Capodanno di Roma 2020: Skin al Circo Massimo e mille artisti per 24 ore di festeggiamenti

Capodanno di Roma 2020: Skin al Circo Massimo e mille artisti per 24 ore di festeggiamenti

2019-11-08 10:05:39

Da martedì 31 dicembre a mercoledì 1 gennaio 2020

Ore 21:00

Altre foto

© facebook.com/SkinOfficial

Roma - 1000 artisti, 24 ore di performance per la Festa di Roma 2020, che quest'anno vede una grande ospite protagonista dei festeggiamenti di Capodanno, Skin, leader della band londinese Skunk Anansie. Con il suo dj set, Skin dal centro del Circo Massimo, come in un ideale centro della Terra, proporrà dallo scoccare della mezzanotte fino alle tre del mattino una miscela esplosiva di suoni indie-rock, house ed electro.

Dal centro della Terra perché, come sottolinea la sindaca Virginia Raggi, la Festa di Roma 2020 è dedicata al tema della Terra e al rapporto dell'uomo con la natura. Perché iniziare il nuovo anno parlando attraverso l'arte del rispetto della Terra e perciò dell'ambiente in cui viviamo è sicuramente il miglior auspicio per il nuovo anno e per il futuro. 

Una festa perciò, pensata come un viaggio nella natura attraverso il Tevere e le strade che dalle periferie portano al centro di Roma a quel Circo Massimo che sarà il cuore pulsante della Festa di Roma 2020, orchestrata da ben tre registi Fabrizio Arcuri, Francesca Macrì e Claudia Sorace, che metteranno a punto 24 ore e 70.000 metri quadrati di performance tra installazioni a tema, concerti, spettacoli che spesso saranno il risultato di una gioiosa sinergia con la cittadinanza.

Perché Festa di Roma 2020 non vuole essere un evento da consumare e gettare con lo scoccare della mezzanotte, ma una festa per riscoprire e riappropriarsi della propria città nell'arco di 24 ore attraverso l'arte, filo conduttore del discorso e dell'evoluzione di una società. Un nuovo modo, perciò, di ripensare il Capodanno, massificato e standardizzato in schemi oramai conosciuti da tutti, come ricorda il vicesindaco Luca Bergamo.

Così la Festa di Roma 2020 si snoda in un percorso immaginario e immaginifico all'interno degli ecosistemi terresti e delle loro biodibersità, interpretato poeticamente nella giornata del primo gennaio come un viaggio attraverso cinque ambienti immersivi dentro e intorno alla Terra, una Terra senza confini e barriere, una Terra che fa della diversità il suo valore.

Tra piazza dell'Emporio, ponte Fabricio, giardino degli aranci e piazza Bocca della Verità, i cinque ecosistemi coesisteranno e si contamineranno: il mondo dei pascoli e delle praterie, il mondo del mare, il mondo dei deserti, il mondo delle giungle, foreste e boschi e il mondo del ghiaccio e dell'acqua dolce. Ecco che la Terra diventa un percorso senza confini da attraversare liberamente e da ammirare grazie a performance artistiche, scenari visionari e installazioni a tema, realtizzati da artisti internazionali appositamente per l'occasione, site specific, per rendere parte integrante del progetto chi passerà di lì. 

Un flusso continuo di eventi che dalle 21 del 31 dicembre 2019 proseguirà fino alle 21 del primo gennaio 2020. E ad aprire la festa dal Circo Massimo sarà Ascanio Celestini, che racconterà una favola inedita scritta per l'occasione sul tema della Terra. Ad accompagnarlo e a scandire il racconto ci sarà la Rustica x Band, diretta da Pasquale Innarella. Una band di quartiere formata da ragazzi e ragazzini nata per dare un'alternativa ai giovani lì dove le alternative non sono poi molte oltre la strada. Una piccola luce come la definisce lo stesso Celestini, quella luce data dalla cultura che spesso fa paura a molti.

Subito dopo, la compagnia andalusa Aerial Jockey Strada incanterà con lo spettacolo di danza aerea Sylphes, con le coreografie di Eduardo Zuniga e la regia di Roberto Strada, in cooproduzione con Musica per Roma. Lo spettacolo in perfetto equilibrio tra terra e cielo grazie all'ausilio di una gru, è dedicato alle Silfidi, figure mitologiche femminili identificate dall'alchimista Paracelso come spiriti dell'aria e dei boschi. Le musiche saranno realizzate dal Parco della Musica contemporanea ensemble, diretta da Tonino Battista, che suonerà dal vivo Le quattro stagioni di Vivaldi riscritte da Max Richter, Francesco Peverini sarà il violino solista.

A seguire, come anticipato, Skin terrà in pugno la platea fino alle prime ore del mattino quando i percorsi e le performance a tema prenderanno vita animando le strade, il corso del Tevere, le biblioteche centrali e perifiriche, luoghi come il Palazzo dello sviluppo economico, il Teatro di Roma, la Casa del cinema grazie al coinvolgimento di istituzioni come la Fondazione Romaeuropa, il Teatro dell'Opera con la Cantoria della scuola di canto, l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia con l'Ensemble di archi e l'Orchestra popolare italiana diretta da Ambrogio Sparagna e artisti come Mario Formenti e Daniele Roccato, solo per citarne alcuni dato che ben 1000 artisti noti e meno noti si alterneranno sul palcoscenico unico al mondo quello della città di Roma.

Il programma completo con tutti gli aggiornamenti sul sito della Festa di Roma 2020.

Approfondisci con: Maggiori informazioni sull'evento e biglietti per Capodanno 2020 Roma: Skin al Circo Massimo e mille artisti

Potrebbe interessarti anche: Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi, fino al 26 novembre 2020 , Tiziano Ferro in concerto allo Stadio Olimpico con Tzn 2020, 15 luglio 2020 , The most beautiful opera arias, fino al 27 dicembre 2020 , Allegro capriccioso, fino al 15 dicembre 2019

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.