Pollock e la scuola di New York in mostra al Vittoriano di Roma

Pollock e la scuola di New York in mostra al Vittoriano di Roma

Mostre Roma Mercoledì 10 ottobre 2018

Mostra Pollock e la Scuola di New York a Roma
© Gianfranco Fortuna

Roma - Jackson Pollock e James Dean uniti nella tragica fine in macchina, superstar degli anni Cinquanta americani; Pollock e Dean ribelli, ingestibili, fuoriclasse. Jackson Pollock, in mostra dal 10 ottobre 2018 al 24 febbraio 2019 al Complesso del Vittoriano di Roma, costruiva i suoi quadri come uno che lavora la terra: un pennello, un badile, la spatola, la penna, le mani sulla tela. La capitale dell'arte, dopo la Seconda Guerra Mondiale, si trasferisce da Parigi (qui si erano trasferiti Picasso, Modigliani, De Chirico) alla Grande Mela. È proprio qui che nel 1947 si parlerà della Scuola di New York. Un gruppo di pittori che si rifà alla modalità gestuale degli Espressionisti tedeschi, informali, inseriti in un circuito di galleristi, esperti, critici, collezionisti americani che fanno di questa nuova arte un vero e proprio sistema.

Gli artisti discutono, dibattono, combattono (nella mostra c'è una loro foto di gruppo con Pollock di tre quarti, in posa, arrabbiato come gli altri.) Sono: De Kooning, Kline, Mark Rothko, Ad Reinarth, Barnett Newman. Il loro lavoro pone da subito una severa riflessione fra la vita e la società contemporanea. Pollock è il primo che mette il quadro a terra, non più a cavalletto, e con il pennello lascia gocciolare il colore (dripping).

Danza attorno e dentro l'opera. Il suo sforzo è colossale, individualista, eccessivo (action painting) e ha qualcosa di autodistruttivo maledetto e affascinante. Erano gli anni della rivoluzione jazz di Miles Davis e stava esplodendo negli States anche la questione razziale. L'ordine e il disordine cosmico della sua opera e dei suoi compagni d'arte sono un messaggio anche per la nostra epoca. Si può affermare che con l'opera di Pollock nasce definitivamente l'arte contemporanea.

Potrebbe interessarti anche: , Mostra Raffaello a Roma riapre: nuove date, orario prolungato e biglietti , Musei online: Roma, la mostra di Leonardo Da Vinci si svela in un blog , Raffaello a Roma, la mostra riapre online: come visitarla dal divano di casa , Coronavirus a Roma: tour virtuali nei musei civici e visite da casa alle mostre , Coronavirus a Roma, Colosseo e musei chiusi: come visitarli online tra tour virtuali e social

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.