Musei in Musica 2019 a Roma: il programma degli appuntamenti, dai concerti agli spettacoli

Concerti Roma Mercoledì 11 dicembre 2019

Musei in Musica 2019 a Roma: il programma degli appuntamenti, dai concerti agli spettacoli

Palazzo Braschi

Roma - Sabato 14 dicembre 2019 torna l'appuntamento con Musei in Musica, la manifestazione culturale promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita Culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e Zètema progetto Cultura. Giunto ormai all'undicesima edizione, Musei in Musica rappresenta il primo test di evento sostenibile, promosso da Roma Capitale,  ed inaugura gli appuntamenti museali per le feste di Natale, Natale con la MIC.

Un calendario, quest'ultimo, che rimarrà a disposizione dei romani e dei turisti fino al 6 gennaio 2020. «Ai più piccoli è dedicata l'iniziativa Musei in gioco, con tante attività laboratoriali che avranno come fulcro centrale il Museo Civico di Zoologia; non mancheranno, quindi, le aperture straordinarie delle mostre – tra cui quella di Canova, che in un mese e mezzo ha ospitato oltre 55mila visitatori –, l'apertura domenicale gratuita dei musei fissata per il prossimo 5 gennaio 2020, oltre alle moltissime mostre e ai concerti, tra i quali il 28 dicembre 2019 ricordiamo i cori gospel ai Musei Capitolini», ha commentato Maria Vittoria Marini Claretti, soprintendente capitolina ai Beni Culturali.

Nel dettaglio, per quanto riguarda l'appuntamento di sabato 14 dicembre, che come di consueto vedrà il coinvolgimento di musei e tanti altri spazi a Roma, dalle 20 alle 2 di notte: «Ai Capitolini - ha proseguito la Marini Claretti - il focus sarà dedicato alle Ambasciate»; nell'esedra del Marco Aurelio verrà ospitato il concerto Europa barocca. Grandezza e meraviglie, una collaborazione del Conservatorio di Santa Cecilia con l'Ambasciata di Romania; nella sala Pietro da Cortona sarà la volta di Pasiones Cruzadas, una collaborazione con l'Ambasciata di Cipro; mentre la sala della Promoteca ospiterà Le canzoni dell'acqua, frutto di una collaborazione con l’Ambasciata del Nicaragua. Da segnalare, inoltre, a Palazzo Braschi, la performance drammaturgico-musicale Piccoli funerali, che alterna un piccolo rito funebre ad un brano dedicato a chi se ne è andato.

E ancora, al Casino Nobile di Villa Torlonia, Sefard. Jazz tra le sponde del Mediterraneo, uno spettacolo sul mare, luogo di scontri millenari e illusioni di un futuro migliore. Tra video arte e nuove sonorità, ai Mercati di Traiano, Walking with Damien, al Museo di Roma in Trastevere, Medioevo mistico – dai canti del pellegrinaggio al sufismo al codex buranus, mentre i pionieri della musica elettronica animeranno la Galleria d'Arte Moderna con Indianapolix.

«Le istituzioni culturali di Roma Capitale nel 2018 hanno organizzato circa 22mila appuntamenti cui hanno preso parte oltre 8 milioni di romani. Il nostro tentativo è quello di creare un fil rouge, costruire una connessione che vada ad aumentare la fiducia dei cittadini, un vero e proprio capitale sociale, una cosa non semplice né scontata in un periodo in cui il meglio sembra essere passato e quel che non si conosce fa paura», ha commentato il vice sindaco Luca Bergamo, il quale ha aggiunto: «Non sono importanti i singoli eventi in quanto tali, ma assumono significato all'interno di una narrazione complessiva che va nella direzione di una trasformazione culturale radicale».    

Potrebbe interessarti anche: , Niccolò Fabi in concerto a Roma: orari, scaletta, come arrivare , Concerti a Roma gennaio 2020 da non perdere: da Niccolò Fabi a Gazzelle , Vasco Rossi, nuova data a Roma: biglietti, prezzi e date del concerto 2020 , Venditti e De Gregori a Roma nel 2020: data e luogo del concerto , Vasco Rossi in concerto a Roma nel 2020: data e prezzi biglietti

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.