Libri Roma Lunedì 27 agosto 2018

A Roma tra le librerie nascoste, da Trastevere a Campo de' Fiori

© pixabay.com
Altre foto

Roma - Una città senza libreria è un luogo senza cuore: la scrittrice e sceneggiatrice statunitense Gabrielle Zevin ci ricorda che Roma ha un cuore immenso

Da Campo de’ Fiori a Trastevere, passando per le vie più antiche: via del Collegio Romano, Via dei Banchi Vecchi, via del Governo Vecchio; storia e cultura si incontrano, dando vita a veri e propri atelier gestiti da librai e aperti fino a tarda notte, perché la cultura non ha orari. Al Collegio Romano c’è la piccola libreria Cesaretti, che da trent’ anni è un punto di riferimento per molti romani. Libri di antiquariato, moderni e d’occasione. Ma la vera protagonista è la scala in legno, appartenente al nonno dei due librai di generazione. 

Storia e cinema si uniscono, diventando una cosa sola, nella piazza del filosofo simbolo del libero pensiero: Campo de’ Fiori. Dal 1989 Giordano Bruno veglia su una libreria d’avanguardia: Fahrenheit 451; fondata dalla signora Catia, che ha fatto della sua passione un lavoro. Libreria dal soffitto ligneo, dedicata soprattutto alle arti figurative. Non solo libri nuovi e rari, ma anche suggestive fotografie di film colossal.

Nel cuore di Trastevere, in via della Lungaretta, dal 2005 una libreria prende il nome dalla casa editrice: Minimum FaxAccogliente e con un interessante selezione di libri. A pochi passi da Piazza Trilussa, in via del Moro, il libraio irlandese Dermot O’ Connell gestisce una piccola ma ben assortita libreria, in perfetto stile UK: libri nuovi e usati, storia, letteratura, archeologia, tutti in lingua originale. Almost Corner Bookshop: punto di ritrovo e tappa fissa per gli inglesi e gli irlandesi che vivono o vengono in vacanza nella capitale. Stessa cosa per i francesi. Ma per arrivare alla Libreria francese di Roma bisogna attraversare piazza Navona e precipitarsi in piazza San Luigi dei Francesi, vicino alla chiesa di Caravaggio. 

Ottimomassimo è una libreria indipendente dedicata ai libri per bambini e ragazzi; tanti testi di vario genere in lingua originale, dai romanzi ai fumetti. E per chi ha voglia di imparare la lingua, infiniti libri di grammatica. La libreria che prende il nome dal cane del Barone Rampante è l’unica itinerante d’Italia, ma dal dicembre del 2014 Ottimomassimo è anche stabile: in via Luciano Manara 16/17, a Trastevere, si svolgono attività per bambini, laboratori, letture, feste di compleanno e mostre.

In via del Governo Vecchio, che collega piazza dell’Orologio a piazza Pasquino, aperta dalla mattina alla sera, sette giorni su sette, c’è la libreria Altroquando, dove si può leggere un libro gustando una birra artigianale.

Nell’affascinante via dei Banchi Vecchi, una delle più interessanti strade del centro storico di Roma, la libreria Odradek ruba la scena a negozi di abbigliamento e antiquariato e pub. Porta il nome di un essere immaginario dei racconti di Franz Kafka. Straordinariamente mobile e impossibile ad acchiapparsi. È la libreria indipendente più grande di Roma, carica di libri introvabili e di ogni genere. Carica come il suo proprietario Davide, libraio appassionato, sempre pronto ad aiutare tutte le persone che varcano la soglia di questo ambiente kafkiano

La cultura è l’unico bene dell’umanità che diviso fra tutti, anziché diminuire diventa più grande. Così si esprimeva il grande filosofo tedesco Gadamer, e Roma ce lo ricorda ogni giorno. 

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Roma consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Roma.