Ristoranti aperti ad agosto Roma: dove mangiare d'estate in città

Food Roma Mercoledì 24 luglio 2019

Ristoranti aperti ad agosto Roma: dove mangiare d'estate in città

Ristorante Sette

Roma - Se è vero che le città italiane d’estate si svuotano, è altrettanto vero che ci sono poche rare eccezione. Firenze, Venezia e Roma innanzitutto, che se forse nei mesi più caldi si svuotano di residenti, è altrettanto vero rimangono colme di un turismo incessante durante l’arco di tutto l’anno.

Che siate dunque cittadino pronti a restare in città, per necessità o per scelta, oppure turisti che hanno deciso di spendere alcuni giorni delle proprie vacanze alla scoperta della bellezze della Capitale, ecco qualche dritta su dove mangiare a Roma ad agosto.

Di seguito troverete ben 18 ristoranti sempre aperti a Roma ad agosto 2019, dalla proposta asiatica alla cucina nostrana. Con qualche indirizzo a Fiumicino.

  • Rosti al Pigneto, via Bartolomeo d’Alviano 65. Un buon indirizzo in cui mangiare per in zona Pigneto. Ad una serie di golosi fritti, dal supplì alle chips cacio e pepe, si affiancano insalate, primi piatti della tradizione, griglia, hamburger, bruschette e pizze napoletane. Da affiancare ai cocktail. Sempre aperto (fino a settembre sospeso il brunch).
  • Romeo Chef & Baker, piazza dell’Emporio 28. L’hub culinario della chef Cristina Bowerman, 1 stella Michelin al suo Glass Hostaria, va in vacanza a luglio, e ad agosto diventa un perfetto luogo di ristoro. Un po’ ristorante gourmet informale, un po’ market gastronomico, al suo interno ha anche Giulietta, la pizzeria, e Frigo, la gelateria artigianale.
  • Acquolina, via del Vantaggio 14. Intimo e raffinato, il ristorante 1 stella Michelin del The First Roma Arte ha appena visto arrivare nelle sue cucine il talentuoso chef Daniele Lippi, direttamente da Il Convivio Troiani (nel mese di agosto Acquolina resterà chiuso nella settimana che va dall'11 al 18).
  • Zuma, via della Fontanella di Borghese 48. Il ristorante giapponese più cool della Città Eterna. All’ultimo piano del prestigioso palazzo Fendi, qui si mangiano i classici nipponici (dagli uramaki alla tempura), ma anche diversi piatti rivisitati. Una tappa immancabile per il viaggiatore fashion.
  • The Flair Rooftop Restaurant, piazza Barberini 23. I piatti dello chef Alessandro Caputo in questo ristorante con vista, situato all’ottavo piano dell’hotel Sina Berini Bristol.
  • Ristorante Sette, via Turati 171. Una location dal respiro internazionale, sulla terrazza del Radisson Blu vicino a Termini. Per business men provenienti dalla stazione e non solo, i piatti di Giuseppe Gaglione (con la consulenza di Andrea Ribaldone). All’esterno c’è anche la piscina.
  • Madeiterraneo, via del Tritone 61. Nella Capitale per un giro di shopping ad agosto? Ingredienti italiani e creatività all’interno della Rinascente di via del Tritone. Tra i progetti più recenti seguiti dallo chef Riccardo Di Giacinto.
  • All’Oro, via Pisanelli 25. Ancora lo chef Riccardo Di Giacinto. L’esclusiva struttura cinque stelle The H’all Tailor Suite ospita il suo ristorante fine dining. Per un’esperienza (1 stella) Michelin anche d’estate.
  • Lo Zio d’America, via Ojetti 2. Buon vino, ingredienti freschi e mediterranei, piatti tradizionali. Un indirizzo sempre aperto ideale anche per chi vuole qualcosa da portar via. All’interno infatti c’è anche la possibilità di fare la spesa.
  • Giulia Restaurant, lungotevere dei Tebaldi 4/a. Un ambiente ricercato in cui fare sosta, sia per provare il ristorante gourmet, capitanato dallo chef Luigi Gallo, che il cocktail bar, seguito dal bar manager Gianluca Storchi.
  • Pacifico, lungotevere Arnaldo da Brescia 2. Una location esclusiva per i viaggiatori amanti delle proposte etniche (e posh). Qui si possono provare proposte peruviane nikkei, tra ceviche e dim sum, ma anche assaggiare del pisco.
  • Dao, viale Jonio 328/330. Appena rinnovato, questo ristorante dall’aria glamour propone piatti dell’autentica cucina cinese. La novità è il dim sum bar che, abbinato ad una selezione di cocktail, ne prevede circa trentacinque varianti.
  • Barbieri 23, via dei Barbieri 23. Enoteca e laboratorio, da Barbieri 23 si ricercano ingredienti ricercati e di qualità, da assaporare senza fronzoli. In carta soprattutto pesce, ma anche formaggi, carne e verdure.
  • Acqualunae Bistrot, piazza dei Quiriti 20. Un bistrot in cui staccare dai ritmi della città. I pochi posti e sedere, l’arredamento essenziale e la cucina mediterranea dello chef Emanuele Paolini ne fanno un buon indirizzo easy chic.
  • Manforte, via Zanardini 30. Un ambiente ampio e divertente, in cui mangiare sia dentro che fuori. Un po’ ristorante, un po’ sagra, se amate stare all’aperto qui potete trovare un’interessante scelta di pizze, hamburger e bruschette.
  • Alfredo alla Scrofa, via della Scrofa 104/a. Più che un ristorante, un’istituzione. In questo storico ristorante di cucina laziale sono nate le Fettuccine Alfredo, ormai note in tutto il mondo.
  • Host, via Pertini 29. Per tutto il mese di agosto è possibile trovare da Host, a Fiumicno, la gustosa cucina di pesce dello chef Alessandro Capponi. C’è anche il menu vegetariano.
  • Il Tino, via Monte Cadria 12. Per un’esperienza gourmet singolare, Il Tino è il ristorante a bordo fiume guidato da Lele Usai. Si trova all’interno del Nautilus Marina.
  • Quarantunododici, via Monte Cadria 127. Dentro il Nautilus Marina anche questo indirizzo informale, che propone cucina di mare. Anche qui i piatti sono stati realizzati da Lele Usai.

Potrebbe interessarti anche: , Proloco Trastevere: brunch con pranzo contadino e aperitivo , Martinucci: il pasticciotto pugliese sbarca a Roma Termini , Festa della castagna di Vallerano 2019: il programma tra degustazioni, incontri e concerti , Ristorante Seacret Roma: inaugurazione e menu , Marì, maritozzi a Roma: l'inaugurazione al Rione Monti

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.