Un sacco bello di Verdone compie 40 anni: il racconto di una Roma che non c'è più

Un sacco bello di Verdone compie 40 anni: il racconto di una Roma che non c'è più

Cultura Roma Martedì 21 gennaio 2020

Isabella De Bernardi e Carlo Verdone
© it.wikipedia.org

Roma - Era il 19 gennaio del 1980 quando nelle sale cinematografiche italiane usciva il film Un sacco bello, scritto, diretto e interpretato da Carlo Verdone, dove l'attore romano vestiva i panni di ben sei personaggi.

Un sacco bello: il film

Un sacco bello, che in questi giorni festeggia i suoi primi 40 anni, è stato il primo film dell'attore e regista Carlo Verdone, che riportava su pellicola i personaggi che aveva presentato nelle due stagioni del programma televisivo d'intrattenimento Non Stop, in onda ogni giovedì in prima serata sulla Rete 1 della Rai, tra il 1977 e il 1979.

Il film fu una vera e propria scommessa anche per Sergio Leone, che decise con coraggio di produrlo. Carlo Verdone, non ancora trentenne, con questo film riuscì perfettamente a raccontare la Roma di quegli anni, uno scorcio malinconico accompagnato in sottofondo dalle musiche di Ennio Morricone.

Guidato dalla professionalità di maestri esperti, come la storica maschera trasteverina di Mario Brega, le scene affidate a Carlo Simi, la fotografia di Ennio Guarnieri e il montaggio di Eugenio Alabiso, per non parlare della musiche di Morricone, Un sacco bello divenne un film cult del cinema italiano.

Si racconta che Carlo Verdone, la sera prima delle riprese, fosse talmente intimidito da questi mostri sacri del cinema con cui avrebbe dovuto lavorare da pensare di non presentarsi sul set. Fu proprio Sergio Leone a buttarlo giù dal letto nel cuore della notte e a trascinarlo per quei vicoli, ponti e piazze che divenneroo lo sfondo di un film che ha fatto storia. E forse proprio quella Roma respirata in una notte estiva consolò il giovane artista, che da quel momento iniziò i suoi passi nel cinema italiano.

Per la sua interpretazione in Un sacco bello, Carlo Verdone vinse un David Speciale ai David di Donatello 1980, un Globo d'oro al miglior attore rivelazione e un Nastro d'argento al migliore attore esordiente ai Nastri d'argento 1980.

La Roma di Un sacco bello

Come lo stesso Carlo Verdone indica nel video pubblicato sulla sua pagina facebook Carlo Verdone official per ricordare i 40 anni della pellicola, il film è pervaso da una grande malinconia, quella stessa che animava la città di Roma ripresa nei giorni di Ferragosto. Una città vuota, quasi deserta, che si contraddistingueva per la sua grande anima e per quei personaggi che ora non esistono più, come d'altronde non esiste più quella Roma fotografata da Verdone

Potrebbe interessarti anche: , Musei civici di Roma e Fori Imperiali, riapertura dal 2 giugno: biglietti, regole d'accesso e mostre in corso , Il Bioparco di Roma riapre: prezzo biglietti, prenotazioni, orari, sicurezza , Riapre il Colosseo a giugno. Biglietti, prenotazioni e orari del Parco archeologico , Il Giardino di Ninfa riapre: prenotazioni, orari, biglietti

Mentelocale.it indica in modo indipendente alcuni link di prodotti e servizi che si possono acquistare online. In questo testo potrebbero comparire link a siti con cui mentelocale.it ha un’affiliazione, che consente all'azienda di ricavare una piccola percentuale dalle vendite, senza variazione dei prezzi per l'utente.

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.