Food Roma Martedì 25 settembre 2018

Osterie d'Italia Slow Food 2019: a Roma premiata la trattoria Da Cesare

I gestori della trattoria Da Cesare, a Roma

Roma - È stata presentata a Torino, nell'ambito dell'evento Terra Madre Salone del Gusto, la nuova guida Osterie d'Italia 2019 di Slow Food Editore, curata da Marco Bolasco ed Eugenio Signoroni (Collana Guide Slow, pagine 896, prezzo 22 Euro), che quest'anno presenta una novità: i sei premi speciali che per la prima volta la guida attribuisce agli osti.

Il Premio Migliore Carta dei Vini è andato alla trattoria Da Cesare, che si trova a Roma, nel quartiere gianicolense. Ecco la motivazione del premio: «La carta dei vini di Da Cesare è un esempio di come dovrebbe essere al giorno d’oggi una selezione di etichette. Quella di Leonardo (Vignoli, l'oste della trattoria Da Cesare insieme alla moglie Maria Pia, ndr) è una proposta identitaria, personale, attenta al territorio e alle produzioni sostenibili, ma senza essere ideologica».

Spiega Leonardo Vignoli: «Quando parliamo di giusto prezzo riguardo al menù di un’osteria non possiamo non considerare anche il vino: secondo me stappare una bottiglia non è un lavoro così impegnativo, per questo non ricarico molto il prezzo dei vini che servo. Lo troverei profondamente ingiusto nei confronti di chi davvero lavora duramente per arrivare a ottenete un buon vino».

Nella nuova guida Osterie d’Italia 2019 di Slow Food c’è anche un'altra novità: i nuovi criteri attribuire il simbolo della bottiglia: «Questo simbolo è nato negli anni ’90, quando il mondo del vino era diverso, adesso che è nata la guida Slow Wine ci siamo fatti aiutare dai curatori - Giancarlo Gariglio e Fabio Giavedoni e tutta la redazione - per ridefinire le caratteristiche che deve avere il riconoscimento dato alla qualità della carta dei vini» sottolinea Eugenio Signoroni. 

Tra i principi che hanno guidato l’attribuzione ci sono l’abbinamento con i vini del proprio territorio; la personalizzazione della carta dei vini secondo il proprio gusto e un lavoro di ricerca personale; meglio poche referenze ben scelte piuttosto che centinaia poco curate e banali; il rapporto qualità prezzo che si deve ritrovare anche per le etichette e così come l’attenzione all’ambiente.

Ecco tutte le Chiocciole dell'edizione 2019 (che segnalano i locali che meglio incarnano il modello di osteria secondo la guida Osterie d’Italia) nel Lazio:

  • Nu’ Trattoria Italiana Dal 1960Acuto (Fr) 
  • Lo StuzzichinoCampodimele (Lt) 
  • Trattoria Del CiminoCaprarola (Vt)
  • Osteria Del Tempo PersoCasalvieri (Fr) 
  • L’oste Della Bon’oraGrottaferrata (Rm) 
  • Taverna MariGrottaferrata (Rm) 
  • A Casa Di AssuntaIsola Di Ponza (Lt) 
  • Sora Maria E ArcangeloOlevano Romano (Rm) 
  • La PolledraraPaliano (Fr) 
  • Osteria Del Vicolo FatatoPiglio (Fr) 
  • Da ArmandoAl Pantheon Roma 
  • Da CesareRoma 
  • Grappolo D’oroRoma 
  • Pro Loco D.O.L.Roma 
  • Il CasalettoViterbo 

Potrebbe interessarti anche: , Dove mangiare la grattachecca a Roma: il chiosco di Sora Mirella , I 5 caffè storici di Roma da non perdere, tra cinema e cultura , Ma va'? Un ristorante vegano vegetariano a Roma , Street food a Roma: dove mangiare il cibo di strada , Fiaschetteria Beltramme a Roma: cucina tipica e ricordi della Dolce Vita

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.

Oggi al cinema a Roma

8 ½ Di Federico Fellini Drammatico Italia, 1963 Guido è un regista, quarantenne, un po' stanco. Tutto ciò che lo riguarda è stanco: il rapporto con la moglie, col suo produttore, con gli amici, persino con l'amante. Naturalmente l'ispirazione si è fatta sottile, le idee... Guarda la scheda del film