Chiesa dello Spasimo: «L'albero dentro la navata deve essere abbattuto» - Palermo

Chiesa dello Spasimo: «L'albero dentro la navata deve essere abbattuto»

Attualità Palermo Mercoledì 26 febbraio 2020

Palermo - Era il simbolo della Chiesa dello Spasimo. Quell'albero che, nonostante fosse chiuso dentro una navata, spingeva tenace i suoi rami verso il cielo, oltre il tetto invisibile della Chiesa. 

La sua storia però ora finisce qui. Martedì 25 febbraio, durante una riunione della terza commissione consiliare presso la Chiesa dlelo Spasimo, alla presenza di agronomi e botanici del Comune e dell'Università, e di una rappresentanza di associazioni ambientaliste, è emerso che non vi sono alternative all'abbattimento per l'albero di Alianto che è cresciuto all'interno della navata. La causa è l'instabilità della pianta e purtroppo: «Non ci sono altre soluzioni al di là dell'abbattimento, visto che non sono ipotizzabili ancoraggi alla struttura del monumento», scrive il Comune di Palermo in una nota. E questo non è l'unico problema emerso: «Le radici dell'albero, se non si provvederà alla rimozione, potrebbero arrecare danni alla struttura muraria rendendo ancora più grave un pericolo oggi contenuto».

«Occorre ripristinare le condizioni di sicurezza del sito mediante la rimozione dell'albero», ha detto Caracausi  il presidente della terza commissione. Se questo non avvenisse: «La conseguenza sarebbe la chiusura dello Spasimo». Tutti gli agronomi e botanici presenti hanno convenuto che le ulteriori analisi sui campioni di legno sano interessato dalla infezione fanno prevedere un avanzamento rapido del degrado con sempre maggiori e inevitabili rischi per la stabilità dell'albero. Anche la Soprintendenza ai Beni Culturali ha effettuato un sopralluogo ed ha accertato che l’ailanthus presenta un forte deterioramento dei tessuti legnosi e ne ha autorizzato l'abbattimento.

«È certamente triste dover abbattere un albero e ancor di più un albero che è stato simbolo dello Spasimo e parte integrante del suo straordinario fascino», ha detto il sindaco Leoluca Orlando. «Questo intervento di messa in sicurezza renderà però possibile rilanciare l'attività di questo nostro splendido monumento, che mi auguro possa proseguire in collaborazione e sinergia con i tanti che hanno a cuore la nostra città».

In conclusione, Caracausi ha avanzato la proposta di avviare un concorso di idee con tutte le associazioni ambientaliste per disegnare il giardino sopra le mura dello Spasimo.

Potrebbe interessarti anche: , Coronavirus: in Sicilia nasce la mascherina riutilizzabile all'inifinito , Coronavirus in Sicilia: stop alla stagione balneare 2020 e a i canoni demaniali , Coronavirus, una maschera da snorkeling si trasforma per la terapia subintensiva: il progetto dell'Università di Messina , Coronavirus Sicilia: stop alle attività sportive all'aperto e uscite da casa limitate, tutte le misure della Regione , Coronavirus: stop ai collegamenti da e per la Sicilia. Cosa si ferma e cosa cambia

Scopri cosa fare oggi a Palermo consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Palermo.