Coronavirus: nasce la mascherina made in Veneto. A Padova mille mascherine per la Protezione Civile

Coronavirus: nasce la mascherina made in Veneto. A Padova mille mascherine per la Protezione Civile

Attualità e tendenze Padova Giovedì 19 marzo 2020

© regione.veneto.it

Padova - In Veneto l'attesa per le mascherine è quasi finita: entro breve, le finora introvabili mascherine per la protezione dal Coronavirus, saranno disponibili, e saranno made in Veneto. Parola del Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, e di Fabio Franceschi, titolare di Grafica Veneta Spa, azienda che ha sperimentato la realizzazione di una mascherina adattta a proteggere circa l’80% della popolazione, a esclusione dell'uso prettamente sanitario e chirurgico.

Per quanto riguarda le mascherine sanitario-chirurgiche, invece, mercoledì 18 marzo 2020 sono state consegnate al personale della Protezione Civile di Padova mille mascherine per uso sanitario. Le mascherine, ormai introvabili ovunque in questi tempi di emergenza Coronavirus, provengono dai laboratori ottici dell'Inaf, l'Osservatorio astronomico di Padova. 

Ma torniamo alle mascherine per i cittadini: quelle di Grafica Veneta Spa sono delle mascherine dall'aspetto inedito, realizzate con quello che è stato definito un «tessuto non tessuto», consistente, morbida, resistente all'umidità, a elevata capacità di barriera, facile da indossare anche per gli anziani e molto utile per la protezione delle persone nell'ambito della vita quotidiana.

Le mascherine, ha annunciato Zaia, saranno distribuite da Protezione Civile e Volontari in confezioni da 10 a 20 pezzi in punti particolarmente adatti a creare un'osmosi di diffusione su tutto il territorio, per esempio fuori dagli ospedali ai visitatori che vi arrivano privi di protezione, nei supermercati e nella rete commerciale ancora aperta.

La potenzialità produttiva della mascherina anti-Coronavirus presentata oggi è di 500-700 mila pezzi al giorno (ne sono già state prodotte 800 mila) ma, «in circa dieci giorni - ha detto Franceschi - siamo in grado di arrivare a 1,5 milioni al giorno». Franceschi ha anche annunciato che due milioni di pezzi verranno regalati alla Regione Veneto per gli usi più opportuni.

«Con questa sua straordinaria generosità, e altrettanta capacità di innovazione di processo e di prodotto - ha detto Zaia ringraziando Franceschi - Grafica Veneta entrerà nella storia. Anche di più che per essere la stampatrice dei romanzi di Harry Potter. Il suo dono di due milioni di mascherine è di vitale importanza ma, se necessario, ne prenderemo tutte quelle che serviranno, pagandole, com'è giusto che sia».

Sostieni mentelocale.it

Care lettrici e cari lettori, sono quasi vent'anni che mentelocale.it è al vostro fianco per raccontarvi tutto quello che c'è da fare in città.

Stiamo facendo un grande sforzo e abbiamo bisogno anche di voi: attraverso un contributo, anche piccolo, potrai aiutare mentelocale.it a superare questo momento difficile.

La pandemia di Coronavirus ha messo in seria difficoltà il nostro lavoro: gli spettacoli e gli eventi di cui vi informiamo quotidianamente sono sospesi, ma abbiamo deciso comunque di continuare a informarvi su quello che accade e su come fare per superare questo momento storico senza precedenti.

Non vediamo l'ora di essere ancora accanto a voi, quando tutto questo sarà passato, per occuparci di tutto quello che ci rende felici: spettacoli, cinema, teatri, iniziative, passeggiate, cultura, tempo libero, nonché locali e ristoranti dove trascorrere di nuovo una serata con gli amici.

Ne siamo convinti: #andràtuttobene.

Grazie!

Scopri cosa fare oggi a Padova consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Padova.