Macro Asilo: apre a Roma il nuovo museo di arte contemporanea

Macro Asilo: apre a Roma il nuovo museo di arte contemporanea

Cultura Roma Mattatoio (ex Macro) Martedì 2 ottobre 2018

di Gaia Clotilde Chernetich
Macro Asilo di Roma
© Gaia Clotilde Chernetich

Roma - Un museo come un asilo, un riparo: il museo ospitale, così recita anche la locandina dell’inaugurazione del Macro Asilo di Roma; un poster bianco con cinque file di sedie nere, vuote e quindi invitanti, a segnalarci come il focus dell’operazione di apertura di questo nuovo spazio sia orientato interamente verso il tema dell’inclusività, della collaborazione e dell’accoglienza.

Dalla grande entrata, l’appena inaugurato Macro Asilo appare come uno spazio multifunzionale e multidirezionale, con diversi livelli che appaiono e scompaiono tra interni e esterni. L’architettura è un incontro di materiali leggeri - metallo, vetro - e di solidità. Nell’alternanza di queste texture si gioca probabilmente anche un’altra delle questioni care al Macro Asilo: l’arte come mondo, da abitare, e non come sistema. Uno spazio partecipato, da attraversare. 

All’interno, nella viva serata d’inaugurazione, una moltitudine di cittadini attratti da questo nuovo spazio dedicato alle arti contemporanee che ha aperto le porte domenica 30 settembre con una vernice che lascia intravedere tutte le potenzialità di questo grande spazio situato nel cuore della Capitale.

Per quindici mesi, i primi dall’apertura, il museo resterà gratuito. Il direttore, Giorgio De Finis, ha voluto impostare questa nuova vita del Macro Asilo sul modello di un grande atelier collettivo; con un calendario di eventi, quotidiani, ad animare gli spazi saranno installazioni, performance, seminari, mostre e altre attività accessibili a tutti.

Il programma è fitto e non è semplicissimo orientarsi nel programma cartaceo. Un disorientamento positivo, questo, che punta a ottenere un accesso esplorativo nei fruitori del museo. La terrazza sovrasta la struttura; ai piani inferiori, invece, sono presenti gli atelier - quattro ambienti uguali tra loro, veri spazi di lavoro per gli artisti -, l’area incontri, il foyer - che rappresenta una vera e propria piazza coperta -, il bookshop (ottimamente allestito); vi sono inoltre le stanze: la stanza dedicata ai media, quella dedicata alle parole, la sala cinema, e la sala Rome - segno dell’esistenza di una città plurale - dove una grandissima cassettiera resta a disposizione delle istituzioni culturali della città che vogliano depositare lì le proprie informazioni, materiali informativi o altro.

Primo atto di questo nuovo grande progetto è un appello: tutti gli artisti che desiderano collaborare con il Macro Asilo sono invitati a presentarsi, per dare vita alla prima grande automappatura del mondo artistico della capitale.

L’arte contemporanea a Roma ha un nuovo indirizzo, dunque; seguiremo con attenzione i prossimi passi e le prossime iniziative, ma già da ora sappiamo che museo è un nome proprio di città, collettivo, plurale.

Ecco gli orari di apertura di Macro Asilo: martedì, mercoledì, giovedì, venerdì e domenica: dalle 10 alle 20; sabato: dalle 10 alle 22; chiuso il lunedì.

Potrebbe interessarti anche: , Piero Angela racconta i Viaggi nell'Antica Roma: biglietti e orari , Musei civici di Roma e Fori Imperiali, riapertura dal 2 giugno: biglietti, regole d'accesso e mostre in corso , Il Bioparco di Roma riapre: prezzo biglietti, prenotazioni, orari, sicurezza , Riapre il Colosseo a giugno. Biglietti, prenotazioni e orari del Parco archeologico , Il Giardino di Ninfa riapre: prenotazioni, orari, biglietti

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.