Food Roma Venerdì 10 agosto 2018

Sushi a Roma: i 10 ristoranti giapponesi da non perdere

© pixabay.com

Roma - Diffusosi in Italia verso la fine degli anni ’80, il sushi rimane ancora oggi una delle specialità straniere più amate e consumate dagli italiani e in particolare dai romani, che fanno registrare ordinazioni record nei ristoranti. Soprattutto attraverso la formula, molto di moda, dell’all you can eat.

Fresco e appagante per la varietà e la qualità dei sapori che riesce a coniugare e ad assemblare, il sushi è diventato un must irrinunciabile per molti di noi, ma trovare i ristoranti giusti in cui mangiare del sushi, proprio a causa della ricchezza enorme della proposta, non è semplicissimo.

Vi proponiamo allora, in questa classifica, quelli che a nostro avviso sono i 10 ristoranti giapponesi irrinunciabili di Roma, non per forza vincolati ai menù dall’offerta fissa, che non può e non deve essere l’unico parametro, data la necessità di far coesistere qualità e convenienza.

Sushisen
Via Giuseppe Giulietti, 21/a, tel. 06 5756945
Nel cuore di Testaccio, quartiere tra i più belli, vivibili e confortevoli di Roma, spicca questo ristorante di cucina giapponese, servito a dovere dall’apporto dello chef Yamamoto. Nel locale è disponibile il kaitenzushi, ovvero il nastro trasportatore in cui pescare liberamente per assecondare le voglie del palato (c’è chi dice sia il nastro da sushi più famoso di Roma). Consigliato anche il sakè e il gelato a base di latte di soia, conio dello chef. 

Jinja
Circonvallazione Trionfale, 59/59, tel. 06 39739097
Primo ristorante romano a dotarsi del comodissimo servizio di prenotazione tramite iPad, questo locale di ristorazione giapponese nel quartiere Prati, a ridosso della Circonvallazione Trionfale, offre sushi e un’invidiabile varietà nella scelta e nell’offerta. Tante specialità di sushi presentate dal menù esaltano non solo il gusto, ma anche l’occhio, con proposte cromatiche e visive piuttosto rilevanti. Disponibile anche in un’altra filiale nel quartiere Parioli.

Hamasei
Via della Mercede, 35-36, tel. 06 6792134
Altra citazione obbligata tra i sushi restaurant di Roma, Hamasei è tra i ristoranti giapponesi giusti per chi si trovasse a bazzicare le meraviglie del centro di Roma e fosse alla ricerca di una pausa a base di cucina nipponica. L’ambiente è tra i meglio congegnati della città per quanto riguarda lo stile del Sol Levante, con arredi mai banali. Considerata un’istituzione, avendo aperto i battenti nel 1974, quando i posti dove mangiare sushi in Italia erano piuttosto limitati, offre anche una proposta di dolci.

Oishi
Via del Gazometro, 40b, tel. 06 57302376
Situato a due passi da via Ostiense, nel cuore dell’omonimo quartiere e in una posizione strategica, a pochi passi da uffici, negozi e università Roma Tre, è tra i moltissimi ristoranti romani a offrire la consolidata formula dell’all you can eat, che in questo caso non fa minimamente rima con sciatteria. Disponibile un’ampia sala, oltre ai tavolini vicini alla cassa e all’ingresso, capiente e luminosa. Anche in questo caso ogni tavolo è previsto di un iPad in dotazione, per un ordine che viaggia davvero alla velocità della luce.

Temakinho
Via dei Serpenti, 16, tel. 06 42016656
Tra le molte proposte di cucina giapponese a Monti (è presente anche un distaccamento a Borgo Pio), questo ristorante merita senz’altro una menzione d’onore: si tratta di un locale già aperto da qualche anno, che provvede a far sbarcare a Roma la tradizione, già ampiamente consolidata in una città sempre sul pezzo come Milano, della cucina nippo-brasiliana. Il fusion verdeoro regala risultati variopinti. I cocktail per accompagnare e mandar giù al meglio il sushi sono dissetanti. Particolarmente consigliato il Beleza, per un tuffo nelle ricostituenti atmosfere carioca: vi rimetterà al mondo.

Tenmaya
Via Calpurnio Fiamma, tel.  06 765944
Tra i locali più conosciuti per il sushi a Roma Sud e altro punto di riferimento per la cucina orientale della Città Eterna, questo locale sulla Tuscolana offre ai propri ospiti tre salette Tatami, con i tradizionali cuscini a terra: un ambiente rilassante e tematico che garantisce un’esperienza nipponica a 360°, oltre a imbandire in abbondanza una varietà di sushi, carne, pietanze cotte, zuppe, dolci tipici e quant’altro.

Rokko
Passeggiata di Ripetta, 15, tel. 06 3223414
Aperto nel 1991 e tra i primi storici portavoce della cucina giapponese a Roma, Rokko offre un menù corposo ed eclettico e un ottimo rapporto qualità prezzo, con la sicurezza di non rimanere delusi in quanto a gustosità di sushi e sashimi. La comunità nipponica romana lo frequenta e lo sostiene molto, il che non può che essere un altro fiore all’occhiello da appuntarsi. Di gran pregio anche il lavoro dello chef Takehisa Haraguchi.

Taki
Via di Marianna Dionigi, 54, tel. 06 3201750
Probabilmente il ristorante giapponese romano in assoluto più fancy, raffinato e ricercato che ci sia, Taki sorge nel quartiere Prati, a pochi passi dalla centralissima piazza Cavour, e offre ai propri ospiti un’esperienza totalizzante che va oltre la semplice consumazione del cibo. Il design degli ambienti è infatti particolareggiato e, a detta dei proprietari, offre un microcosmo che riproduce con maestria e passione l’atmosfera di questa terra lontana. A corredo di ciò splendide illuminazioni, acque e piante sofisticate, curiosi oggetti alle pareti e suppellettili assortite.

Zen Sushi
Via degli Scipioni, 243, tel. 06 3213420
Altra proposta relativa al quartiere Prati, che insieme a Monti vince la nostra personale palma di miglior quartiere per i ristoranti giapponesi, Zen Sushi propone prezzi davvero convenienti ed è anche il primo ristorante italiano ad aver aperto in Italia con la già citata soluzione del Kaiten, il tappeto rotante sul quale passano i piatti. All’insegna dell’immediatezza, del consumo smart e della più assoluta qualità e trasparenza (dai tavoli è visibile la cucina e lo chef al lavoro ai fornelli), è una tappa obbligata per i romani amanti del sushi.

Doozo
Via Palermo, 51, tel. 06 481 5655
Chiudiamo questa classifica segnalando in coda, come ci piace fare, quello che oltre a essere un punto fermo della cucina nipponica romana è anche molto di più: luogo di ritrovo, centro culturale dov’è possibile godere di una zona che funge da libreria e uno spazio dedicato ad eventi relativi alla cultura nipponica, per non parlare del bookshop e dei corsi di lingua e di ikebana (arte della disposizione dei fiori recisi). Particolarmente raccomandata la cena all’aperto, per coniugare palato e refrigerio, nel giardino esterno, verdeggiante e aperto alle suggestioni delle ambientazioni con gli occhi a mandorla. Manco a dirlo, si trova anch’esso in zona Monti.

Potrebbe interessarti anche: , Pasqua 2019: dove comprare colombe, uova e pizza pasquale a Roma? , Trattoria Polese: a Roma i piatti della tradizione popolare , Ristorante di gelato a Roma: gelato d'essai da Geppy Sferra, menù e orari , Tram Depot: un chiosco vintage nel cuore di Roma , Orecchietteria Banfi: a Roma il ristorante di Lino Banfi

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.