Sanremo 2020: chi è Achille Lauro, da Me ne frego al duetto con Annalisa - Roma

Sanremo 2020: chi è Achille Lauro, da Me ne frego al duetto con Annalisa

Musica Roma Martedì 4 febbraio 2020

© facebook.com/AchilleL

Roma - Dopo il controverso successo al Festival di Sanremo 2019 con Rolls Royce, Achille Lauro torna anche nel 2020 sul palco della kermesse canora più celebre d'Italia, dove si esibisce già nel corso della prima serata, che prenderà il via martedì 4 febbraio 2020 alle 20.40.

Achille Lauro torna dunque a far parlare di sé, dopo le polemiche scatenate nel corso dell'edizione 2019 di Sanremo, quando il brano in gara Rolls Royce finì nel mirino dei media perché accusato di essere un «inno all'ecstasy» poiché alcune pastiglie di MDMA recano impresso il logo della Rolls-Royce.

Achille Lauro dagli esordi al Festival di Sanremo: la carriera fino a Me ne frego

Achille Lauro, pseudonimo di Lauro De Marinis, nato a Verona nel 1990 ma cresciuto a Roma, quest'anno calca le scene del Festival di Sanremo con Me ne frego, brano in cui parla di un amore tossico di cui è vittima consapevole: «Dimmi una bugia me la bevo / sì sono ubriaco ed annego / o sì me ne frego davvero / sì me ne frego / prenditi gioco di me che ci credo / st'amore è panna montata al veleno / ne voglio ancora»; qui trovate testo e pagella di Me ne frego di Achille Lauro.

Achille Lauro ha iniziato la sua carriera a cavallo tra rap e rock nel 2012, con i mixtape Barabba e Harware; il successo è arrivato nel 2015 con l'Ep Crazy young e l'album Dio c'è. Il salto di qualità lo compie nel 2018 con Pour l'amour, in collaborazione con Boss Doms.

Dopo aver partecipato al concerto del 1° maggio a Roma del 2018 e al Festival lo scorso anno, Achille Lauro ha pubblicato un'autobiografia romanzata, Sono io AmletoL'artista romano ha avviato anche un progetto cinematografico che prevede la realizzazione di una trilogia sulla sua vita come docufilm: la prima pellicola, edita il 15 novembre 2019, è intitolata Achille Lauro No Face 1 ed è stata trasmessa su Sky Uno.

È dunque con questo brano che Achille Lauro quest'anno gareggia sul palco del Teatro Ariston, sotto la conduzione artistica di Amadeus. Come sopracitato, l'artista si esibirà al Festival nel corso della serata di apertura di martedì 4 febbraio 2020, insieme ad altri 11 cantanti big: Anastasio, Bugo e Morgan, Diodato, Elodie, Irene Grandi, Raphael Gualazzi, Marco Masini, Rita Pavone, Riki, Le Vibrazioni e Alberto Urso. Durante la serata speciale di giovedì 6 febbraio, dedicata ai duetti, Achille Lauro si esibirà sul palco dell'Ariston in coppia con Annalisa: i due si cimenteranno nel brano Gli uomini non cambiano.

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.