Orecchietteria Banfi: a Roma il ristorante di Lino Banfi

Orecchietteria Banfi: a Roma il ristorante di Lino Banfi

Food Roma Orecchietteria Banfi Mercoledì 3 aprile 2019

© facebook.com/Orecchietteriabanfi/photos
Altre foto

Roma - Il quartiere Prati profuma di Puglia e… di cinema. In via Gioacchino Belli 116, a due passi da piazza Cavour, c'è l'Orecchietteria Banfi, il ristorante a conduzione familiare del nonno più famoso d’Italia: Lino Banfi.

Nato ad Andria e cresciuto a Canosa, Lino Zagaria (questo il vero cognome di Lino Banfi, n.d.r.) ha sempre avuto una grande passione per la cucina, che ha amabilmente trasmesso alla sua famiglia, in primis a sua nipote Virginia, e l'Orecchietteria Banfi ne è la perfetta dimostrazione.

Noi abbiamo fatto due chiacchiere con Walter, figlio di Lino Banfi, che è tra i gestori del ristorante: «A casa papà apriva il frigorifero e, anche con pochi ingredienti, riusciva a preparare qualcosa. Qui cerchiamo di proporre i piatti della tradizione pugliese. Un giorno una ragazza è venuta da me e, in lacrime, mi ha ringraziato perché all'orecchietteria aveva pranzato come quando andava a pranzo dalla nonna. Queste per noi sono le grandi soddisfazioni di questo lavoro», racconta Walter.

All’orecchietteria tutto sa di Puglia, a partire dall’arredamento, che rimanda ai trulli, tipiche costruzioni coniche tradizionali pugliesi, fino ad arrivare alle tante specialità preparate con prodotti pugliesi doc: «Abbiamo passato due anni a scegliere quelli giusti da proporre ai nostri clienti», afferma Walter, indicando  i prodotti della linea Bontà Banfi, esposti sugli scaffali tra i tanti premi vinti da Lino.

Orecchiette alle cime di repa, delichete al basilico e pomodoro, burrata, panzerotti, pasticciotti, e chi più ne ha più ne metta: in orecchietteria vige la regola mangiare in allegria, e «il menù è divertente, genuino e sempre in continua evoluzione», sottolinea Walter.

All'Orecchietteria Banfi è possibile gustare le prelibatezze pugliesi circondati dai quadri che ritraggono Lino Banfi in alcune delle sue divertenti performance, sia a pranzo (dalle 12.30 alle 15), che a cena (dalle 19 alle 23).

Potrebbe interessarti anche: , Scabeat, al Mercato Centrale di Roma la cucina di Davide Scabin tra Piemonte e Lazio

Fotogallery

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.