Dove mangiare al ghetto ebraico di Roma: i migliori ristoranti

Food Roma Venerdì 29 novembre 2019

Dove mangiare al ghetto ebraico di Roma: i migliori ristoranti

Carciofo alla Giudea
© facebook.com/nonnabetta

Roma - Il ghetto ebraico di Roma è un quartiere immerso nel silenzio, in cui cultura e cibo si fondono. Dalla Sinagoga al Museo ebraico, e poi i tanti ristoranti: passeggiare per il ghetto ebraico di Roma significa compiere un’affascinante esperienza culturale e gastronomica. Assaporare la cucina ebraica kosher si può, grazie ai tanti ristoranti tipici presenti nel ghetto ebraico di Roma.

Il ristorante Ba’ghetto è il più antico del ghetto ebraico. Fondato nel 2009, Ba’ghetto è un ristorante dall’arredamento moderno e vanta tre sedi: due in via Portico d’Ottavia e una in via Livorno 10. Da Ba’ghetto, noto anche per aver partecipato alla trasmissione 4 ristoranti di Alessandro Borghese, oltre alle specialità kosher, si possono assaggiare prelibatezze della cucina mediorentale.

I piatti a base di pesce e latte vengono serviti da Ba’ghetto Milky, che si trova in via portico d’Ottavia 2/a. Su’ghetto, piccolo ed elegante ristorante nel cuore del ghetto ebraico di Roma, è l’ultimo arrivato della famiglia Ba’ghetto e propone piatti tipici della cucina ebraica, come ad esempio bucatini alla matriciana con carne d’oca, risotto agli agrumi, ravioli spigola e pera, salmone sul letto di spinaci.

In via portico d’Ottavia 65 sorge La reginella, un ristorante in cui si possono assaggiare alici marinate,  tartare di manzo, assaggi ebraici e chi più ne ha più ne metta.

Tra i ristoranti che propongono i carciofi fritti tipici della cucina giudaico-romanesca, anche Il giardino romano, in via del Portico d’Ottavia 18. Oltre ai croccanti carciofi fritti, questo ristorante propone spaghetti alla carbonara, filetti di baccalà fritti e lasagna.

Il ristorante Nonna Betta, gestito dal nipote di Nonna Betta, ebreo romano da generazioni, profuma d’amore e famiglia. Da Nonna Betta è possibile assaporare la vera cucina kosher. Oltre ai piatti che rispettano a 360 gradi la tradizione, da Nonna Betta si possono ordinare frittate di carciofi o cucuzzette, aliciotti con l’invidia, taglioni con cicoria e bottarga.

Carciofi e abbacchio alla Giudia e pasta fatta a mano - come le fettuccine di stracotto -, fritto vegetale pastellato e patate al forno sono solo alcuni dei piatti che si possono gustare presso La  taverna del ghetto, ristorante dall’arredamento moderno situato in via del Portico d’Ottavia 8.

Potrebbe interessarti anche: , Igloo Garden a Tor di Quinto: il Polo Nord a Roma , Excellence Roma 2019: il programma, tra degustazioni e incontri , English breakfast a Roma: colazione salata, dove andare , Hamburger: i 5 da non perdere a Roma. Dove andare , Proloco Trastevere: brunch con pranzo contadino e aperitivo

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.