Mostre Roma dicembre 2019: Gio Ponti, Bauhaus e Frida Kahlo. Cosa visitare

Mostre Roma dicembre 2019: Gio Ponti, Bauhaus e Frida Kahlo. Cosa visitare

Mostre Roma Martedì 3 dicembre 2019

Moholy-Nagy
© facebook.com/GalleriaArteModerna

Roma - Il mese di dicembre porta con sé non solo l'inverno, ma soprattutto il Natale, vero protagonista di questo mese così caotico e al tempo stesso festoso. Roma, perciò, si riempe di turisti e anche gli stessi romani spesso hanno più tempo per passare una giornata in giro per mostre, assaporando le diverse proposte presentate dalla città, alcune agli sgoccioli, altre appena inaugurate. Dal minimalismo all'espressionismo, dal neoclassicismo all'arte antica, dalla fotografia alla Bauhaus, dall'architettura al surrealismo, l'offerta romana è a dir poco invitante in questo perdiodo festivo. Per chi desidera una guida con cui orientarsi tra le mostre da visitare a Roma in questo mese di dicembre 2019, proponiamo di seguito le mostre 2019 da non perdere a Roma a dicembre.

Mostre Roma dicembre 2019: inaugurazioni

Sabato 30 novembre, presso il Museo di Roma in Trastevere, è stata inagurata la mostra Inge Morath. La vita. La fotografia, la prima retrospettiva italiana della Morath (1923-2002), la prima fotoreporter donna entrata a far parte dell'agenzia fotografica Magnum Photos. L'esposizione si sviluppa in 12 sezioni che ripercorrono tutte le principali esperienze professionali e umane della Morath, attraverso circa 140 fotografie e decine di documenti originali. La mostra è in programma fino al 19 gennaio 2020.

Mercoledì 27 novembre il Maxxi, a quarant'anni dalla scoparsa di Gio Ponti,  ha presentato la retrospettiva Gio Ponti. Amare l'architettura, che ne studia e comunica la poliedrica attività, a partire proprio dal racconto della sua architettura. Nella mostra visitabile fino a lunedì 13 aprile 2020, sono esposti materiali archivistici, modelli, fotografie, libri, riviste, e oggetti che permettono di scoprire uno dei massimi architetti italiani.

In occasione delle celebrazioni per i 125 anni dalla nascita dell'artista ungherese Moholy-Nagy (1895-1946), la Galleria d'arte moderna di Roma ha presentato,  giovedì 28 novembre, la mostra La rivoluzione della visione, verso la Bauhaus - Moholy-Nagy e i suoi contemporanei ungheresi. Una mostra dedicata all'arte e alla memoria di László Moholy-Nagy, figura chiave del movimento Bauhaus nel mondo, con fotografie e grafiche originali, a cui si aggiungono tre film. La mostra è in programma fino al 15 marzo 2020. 

Mostre Roma dicembre 2019: in corso

Le Scuderie del Quirinale ospitano fino al 6 gennaio la mostra Pompei e Santorini, l'eternità in un giorno, che propone un confronto fra i due siti antichi, accumunati da un’identica fine. Due interi insediamenti umani furono seppelliti dalle eruzioni, con i loro ideali, il loro credo, le loro culture. Il tema della catastrofe e della rinascita accompagnerà i visitatori in un sorprendente percorso a ritroso nel tempo che li immergerà nella storia, nella sorpresa e nella bellezza.

Negli spazi del Palazzo delle Esposizioni è in programma fino al 6 gennaio la mostra la mostra La meccanica dei mostri. Da Carlo Rambaldi a Makinarium, la prima esposizione che svela al grande pubblico i segreti delle leggendarie creature prodotte da uno dei geni degli effetti cinematografici, opere che hanno fatto la storia del cinema e che valsero a Carlo Rambaldi tre premi Oscar.

Sempre fino al 6 gennaio all'Ex Caserma Guido Reni la mostra Arte virtuale Van Gogh + Monet experience è perfetta per questo periodo di festa, dove si può andare con tutta la famiglia sicuri che anche i più piccoli rimangano incantanti dall'immersione a 360 gradi nei paesaggi, nei colori, nelle atmosfere, ai tempi di Arles e Giverny, come se stesse vivendo all’interno del quadro.

Visitabile fino al 12 gennaio al Maxxi la mostra Altan. Pimpa, Cipputi e altri pensatori. Nel percorso espositivo si trovano tavole e disegni originali poster, illustrazioni, quadri, bozzetti, libri e filmati che riflettono l'implacabile umorismo di Francesco Tullio Altan, e la sua capacità di muoversi agilmente tra disegni dedicati all'infanzia e fumetto d'avventura, tra romanzi illustrati e filmati di animazione, tra vignette e sceneggiature.

Il Chiostro del Bramante fino al 23 febbraio ospita la mostra Bacon, Freud, la scuola di Londra, dove per la prima volta  si trovano insieme due giganti della pittura Francis Bacon e Lucian Freud. Le oltre 45 opere in mostra rivelano, in maniera diretta e sconvolgente, la condizione umana fatta di fragilità, energia, opposti, eccessi, evasioni, verità, nessun filtro, in un momento storico, il nostro, così ricco di filtri.

Palazzo Bonaparte di Roma apre per la prima volta al pubblico i cancelli,  in occasione della mostra Impressionisti segreti, e sarà visitabile fino all'8 marzo 2020. Sono esposte oltre 50 opere di artisti tra cui Monet, Renoir, Cézanne, Pissarro, Sisley, Caillebotte, Morisot, Gonzalès, Gauguin, Signac, Van Rysselberghe e Cross. Tesori nascosti al più vasto pubblico, provenienti da collezioni private raramente accessibili e concessi eccezionalmente per questa mostra.

Frida Kahlo il caos dentro, in programma fino al 29 marzo 2020, a Roma presso Set Spazio Eventi Tirso. Un viaggio a 360 gradi nel mondo di Frida, un viaggio dove sarà anche possibile apprezzare gli angoli dell’interno della sua storica abitazione di città del Messico, Casa Azul, dove Frida visse sin dall’infanzia, prima con la sua famiglia e successivamente con il marito Diego Rivera.

Palazzo Braschi presenta fino al 15 marzo  Canova. Eterna bellezza: una mostra-evento dedicata al legame di Canova con la città di Roma che, fra Settecento e Ottocento, fu la fucina del suo genio e un'inesauribile fonte di ispirazione. Oltre 170 opere di Canova e artisti a lui coevi, in un gioco di luci e ombre, tra eleganti movenze e apparizioni di mitiche divinità, l'esposizione capitolina racconta in 13 sezioni l'arte canoviana e il contesto che lo scultore trovò giungendo nell'Urbe nel 1779.

Mostre Roma dicembre 2019: ultimi giorni

Allo Spazio5 è visitabile fino a sabato 7 dicembre la mostra  I have a dream. La lotta per i diritti civili e politici degli Afroamericani. Dalla segregazione razziale a Martin Luther King. Realizzata per i 50 anni dell’assassinio di Martin Luther King l'esposizione racconta la condizione dei neri nelle campagne e nelle città degli Stati Uniti tra la fine della Guerra Civile Americana e gli anni sessanta del Novecento, soffermandosi in particolare sugli eventi che portarono al Civil Rights Act del 1964.

Fino a domenica 8 dicembre è in programma a Palazzo Merulana la mostra  Apolidi | Identità non disperse Un’esposizione che si propone come forma di narrazione collettiva, in cui si uniscono vari punti di vista, in grado di restituire voce e dignità alle moltitudini senza volto della contemporaneità. L’arte registra e indaga il declino del mondo e le infinite trasformazioni di un sistema economico e simbolico, una possibile riflessione sulla storia attuale.

Nella zona del Quadraro, lo spazio domestico della Casa Vuota, fino a domenica 8 dicembre presenta la mostra Ovni dell'artista Nordine Sajot, nell'ambito delle iniziative di Rome Art Week. Artista parigina operante da anni a Roma, Nordine Sajot per questa mostra presenta al pubblico gli esiti più recenti della sua multiforme produzione, spaziando dalla fotografia al ricamo, ai disegni luminescenti, alle installazioni alimentari fino ad arrivare alle sculture olfattive.

Potrebbe interessarti anche: , L'Ara Pacis avrà una nuova luce grazie a Bulgari , Il Mattatoio riapre, tra mostre e installazioni. Il programma , Banksy. A visual protest: la mostra a Roma. Biglietti, prenotazioni, orari , Raffaello, la mostra: orari prolungati fino all'una di notte nel fine settimana , Casa del Cinema di Roma: due mostre e rassegne su Leone e Bergman per ripartire

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.