Teatro Roma Off Off Theatre Mercoledì 12 dicembre 2018

Laboratorio della vagina: le donne riscoprono il sesso e la femminilità

Altre foto

Roma - Dal 18 al 28 dicembre, all'Off off theatre di Roma, andrà in scena lo spettacolo Il laboratorio della vagina. Farsa giocosa scritta, diretta e interpretata da Patrizia Schiavo, Il laboratorio della vagina presenta l'organo sessuale femminile come uno strumento dell'immaginario maschile e patriarcale, ma anche, allo stesso tempo, come un mezzo di rivoluzione e di presa di coscienza del proprio potere da parte delle donne.

Lo spettacolo di Patrizia Schiavo coniuga irriverenza, comicità e denuncia oscillando tra serio e faceto, goliardico e polemica. Sul palco irromperanno dalla platea Teresa Arena, Anna Maria Bruni, Marianna Ferrazzano, Silvia Grassi, Carmen Matteucci, Sarah Nicolucci e altre quattro attrici, che si alterneranno sera per sera con storie diverse, atte a destabilizzare e modificare la struttura fissa dello spettacolo, incarnata da Lucia BianchiSerena Borelli, Donatella Cherry ed Élodie Serra.

Sul palco la sacerdotessa e sessuologa Schiavo, interpretata dalla stessa autrice, accompagnerà sette donne in un percorso rivolto alla liberazione dai tabù, dai luoghi comuni, dall'ignoranza, dalle inibizioni, dalle paure e dal senso di vergogna. Il laboratorio della vagina è un viaggio collettivo in cui le pazienti, e di riflesso gli spettatori, imparano a raccontarsi, a conoscere il proprio corpo e a vivere appieno la propria sessualità.

I tabù sdoganati dal Laboratorio della vagina, senza pudori ma senza pedanteria, assolvono a una funzione catartica, liberatoria. Protagonista assoluta è la vagina come emblema di femminilità, forza e maternità delle donne, ma anche come motivo di incomprensione, sottomissione, emarginazione e violenza.

Sul palco si alterneranno storie ironiche e drammatiche, dal primo ciclo alla prima volta, dalle richieste erotiche più stravaganti all'orgasmo, senza trascurare il tema dei maniaci nei parchi e degli stupri. Dagli aspetti piccanti a quelli dolorosi, gli spettatori saranno coinvolti in un'escalation che va dal divertimento alla violenza subita dalle donne bosniache, dagli stupri di massa alla pulizia etnica.

Lo spettacolo urla un no forte e chiaro allo stupro, alla violenza, alla mutilazione, all'infibulazione e inneggia invece alla riscoperta della femminilità, del sesso, della dignità e del rispetto, in un messaggio di denuncia volto a vincere l'indifferenza. Emblematica la frase: «Invece di nasconderci dietro al velo e al burqa, noi ce la guardiamo!».

Prezzi: intero 25 Euro, ridotto over 65 18 Euro, ridotto under 35 15 Euro, gruppi 10 Euro

Info e prenotazioni: 06 89239515.

Potrebbe interessarti anche: , The prudes: seduta terapeutica di coppia collettiva con Carlotta Proietti e Gianluigi Fogacci , Loose Ends Giovani Sospesi: una storia under 30 tra social media e relazioni umane all'Off Off Theatre , Teatro Ciak: si alza il sipario sulla Cassia con Proietti e Micheli

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.