Cascate di Monte Gelato: vicino a Roma, tra natura e storia

Outdoor Roma Cascate di Monte Gelato Martedì 20 agosto 2019

Cascate di Monte Gelato: vicino a Roma, tra natura e storia

Cascate di Monte Gelato
© Elena D'Alessandri

Roma - Se avete voglia di una gita fuori dall’ordinario, alla ricerca di luoghi insoliti e angoli selvaggi senza allontanarvi troppo da Roma, beh, allora abbiamo per voi una proposta davvero convincente a metà tra natura e storia.

Vi basterà uscire da Roma e, in poco meno di un’ora, raggiungerete le Cascate di Monte Gelato, all’interno dell’area protetta del Parco Regionale Valle del Treja, che si estende tra Calcata (in provincia di Viterbo) e Mazzano Romano (in provincia di Roma). Il parco prende il nome dal fiume che lo attraversa, il Treja appunto, che sorge nei monti Sabatini e che, nell’area di Monte Gelato, crea dei piccoli salti che confluiscono in un’area circolare, quasi a formare un piccolo lago, le Cascate di Monte Gelato.

Nella stagione più favorevole, da aprile a inizio novembre, il parcheggio in prossimità delle Cascate di Monte Gelato è vietato nei fine settimana e nelle festività. In tal caso dovrete lasciare l’auto nel parcheggio del Castellaccio, poco distante o, una volta esaurito il posto, a Mazzano Romano e usufruire della navetta che parte dal paese.

L’immersione nella natura è totale e, se aveste la fortuna di non capitare in una giornata particolarmente affollata, potrete godere a pieno dello scenario, tanto suggestivo da essere stato sfruttato come set cinematografico o location per spot televisivi in più occasioni.

L’area è immersa in una vegetazione lussureggiante che, unita alla temperatura gelida delle acque, renderà piacevole il vostro soggiorno anche in giornate particolarmente afose.

Potrete approfittare per fare trekking nell’area circostante. Uno dei sentieri, noto con il nome di Fonte di Virgilio, vi condurrà presso la località Fontana Salsa, dove numerosi avventori si riforniscono di acqua effervescente naturale. I sentieri sono comunque diversi e tutti accessibili anche ai meno esperti. L’area, così selvaggia, non ha punti ristoro, quindi è opportuno partire al mattino muniti di un pranzo al sacco da consumare in tranquillità sulle rive del fiume.

Qualora dopo questa full immersion nel verde non aveste invece voglia di un pic nic, preferendo un pranzo vero e proprio, la vicina Calcata è quello che fa per voi. Il paesino, un fazzoletto di modestissime dimensioni, abitato per lo più da artisti italiani e stranieri, è arroccato su di una roccia che domina la valle, con accesso al centro storico esclusivamente pedonale.

Per raggiungere la piazza dovrete attraversare una grande porta ad arco sovrastata dalle merlature del Palazzo Anguillara. Raggiunta la sommità, vedrete un dedalo di vicoli e viuzze arricchite da piccole taverne, osterie e botteghe artigiane, che spesso terminano in affacci a strapiombo sulla vallata, come una piccola isola avvolta dalla natura e dal silenzio.

Potrebbe interessarti anche: , Natale 2019 a Roma e nel Lazio: la festa delle meraviglie, tra mercatini e presepi viventi , Luminarie di Natale in via Condotti: Cartoon Christmas Lights, l'inaugurazione , Mercatini di Natale 2019 Roma: orari di apertura e programma , Dove sciare vicino Roma? Da Monte Livata a Prati di Mezzo, tra piste rosse e storia , Padel: tutto ciò che serve per questo sport

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.