Ora più rada ora più intensa: architetture dell'immaginario. Il programma - Rocca di Vignola - Modena

28/06/2019

Fino a domenica 26 aprile 2020

© Morena Orsini

Modena - Dal 5 luglio 2019 al 26 aprile 2020 la Fondazione di Vignola ospita Ora più rada ora più densa. Architetture dell'immaginario, una rassegna di arte contemporanea a cura di Lucia Biolchini in cui si alterneranno - tra le mura della storica Rocca di Vignola - gli artisti Marina Fulgeri, Sabrina Muzi, Alessandro Moreschini, Linda Rigotti e Giorgia Valmorri.

Modena - Sarà un laboratorio di cultura che richiama nel titolo le "Città invisibili" di Italo Calvino, immaginando l'architettura come luogo in cui l'arte si traduce in pratica quotidiana. Rocche e Torri antiche vibreranno di lingue inedite dichiarando un'esplicita continuità culturale.

Modena - Gli artisti presentati invitano a soffermarsi e a riedificare, tutti insieme, un'architettura dell'immaginario. Invitano ad affrontare quell'inciampo su cui il contemporaneo è cresciuto, forma di un cortocircuito tra passato e presente. Un'innovativa operazione culturale pensata per valorizzare uno dei più importanti monumenti della provincia di Modena in cui, per la prima volta, l'arte contemporanea contamina lo storico maniero per dare origine a un inedito continuum culturale.

Calendario appuntamenti

5 luglio 2019 - 8 settembre 2019 - Self Expression - Marina Fulgeri

Il primo appuntamento che aprirà la rassegna sarà "Self expression" di Marina Fulgeri, dal 5 luglio all'8 settembre (inaugurazione il 5 luglio alle ore 19.00). Nelle sue mani luce e colore diventano strutture. Con questo lavoro l'artista pone l'attenzione sul potere attrattivo che le frequenze cromatiche possono generare e su come la loro lettura in chiave psicologica possa fornire indicazioni per la conoscenza di sé e dello spazio di cui siamo fatti. 

21 settembre - 10 novembre 2019 - Shan - Sabrina Muzi 

A seguire, dal 21 settembre al 10 novembre, Sabrina Muzi propone un'estensione e un approfondimento di "Shān", un corpus di lavori che comprende un'installazione pittorica, una serie di acquerelli, fotografie e video.

14 dicembre 2019 al 2 febbraio 2020 - Beata Solitudo - Alessandro Moreschini

Dal 14 dicembre al 2 febbraio 2020 sarà poi la volta di Alessandro Moreschini, con "Beata solitudo", il cui obiettivo è quello di ritrovare una condizione per orientarci nell'"inquinamento immaginifico" prodotto dall'Horror Pleni da cui ci metteva in guardia Gillo Dorfles.

7 marzo 2020 - 26 aprile 2020 - Da dentro - Linda Rigotti e Giorgia Valmorri

Mentre a chiudere "Ora più rada ora più densa" saranno Linda Rigotti e Giorgia Valmorri con "Da dentro", dal 7 marzo al 26 aprile 2020. L'architettura si sgretola e diventa memoria, nomadismo e mutazione, svincolata dalla necessità di fissarsi in una struttura saldamente ancorata al terreno, è contro-architettura.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 17/09/2019 alle ore 18:41.

Potrebbe interessarti anche: Leggere, la mostra di Steve McCurry a Modena, Modena, fino al 6 gennaio 2020 , R-Nord, la mostra del fotografo Tommaso Mori, Modena, fino al 17 novembre 2019 , Modena si sposa, l'evento dedicato ai futuri sposi, Modena, dal 4 ottobre al 6 ottobre 2019 , Personae: mostra di xilografie di Picasso, Kirchner e Chagall, Modena, fino al 6 gennaio 2020

Scopri cosa fare oggi a Modena consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Modena.