Coronavirus a Palermo, i siciliani accorciano le distanze con Paler/gamo: cibo bergamasco per i turisti in quarantena

Coronavirus a Palermo, i siciliani accorciano le distanze con Paler/gamo: cibo bergamasco per i turisti in quarantena

Attualità Palermo Giovedì 5 marzo 2020

Palermo - Scatta l'emergenza Coronavirus e 29 turisti di Bergamo vengono isolati in quarantena in un hotel a Palermo, questa è la storia conosciuta da tutti.

«Ma mentre vengono rilasciate dichiarazioni opinabili tra Nord e Sud» (il riferimento è all'appello rivolto ai turisti da parte dell'istituzione regionale di non recarsi in Sicilia), «i palermitani decidono di farli sentire a casa propria con l'operazione Pale/rgamo: preparandogli un piatto della tradizione bergamasca accompagnato da buon vino siciliano». È l'ennesima iniziativa di solidarietà messa in campo dai siciliani nei confronti dei turisti bergamaschi in quarantena, che già nei giorni scorsi avevano ringraziato le persone per la gentilezza e l'accoglienza attaccando post-it di ringraziamento sui vetri dell'Hotel Mercure.

L'idea questa volta è venuta ai cuochi e allo staff di Prezzemolo & Vitale e i produttori di vino Diego e Alberto Cusumano (una rappresentanza dell'enogastronomia siciliana), che hanno dato il via all'operazione Pale/rgamo (acronimo di Palermo+Bergamo), con lo slogan Accorciamo le distanze

«Nell'emergenza e nella difficoltà non c'è Nord o Sud, e comunque non vi è spazio per le polemiche e le lotte di cortile bensì solidarietà e gesti concreti - dicono Diego e Alberto Cusumano all'Ansa - E comunque i siciliani sono un popolo accogliente e generoso verso tutti. Chi viene in Sicilia deve sentirsi come a casa propria». «Con Operazione Pale/rgamo - aggiunge Giuseppa Vitale sempre all'Ansa, co-ispiratrice dell'iniziativa - abbiamo voluto mandare un concreto abbraccio agli amici, non importa di quale regione o località, che hanno voluto scegliere la Sicilia come meta per le loro vacanze».

Gli chef si sono messi a lavoro e hanno preparato dei casoncelli bergamaschi, una pasta ripiena di carne bovina, suina, uva sultanina, pere e amaretti. Il loro lavoro e la loro iniziativa l'hanno raccontata in un video postato sulla pagina Facebook di Prezzemolo e Vitale, che documenta l'operazione, dalla preparazione della pasta fino al trasporto nell'hotel. Preparati i casoncelli, infatti, hanno siggilata la pasta in contenitori, messa in scatole siglate Pale/rgamo. Azzeriamo le distanze e portata fin davanti all'albergo con un furgone.

Quando la solidarietà vince sulla paura, il Coronavirus fa meno paura e una quarantena può sembrare meno amara.

Scopri cosa fare oggi a Palermo consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Palermo.