il progetto di restituire la sensibilità pittorica dell'artista ferrarese, e il ruolo di protagonista nell'esperienza della pittura italiana tra le due guerre, la mostra - insieme a 26 dipinti - pone l'accento su una nutrita selezione di carte e acquerelli. Questa tappa completa in maniera suggestiva il percorso realizzato al Museo del Novecento di Milano.

Mostre di marzo 2020 a Roma: le esposizioni in corso

Fresca di inaugurazione è la mostra Rembrandt l'autoritratto come San Paoloin programma fino al 15 giugno alla Galleria Corsini. Proveniente dal Rijksmuseum di Amsterdam, viene esposto, per la prima volta in Italia dopo il 1799, lo straordinario autoritratto di Rembrandt, firmato e datato 1661, che nel '700 faceva parte della collezione Corsini ed era esposto nelle sale del Palazzo alla Lungara. L'opera fu infatti acquistata tra il 1737 e il 1739 dal cardinal Neri Maria Corsini per 100 scudi.

Al Palazzo delle Esposizioni è stata inaugurata a febbraio la mostra su Jim Dineuno dei maggiori protagonisti dell'arte americana, il cui lavoro, radicale e innovativo, ha avuto un ampio impatto sulla cultura visiva contemporanea, in particolare su quella italiana degli anni '60. Realizzata in stretta collaborazione con l'artista e curata da Daniela Lancioni, la mostra espone oltre 60 opere, datate dal 1959 al 2016, provenienti da collezioni pubbliche e private, europee e americane. 

Presso lo spazio WeGil di Trastevere, fino a domenica 17 maggio, è visitabile Elliott Erwitt Icons, la mostra a cura di Biba Giacchetti che celebra uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea. L'esposizione raccoglie 70 degli scatti più celebri di Erwitt: uno spaccato della storia e del costume del '900 visti attraverso lo sguardo tipicamente ironico del fotografo, specchio della sua vena surreale e romantica. 

Fino al 3 maggio, gli spazi del Museo dell'Ara Pacis ospitano la mostra C'era una volta Sergio Leone, che celebra, a 30 anni dalla morte e a 90 dalla sua nascita, uno dei miti assoluti del cinema italiano. Il percorso espositivo della mostra racconta l'universo di Sergio Leone, che affonda le radici nella sua stessa storia familiare.

Mostre di marzo 2020 a Roma: le esposizioni in chiusura

Ultimi giorni per la mostra Impressionisti segreti, in programma fino a domenica 8 marzo a Palazzo Bonaparte. Esposte oltre 50 opere di artisti tra cui Monet, Renoir, Cézanne, Pissarro, Sisley, Caillebotte, Morisot, Gonzalès, Gauguin, Signac, Van Rysselberghe e Cross. Tesori nascosti al più vasto pubblico, provenienti da collezioni private raramente accessibili e concessi eccezionalmente per questa mostra. 

Sempre fino all'8 marzo è possibile visitare a Palazzo Merulana la mostra L'eros della rivoluzione. La vita di Tina Modotti38 opere per un viaggio in quattro tappe: è questa la mostra che parte con le immagini iconiche che hanno portato Tina Modotti a essere la fotografa più influente di inizio secolo.

In dirittura d'arrivo la mostra Canova. Eterna bellezza, visitabile fino al 15 marzo a Palazzo Braschi. Esposizione dedicata al legame di Canova con la città di Roma che, fra '700 e '800, fu la fucina del suo genio e un'inesauribile fonte di ispirazione. Un rapporto, quello tra lo scultore e la città, che emerge in una miriade di aspetti unici e irripetibili. Incorniciati all'interno di un allestimento dall'eccezionale effetto scenografico, oltre 170 opere di Canova e artisti a lui coevi.

Ultimo mese anche per la mostra Frida Kahlo, il caos dentro, prorogata dal 29 marzo al 13 aprile presso Spazio Eventi Set di Roma. La mostra è un mix tra esposizione multimediale, opere originali e fotografica, dedicato alla grande artista messicana e al marito Diego Rivera. L'esposizione offre un'occasione unica per entrare nel mondo di Frida e conoscere la storia di una delle pittrici più grandi di sempre; una donna che non ha avuto timore di esprimere le sue fantasie e le sue ossessioni.

Potrebbe interessarti anche: , Mostra Raffaello a Roma riapre: nuove date, orario prolungato e biglietti , Musei online: Roma, la mostra di Leonardo Da Vinci si svela in un blog , Raffaello a Roma, la mostra riapre online: come visitarla dal divano di casa , Coronavirus a Roma: tour virtuali nei musei civici e visite da casa alle mostre , Coronavirus a Roma, Colosseo e musei chiusi: come visitarli online tra tour virtuali e social

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.