Giorno della Memoria 2020 a Roma: oltre 170 eventi tra spettacoli, incontri, concerti e mostre

Cultura Roma Venerdì 24 gennaio 2020

Giorno della Memoria 2020 a Roma: oltre 170 eventi tra spettacoli, incontri, concerti e mostre

© it.wikipedia.org

Roma - Roma per non dimenticare la giornata del 27 gennaio 1945, quando i cancelli di Auschwitz vennero abbattuti dalle truppe dell'Armata Rossa, risponde con la quarta edizione di Memoria genera futuro 2020.

Dal 2005, il 27 gennaio si celebra il Giorno della Memoria per commemorare le vittime dell'Olocausto. In memoria della Shoa oltre 170 appuntamenti nell’arco di due settimane fino domenica 9 febbraio,  toccano biblioteche, teatri, scuole fino ad arrivare ai luoghi simbolo della memoria di Roma. Un articolato percorso di iniziative corre per tutta la città, e i principali protagonisti e fruitori sono proprio le nuove generazioni.

Molte le istituzioni che hanno promosso e ideato l'iniziativa Memoria genera futuro 2020, e in un momento storico così delicato è d'obbligo ricordarle tutte: Roma Capitale: Assessorato alla crescita culturale, con l’Assessorato alla persona, Scuola e comunità solidale e i rispettivi Dipartimenti e Sovrintendenza Capitolina ai beni culturali, i Municipi, la Comunità ebraica di Roma, la Fondazione museo della Shoah, Ucei: Unione delle comunità ebraiche Italiane, il Centro ebraico italiano,  Il Pitigliani, l’Istituzione biblioteche di Roma, il Teatro di Roma anche con i Teatri in comune, l’Azienda Speciale Palaexpo, la Fondazione Musica per Roma, l’Accademia nazionale di Santa Cecilia, la Casa del ricordo, la Casa del cinema, e le associazioni della Casa della memoria e della storia. Hanno aderito inoltre i teatri privati: Teatro Belli, Teatro Vascello, Teatro Kopò, Teatro Palladium, Off/Off Theatre, Spazio Diamante, Teatro Arcobaleno, Teatro Studio Keiros, Teatro del Torrino, Teatro Brancaccino.

Quasi un'intera città si alza in piedi unendosi al ricordo e alla trasmissione del significato del 27 gennaio 1945, che ha fatto conoscere al mondo e alla storia un abisso della civiltà, lo sterminio del popolo ebraico, dei Sinti e Rom, degli omosessuali, dei Testimoni di Geova, dei disabili, dei malati mentali e l’eliminazione dei deportati militari e politici nei campi nazisti.

Giorno della Memoria Roma 2020: appuntamenti per scuole e studenti

Dato che Memoria genera futuro 2020 si rivolge essenzialmente ai giovani, andiamo a vedere alcuni tra i numerosi appuntamenti dedicati alle scuole, professori e studenti. Iniziamo con un tema spinoso quello de Lo sterminio dei disabili e dei malati mentali, degli omosessuali e dei Rom nella Germania Nazista, argomento della conferenza di sabato 25 gennaio, alle 11, presso la Biblioteca Franco Basaglia in via Federico Borromeo 67, curata da Giorgio Giannini e Alessandro Bonfigli.
Lunedì 27 gennaio, alle 10, presso l'Ics Fratelli Cervi (Via della Casetta Mattei, 279 e Via Portuense, 1491) sono in programma due incontri di due ore tenuti da Neda Capaccetti Per non dimenticare: l'esperienza di Liliana Segre qui l'ingresso è riservato agli alunni delle classi terze dell'Istituto. Mentre, la Casa della Memoria e della Storia, in via di San Francesco di Sales 5, mercoledì 29 gennaio, alle 10.30, propone l’incontro Discriminazione, persecuzione e sterminio degli omosessuali.

Nell'ottica del futuro in mano alle nuove generazioni, gli alunni diventano guide per i loro coetanei in una serie di visite guidate pensate per le scuole in un percorso didattico interattivo al Polo museale muro della memoria (via Capo Sperone, 5) organizzate dal liceo scientifico A. Labriola, fino al 31 gennaio. 

Giorno della Memoria Roma 2020: le donne e l'Olocausto

Tra gli appuntamenti che propongono una riflessione specifica sul tema delle donne si segnala: la presentazione del libro Suonando sul filo di Cristiana Pezzetta con letture di brani del testo e accompagnamento musicale della violoncellista Ludovica Centracchio, venerdì 24 gennaio, alle 10, al Bibliopoint Farnesina e poi in altre biblioteche.

Presso la Casa della memoria e della storia, giovedì 23 gennaio, alle 18, presentazione del volume Heimat: storia di un libro. Presentazione del graphic novel di Nora KrugHeimat è un’esplosione del ricordo condotta con il rigore di un esperimento scientifico, infatti per anni l’autrice ha raccolto e classificato documenti, cimeli, foto nel tentativo di ricostruire la storia della sua famiglia e capire quale ruolo abbia avuto nella Germania nazista. Durante l'incontro interviene Nora Krug in collegamento via Skype, lo storico Matteo Stefanori e l’esperto Emilio Varrà, la giornalista Chiara Sambuchi modera gli interventi.

Tavola rotonda con intermezzi musicali, lunedì 27 gennaio, alle 10, con Le donne e l’Olocausto dimenticato - Storie di coraggio e di speranza, presso la sede del Municipio VII (piazza Cinecittà, 11). Qui interverranno esponenti di diverse comunità (ebrei, Rom/Sinti/Caminanti/ Lgbti , oppositori politici, disabili…), per dar vita a un dialogo animato dagli intermezzi musicali del coro di voci bianche della Scuola di musica Ponte Linari

Nel giorno della memoria (27 gennaio), alle10, sempre sul tema delle donne viene presentato presso la Casa della memoria e della storia, Storia di Vera. Una vita per la Resistenza in ricordo Vera Michelin Salomon Garavini,  detenuta politica e deportata in Germania tra il 1944 e il 1945, scomparsa lo scorso ottobre. Si tratta di un'intervista rilasciata  all'Aned in cui Vera racconta la sua vita: da giovane protestante che prende consapevolezza politica fino all'impegno nella Resistenza durante l'occupazione nazifascista. Arrestata a Roma per aver distribuito volantini contro i tedeschi, Vera viene sottoposta a interrogatorio nella prigione di via Tasso, poi incarcerata a Regina Coeli, processata e condannata a tre anni di lavoro coatto, infine deportata nel carcere di Stadeheim in Germania. Verrà liberata in seguito alla sconfitta di Hitler.

Sempre lunedì 27 gennaio, alle 18, alla libreria La Libroteca, in via A. Sandulli 80,  il ricordo di Settimia Spizzichino con la proiezione di un breve docu-film dal titolo Settimia Spizzichino, una romana testimone di una tragedia.

Leggendo questo elenco di appuntamenti  ci si rende conto che si rilegge il racconto di quel terribile periodo tramite le testimonianze di persone che in quegli anni erano poco più che adolescenti, donne, omossesuali, ebrei, partigiani. Giovani uomi e giovani donne che con il coraggio e a volte anche l'incoscenza della loro giovane età hanno rischiato le loro vite per un futuro degno di essere vissuto. E grazie a loro, ora le nuove generazioni hanno la possibilità di rileggere quella storia facendone tesoro per il loro futuro.

Giorno della Memoria Roma 2020: testimonianze di diritti negati

In quest'ottica di un ricordo di ex giovani rivolto ai più e meno giovani di oggi, indichiamo il settimo concerto della memoria Là dove giace il cuore… Note e parole d’esilio a cura dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, BrainCircle Italia e Musadoc, in programma giovedì 23 gennaio, alle 20.30, presso la Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica. 

Una riflessione significativa sulla Shoah proseguirà attraverso la mostra Shoah. L’infanzia rubata in programma dal 28 gennaio al 24 luglio, presso Casina dei Vallati – Fondazione Museo della Shoah (via del Portico d'Ottavia, 29). L’esposizione, ideata e prodotta dall’Associazione figli della Shoah, organizzata dalla Fondazione museo della Shoah in collaborazione con la Comunità ebraica di Roma, ripercorrerà idealmente la negazione dei diritti fondamentali dei bambini ebrei in tutta Europa durante gli anni della persecuzione nazifascista.

Le stesse tematiche saranno affrontate dal documentario I bambini di Rue Saint- Maur 209, proiettato al Palazzo delle Esposizioni alle 21 del 27 gennaio, e dalla Casa del cinema di Villa Borghese attraverso la rassegna La Shoah dei bambini in programma il 27 gennaio alle 17, 19 e 21, con i documentari La casa dei bambini, Kinderblock. L’ultimo inganno e il film #Annefrank. Vite parallele. La rassegna sarà aperta dall’omaggio a Lorenza Mazzetti, la regista recentemente scomparsa che verrà ricordata con la proiezione, alle 15, del film Il cielo cade, tratto dal romanzo autobiografico della regista.

Si intitolerà I figli del dopo,  la tavola rotonda dedicata all’eredità della memoria lasciata alle nuove generazioni, che il Comitato di coordinamento per le celebrazioni in ricordo della Shoah presso la Presidenza del consiglio dei Ministri e L’unione delle comunità ebraiche italiane realizzeranno il 30 gennaio, alle 10, presso la Sala polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Giorno della Memoria Roma 2020: il teatro ricorda l'Olocausto

Il teatro con il suo linguaggio universale sarà protagonista di molti appuntamenti all'interno di questa edizione Memoria genera futuro 2020. Il 24 gennaio, alle 21, al Teatro Belli viene presentato lo spettacolo Il diario di Anne Frank, nel novantesimo anniversario della nascita di Anne Frank, in replica fino al 16 febbraio. Lunedì 27 gennaio, alle 21, al Teatro Vascello è in scena lo spettacolo La mamma sta tornando povero orfanello.

Sempre lunedì 27 gennaio, alle 21, all’Auditorium Parco della Musica Ascanio Celestini presenta il suo spettacolo I 20 anni di Radio Clandestina, racconto sulla strage di via Rasella. Giovedì 30 gennaio, alle 21, al Teatro del Lido è in programma lo spettacolo Hans da L’amico ritrovato di Fred Uhlman. Sabato primo febbraio, alle 11, al Teatro Villa Pamphilj è in scena lo spettacolo La fisarmonica verde di Andrea Satta e, il 4 febbraio, alle 21, al Teatro Tor Bella Monaca, arriva lo spettacolo Olokaustos 1944 tratto da Il dolore di Marguerite Duras e La specie umana di Robert Atelme.

Dai racconti del dramma della deportazione alle storie sulle tragedie individuali, come quelle subite dai pugili Johann Trollman, Leone Efrati e Herzko Haft, protagonisti rispettivamente degli spettacoli Der Boxer – Ballata per Johann Trollman, il 24 gennaio, alle 21 al Teatro Kopò, L'uragano – Storia di Leone Efrati al Teatro Palladium il 28 gennaio, alle 21, e Belva Giudea all’Off/Off Theatre, il 28 gennaio, alle 21.

Quello di Memoria genera futuro 2020 è un percorso per non dimenticare l'orrore degli anni dell'Olocausto che modificò inevitabilmente il corso della storia.

Info e programma completo delle manifestazioni per il Giorno della memoria sul sito del Comune di Roma.

Potrebbe interessarti anche: , Felliniana, Ferretti sogna Fellini: la mostra-installazione a Cinecittà , Tom Cruise a Roma: 40 giorni di riprese tra piazza Navona e Rione Monti , Piazza Trilussa e piazza Belli: a Trastevere le piazze della movida , Industrie fluviali: il nuovo ecosistema culturale di Roma , Quali caratteristiche deve avere una buona scuola di inglese

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.

Allerta Coronavirus Attenzione! Se vi trovate in una delle regioni in cui vige l'ordinanza riguardante l'emergenza Coronavirus, ricordiamo che tutti gli eventi in programma dal 24 febbraio al primo marzo 2020, sono annullati. Per ulteriori informazioni è possibile contattare direttamente gli organizzatori dei singoli eventi.