Cosa fare e dove andare a Roma nonostante il Coronavirus: parchi, giardini, ville e aree verdi

Cosa fare e dove andare a Roma nonostante il Coronavirus: parchi, giardini, ville e aree verdi

Cultura Roma Giovedì 27 febbraio 2020

© facebook.com/VillaMedici.VillaMedicis

Roma - Nessuna emergenza per il Coronavirus a Roma: la situazione nella Capitale rimane infatti stabile, con soli tre casi registrati legati alla Cina, due dei quali guariti e uno sulla via della guarigione. Nonostante la situazione rassicurante di Roma, però, vale sempre la pena, evitando ogni allarmismo, di osservare le norme igieniche diramate dal Ministero della Salute e seguire comportamenti precauzionali al fine di evitare ogni possibile contagio. Ma dunque, cosa fare e dove andare a Roma in questi giorni di psicosi Coronavirus? L'idea migliore, che consente di evitare luoghi chiusi e affollati, è optare per uno dei tanti parchi e giardini che costellano la Capitale: ecco allora una carrellata dei più belli.

Villa Doria Pamphilj

Villa Doria Pamphilj è il più grande parco di Roma, un vero e proprio paradiso per gli amanti dello sport all'aria aperta: qui cittadini e turisti possono praticare jogging lungo i numerosi sentieri, o allenarsi nelle oasi dei percorsi salute, dotate di attrezzature sportive. L'area verde, che vanta un'estensione di quasi 2 chilometri quadrati, ospita bellissimi giardini all'italiana, svariate fontane e fontanili, alcuni ruscelli e un lago dove risiedono vari specie di uccelli e tartarughe. Villa Doria Pamphilj è composta da tre corpi distinti in stretta relazione tra loro: il Casino dell'Algardi, sede di rappresentanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con i giardini all'italiana in stile rinascimentale, l'area della pineta e la tenuta agricola vera a propria.

Villa Borghese

Forse il parco nel centro di Roma più frequentato dai romani, villa Borghese vanta un'estensione di circa 80 ettari e ospita percorsi, monumenti e scorci mozzafiato, tra cui il magnifico affaccio sulla terrazza del Pincio, una tappa da non perdere anche per i turisti facilmente raggiungibile a piedi dal centro di Roma o scendendo alla stazione metro Spagna. Tra le attrazioni più caratteristiche annoveriamo il tempio di Diana, la Casa del Cinema, l'Aranciera con il Museo Carlo Bilotti che ospita, tra le altre, opere di De Chirico e Warhol, il Bioparco, la Galleria Borghese, dove ammirare opere incredibili come il Ratto di Proserpina del Bernini, e infine il Giardino del Lago con al centro il Tempio di Esculapio, visibile da vicino noleggiando una delle barchetta a disposizione.

Villa Ada

Lungo la via Salaria, uscendo da Roma in direzione del Grande Raccordo Anulare, tra i quartieri Parioli e Trieste, ci si imbatte in uno dei parchi pubblici più estesi della Capitale: villa Ada. Il parco risale al '700, ma è solo dalla metà degli anni '50 che villa Ada è diventata parco pubblico, a eccezione della parte del giardino con la Villa Reale, sede dell'Ambasciata d'Egitto. L'ambiente naturale del parco è estremamente vario, tra giardini all'italiana e ampie distese di prati e boschetti dove trovano riparo svariati animali selvatici, come volpi, istrici, ricci e scoiattoli. Nella parte più a valle si trova un laghetto artificiale. Numerose le aree ideali per l'attività fisica, dove si può praticare ginnastica, footing o mountain-bike. La villa, dotata di vasti spazi aperti e ombreggiati, è un punto di riferimento per i cittadini di Roma e per i turisti in cerca di refrigerio nei periodi più caldi dell'anno.

Villa Celimontana

Villa Celimontana, sita in uno degli angoli più suggestivi e affascinanti di Roma, deve il suo nome al colle Celio, che la ospita; di fronte troviamo il colle Palatino con i resti dell'antica città di Roma e accanto il Colosseo in tutta la sua maestosità. La villa vide la luce nel '500 a opera della famiglia Mattei e fu oggetto di interventi di abbellimento paesaggistico nel corso dell'800, a cura dell'architetto francese Pierre Charles l'Enfant. In seguito venne acquistata dal nobile bavarese von Hoffman, che ne perse il possesso durante la prima guerra mondiale. Dagli anni '20 del secolo scorso, villa Celimontana è un parco pubblico molto amato da romani e turisti. L'ingresso della villa è ubicato in piazza della Navicella; al suo interno si trova il Palazzetto Mattei, che ospita la sede della Società Geografica Italiana. Numerosi i reperti archeologici legati al sito, molto frequentato in epoca romana, nonché gli elementi decorativi tipici del gusto dell'epoca in cui il parco fu ristrutturato, tra cui spicca l'obelisco egizio di Ramsete II. Da molti anni, nel periodo estivo, a villa Celimontana si svolge un Festival jazz molto apprezzato da romani e turisti.

Il Parco degli Acquedotti

Il Parco degli Acquedotti è uno dei polmoni verdi del quadrante sud-est di Roma e fa parte del Parco regionale dell'Appia antica. Autentico crocevia della rete idrica dell'antica Roma, il Parco degli Acquedoti si estende per circa 240 ettari tra il quartiere Appio Claudio, via delle Capannelle e la linea ferroviaria Roma-Cassino-Napoli, ed è caratterizzato da una vegetazione arborea, in particolare pini. Con ingresso in via Lemonia, il parco è un residuo di un tratto di Agro Romano che originariamente si estendeva ininterrottamente fino ai Colli Albani. Il parco comprende un laghetto che sgorga dall'acquedotto Felice e che dà origine a un corso d'acqua e a una cascata. Il parco vanta un panorama che spazia verso i Castelli Romani e i quartieri adiacenti, ed è ricco di percorsi in terra battuta adatti al jogging e alla mountain bike, nonché di impianti sportivi privati dedicati a calcio, calcetto, tennis, rugby e golf.

I giardini di villa Medici

giardini di villa Medici, che si estendono per oltre sette ettari, conservano ancora oggi in buona parte l'aspetto che avevano nel XVI secolo. Il parco di Villa Medici sorge sul Pincio e si affaccia sulla Capitale, offrendo uno scorcio impossibile da dimenticare. Impiantato dal cardinale Ricci da Montepulciano, i giardini furono ampliati e trasformati dal nuovo proprietario, Ferdinando de' Medici fino al 1803, quando villa Medici divenne sede dell'Accademia di Francia. Di recente il parco, punteggiato da statue e fontane, è stato ristrutturato in modo da ricreare le simmetrie originarie e il rapporto armonico tra i vari settori.

Il Giardino degli Aranci

Belvedere di Roma poco visitato dai turisti, il Giardino degli Aranci è una delle location più romantiche di Roma. Posto in cima al colle Aventino, il Giardino degli Aranci è immerso in uno scenario quasi da fiaba, pittoresco e silenzioso. Luogo perfetto per ammirare l'orizzonte al tramonto, i visitatori vedranno pararsi davanti a sé un cielo dipinto da colori ogni giorno irripetibili, a incorniciare la vista sulla cupola di San Pietro.

Potrebbe interessarti anche: , Musei civici di Roma e Fori Imperiali, riapertura dal 2 giugno: biglietti, regole d'accesso e mostre in corso , Il Bioparco di Roma riapre: prezzo biglietti, prenotazioni, orari, sicurezza , Riapre il Colosseo a giugno. Biglietti, prenotazioni e orari del Parco archeologico , Il Giardino di Ninfa riapre: prenotazioni, orari, biglietti

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.