Viaggi Parma Lunedì 6 maggio 2019

Parma in un weekend, un gioiello nel cuore dell'Emilia Romagna. Ecco cosa vedere

complesso monumentale del Palazzo della Pilotta
© Cristina Torriano
Altre foto

Bologna - Parma è la seconda città dell'Emilia-Romagna per popolazione, dopo il capoluogo Bologna. Antica capitale del ducato di Parma e Piacenza (1545-1859), la città è sede universitaria dall'XI secolo. Tutti gli anni nel mese di ottobre vi si svolge il celebre Festival Verdi, dedicato appunto all’illustre compositore nato in provincia di Parma. La città sarà inoltre  capitale italiana della cultura per l'anno 2020. Quindi perchè non trascorrere un bel weekend in questa città?

Nel 1545 il papa Paolo III (nato Alessandro Farnese), creò il Ducato di Parma affidandolo al figlio illegittimo Pier Luigi Farnese e la famiglia farnesiana mantenne il governo ducale fino al 1731, facendo di Parma per quasi 200 anni una piccola capitale italiana, ricca delle opere di grandi artisti quali il Correggio ed il Parmigianino.

Dopo un periodo di decadenza, Maria Luigia d'Austria, sposa di Napoleone e figlia dell'imperatore Francesco I, divenne la nuova duchessa della città e la amò, ricambiata, fino alla morte. La Violetta di Parma è un profumo che ormai fa parte della memoria storica e imprenditoriale cittadina, intrecciandosi profondamente al mito e al ricordo della duchessa Maria Luigia, che amava questo fiore tanto quanto la città da lei stessa governata. Quando fu costretta ad abbandonare il Ducato durante i moti del 1831, scrisse nel suo diario la frase Souvenir de Parme malheureuse, custodendo alcune violette essiccate tra le pagine. Un amore che la città ha sempre ricambiato facendo arrivare ogni anno un mazzetto di violette sulla sua tomba nella Chiesa dei Cappuccini di Vienna.

Tra i moltissimi monumenti della città da segnalare sicuramente il magnifico Duomo, risalente al 1106, considerato fra le maggiori opere dell'architettura romanica in Italia, che al suo interno conserva la Deposizione dalla croce, bassorilievo del 1178 di Benedetto Antelami, oltre agli importanti affreschi rinascimentali della cupola, opera del Correggio. Il Battistero, sempre opera dell'Antelami, affacciato sulla stessa piazza del Duomo,consacrato nel 1270, è interamente rivestito in marmo rosa di Verona ed è arricchito da affreschi e sculture risalenti al XIII e XIV secolo.

Assolutamente imperdibile il complesso monumentale del Palazzo della Pilotta, edificato per i duchi Farnese a partire dal 1580 quale contenitore di tutti i servizi della Corte e dello Stato. Al suo interno troverete la Galleria Nazionale di Parma, il Teatro Farnese, il Museo archeologico nazionale di Parma, la Biblioteca Palatina, il Museo Bodoniano e l'Istituto d'Arte Paolo Toschi. Il Teatro Farnese, interamente edificato in legno fu costruito dal 1617 da Giovan Battista Aleotti quale teatro di Corte per i duchi Farnese; parzialmente distrutto da un bombardamento aereo del maggio 1944, fu ricostruito nel secondo dopoguerra secondo i disegni originali.

I miei consigli

Dove mangiare: Antica Osteria dei Servi in piazza Ghiaia

La piazza si chiama così perché in origine in quel luogo vi scorreva il torrente Parma, ma in seguito allo straripamento del 1177 il corso d’acqua ha deviato il suo letto  verso ovest, lasciando in secca un'ampia zona ai lati di esso, ricoperta da una grande quantità di detriti e sassi: Ghiaia Piccola e Ghiaia Grande (l’odierna piazza Ghiaia), dette così per via della loro pavimentazione naturale. All’Osteria dei Servi troverete un ambiente rustico e tradizionale, con la grata per la brace all’esterno e un menù di piatti tipici del territorio, spesso serviti su taglieri o direttamente nelle padelle. Cagnolini accettati e dissetati.

Dove lasciare i bagagli: Parma hall, deposito bagagli

Siete a Parma solo di passaggio, magari avete dovuto lasciare il vostro alloggio in mattinata ma avete deciso di passare ancora qualche ora in città, avete perso una coincidenza   dovete aspettare un paio d’ore... in ogni caso è impensabile girare trascinandosi dietro trolley o zaini. La soluzione c’è: Parma Hall, deposito bagagli automatico aperto dalle 8.00 alle 21.00. Comodo, semplice, economico.

Dove dormire: Casa Vacanze nel Borgo

Una graziosa mansardina completa di tutto nel cuore del Centro Storico di Parma, a poche decine di metri dal Duomo, dalla Pilotta e da piazza Ghiaia. La gentilissima Erika, padrona di casa, vi aiuterà al meglio per il vostro soggiorno in città.

Dove farsi belle: Antuan. Parrucchieri - estetica - solarium

Un’emergenza estetica in una città che non è la vostra? Capelli orribili, ricrescita, ceretta, unghia spezzata? Rivolgetevi senza ombra di dubbio ad Antuan in Borgo Santa Brigida, nel cuore della città. Troverete un salone ampio, luminoso ed elegante, ma soprattutto la straordinaria gentilezza e disponibilità di uno staff che si prenderà cura di voi fino al momento di farvi uscire con il sorriso sulle labbra.

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Bologna consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Bologna.