Mostre Roma Museo dell'Ara Pacis Giovedì 25 ottobre 2018

Marcello Mastroianni in mostra all'Ara Pacis: una vita tra parentesi

Marcello Mastroianni: la mostra all'Ara Pacis
© Michela Micheli
Altre foto

Roma - Quando Marcello Mastroianni muore a Parigi nel 1996, inevitabilmente porta via con sé la parte più vera e pulita del cinema italiano. Presso il Museo dell'Ara Pacis, dal 26 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019, a cura di Gian Luca Farinelli e promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale, Sovrintendenza Capitolina, curata e coprodotta dalla Cineteca di Bologna, arriva la mostra Marcello Mastroianni - Una vita tra parentesi. Le parentesi sono quelle tra un set e l’altro, tra un palcoscenico e l’altro, lungo una carriera fatta di un’infinità di film, di spettacoli, di personaggi.

Realizzata con il contributo del Ministero per i beni e le attività culturali, in collaborazione con l’Istituto Luce e Cinecittà, la mostra è stata realizzata in occasione della Festa del Cinema di Roma 2018, che si conclude domenica 28 ottobre.

Attraverso cimeli, 600 foto - molte inedite -, interviste e testimonianze di amici, la mostra ripercorre la vita e la carriera di Marcello Mastroianni. «Il documentario-testamento Mi ricordo, sì, io mi ricordo è il filo conduttore di tutta la mostra», spiega emozionato il produttore Roberto Cicutto, che si definisce quasi amico di Mastroianni.

La mostra Marcello Mastroianni - Una vita tra parentesi racconta di lui, dalle origini all’arrivo a Cinecittà; i primi film, l'incontro con Vittorio De Sica e quello con Federico Fellini, con il quale instaurò fin da subito un rapporto di amicizia puro, tanto da diventarne il suo alter ego; e ancora, il teatro, arrivato quasi all’improvviso nella sua vita, la sua carriera internazionale.

Un mix di cinema, cultura e arte, perché Marcello era ed è tutto questo, come era ed è indiscutibilmente l'artista italiano tra i più amati; Mastroianni viveva la sua vita tra un set e l’altro e faceva innamorare tutte, anche se lui sosteneva di non essere un latin lover.

Più di cento film, tanti, tantissimi i ruoli interpretati: dal giornalista della Dolce Vita al regista di 8 ½, passando per Ferdinando Cefalù, il barone del film Divorzio all’Italiana e Gabriele di Una giornata particolare, dove recita accanto a Sophia Loren, sua fedele amica e collega. Moltissimi anche i premi ricevuti: otto David di Donatello, due Golden Globe, due premi per la migliore interpretazione maschile al Festival di Cannes e due Coppa Volpi al Festival di Venezia.

Roma, sua città d’adozione, rende omaggio a Marcello Mastroianni per non dimenticarlo e soprattutto per ringraziarlo. Perché con il suo talento naturale, la sua immensa umiltà e inconfondibile ironia ha fatto divertire, emozionare, ed è entrato nelle case di tutti, lasciando un ricordo indelebile, tramandato di generazione in generazione.

Potrebbe interessarti anche: , Robert Mapplethorpe in mostra alla Galleria Corsini a trent'anni dalla morte , Mostre Roma 2019 da non perdere. Leonardo Da Vinci, Pollock, Warhol e molti altri , Leonardo da Vinci a Roma: la mostra alle Scuderie del Quirinale a cinquecento anni dalla scomparsa , Mostre Roma 2019 da non perdere. Da Picasso a Andy Warhol, da Pollock a Zerocalcare , Andy Warhol in mostra al Complesso del Vittoriano

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.