Festa di San Pietro all’Olmo 2018 a Cornaredo, con rievocazione storica dedicata alla Belle Epoque - Cornaredo, San Pietro all'Olmo - Milano

27/09/2018

Domenica 7 ottobre 2018

TERMINATO

Milano - Domenica 7 ottobre 2018 si svolge l’annuale Festa di San Pietro all’Olmo presso l'omonima frazione di Cornaredo (Milano). In occasione della Festa di San Pietro all'Olmo 2018 è in programma la rievocazione storica La Belle Epoque, Joie de Vivre. Le petite Montmartre de Paris 1880-1914.

Milano - Promossa ed organizzata dal Comune di Cornaredo, che ogni anno, dà vita ad una rievocazione storica ambientata in un diverso periodo storico, l'iniziativa porta quest’anno alla riscoperta del periodo della Belle Epoque e del Liberty, andando a riprendere stili, arti, mestieri e moda del periodo. Le numerose piazzette alberate di San Pietro all’Olmo si adattano al ricrearsi di una Parigi Belle Epoque e prendono vita in un turbinio di personaggi in costume d’epoca, originali o ricreati appositamente per l’occasione, mestieri, cibi particolari, foto, dimostrazioni dal vivo, giochi e laboratori didattici per bambini, degustazioni e tanto altro.

Milano - Partendo dalla piazza della Chiesa, si trova il Grand Hotel de La Ville, per accogliere i visitatori provenienti da tutto il mondo in visita alla grande esposizione del 1889. È la delegazione del Comune di Cornaredo, posta in uno storico palazzo, a trasformarsi nel Grand Hotel de Ville: gli ospiti, in costume d’epoca, grazie alla collaborazione del Gruppo Storico Vicolo Mottana di Recoaro Terme, arrivano e partono a bordo di eleganti carrozze a cavalli, animando con un continuo via vai piazza della Chiesa e le vie cittadine.

Al servizio di cucina provvede lo chef stellato Davide Oldani: dalle 11.30 alle 14.30 la Cousine Chez D’O (il Ristorante D’O di Davide Oldani) propone la degustazione di sause bordelaise comtè ed riz a 7 euro a porzione e vino Montefalco rouge de Ziggurat Domaine Lunecci a 4 euro a calice. Il riso viene servito ogni 30 minuti circa, a partire dalle ore 11.45 (a seguire ore 12.15, 12.45, 13.15, 13.45, 14.15) presso i gazebi esterni collocati davanti al ristorante.

Anche la squadra di Vigili del Fuoco, presente per vigilare sull’incolumità del pubblico, è per l'occasione in divisa d’epoca a bordo di una autopompa Fiat, originale, datata 1912. Il mezzo ed i vigili del fuoco sono pronti a intervenire quando dalle finestre del Grand Hotel de Ville si alzano all’improvviso verso il cielo (mediante l’utilizzo di innocui fumogeni) dense volute di fumo e lo scompiglio dilagaall’i mprovviso, tra ospiti.

Per ricordare l’evento dell’apertura della grande mostra internazionale di Parigi del 1889 (inaugurazione Tour Eiffel), all’interno dell’edificio della Chiesa Vecchia, che idealmente rappresenta in questo contesto rievocativo anche la Basilique du Sacrè Coer, viene allestita una mostra di giocattoli d’epoca a cura dell’Associazione Italiana del Giocattolo d’Epoca e da Collezione. In esposizione, giocattoli prodotti nel periodo 1880-1960 (in latta ed in legno, giochi di società, bambole prodotte in epoche e materiali diversi, cavalli a dondolo, tricicli, macchine a pedali, giocattoli a molla ed a batteria). La mostra di giocattoli d'epoca rimane aperta per due weekend, nei seguenti orari: sabato 6 ottobre dalle 15.30 alle 18.00; domenica 7 ottobre dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00;  sabato 13 e domenica 14 ottobre dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.00).

Per ricordare l’invenzione del cinematografo nel 1895 da parte dei Fratelli Lumiere, all’interno di Casa Villa, vengono proiettati filmati d’epoca realizzati dall’inventore del cinema fantastico e fantascientifico Maries Mèliès (1896). Le proiezioni sono accompagnate da musiche dal vivo eseguite da Francesca Badalini al pianoforte e Fabrizio Rizzo alla fisarmonica, con la voce della mezzosoprano Rachel O’Brien. Questo il programma completo delle proiezioni: The Hat of Many Surprises (1901), Le Parapluie fantastique (1903), Cendrillon (Cinderella) (1899), Le voyage de Gulliver a’ Lilliput et chez les geants (1902) e A Crazy Composer (1905). L’accesso alla sala è gratuito, ogni trenta minuti, nella fascia oraria dalle 14.30 alle 18.30 (i biglietti gratuiti vengono distribuiti presso gli esercizi commerciali di San Pietro che espongono la relativa vetrofania a partire da lunedì primo ottobre 2018) e al termine della proiezione è possibile da parte del pubblico usufruire di una consumazione (a pagamento) nei saloni e nel giardino della villa. Il servizio è effettuato dal bar La Rosa dei Venti, che propone tè, piccola pasticceria e specialità del periodo come il caffè all’assenzio.

Personaggi in costume, tramite il Gruppo Storico Vicolo Mottana di Recoaro Terme danno vita a momenti di vita di fine ‘800. Il gruppo costituitosi oltre trenta anni fa, conta nel suo complesso più di 80 componenti, tra cui molti giovani, ragazzi e bambini. I poster pubblicitari d’epoca e le scenografie di sala montate sul palco collocato in piazza della Chiesa riproducono idealmente il palcoscenico del Moulin de le Galette, soppiantato dall’inaugurazione nel 1889 del più famoso Moulin Rouge, il tempio del divertimento, del lusso, delle frivolezze e della gioia di vivere nella vicina Pigalle, immortalato nelle opere di Henry Toulouse-Lautrec.

Il programma pomeridiano di musiche e balli tra cui il celebre cancan e lo spettacolo Gran Soirè al Cafè Chantant in programma a partire dalle ore 17.30 ricordano le vedette dell’epoca, tra le quali la ballerina la Goulue e l’attrice Mistinguette. Un concerto per riportare a San Pietro le atmosfere del Tabarin, regno di maliarde, seduzioni e uomini in frac. Arie da salotto, canzoni, melodie, le più belle pagine tratte dall’opera e dall’operetta, sino ad arrivare al tramonto della Belle Epoque, con melodie che salutano e consegnano alla storia un’epoca straordinaria.

Il Caurrosel del ‘900, più comunemente chiamata giostra a cavalli, è una fedele riproduzione della giostra originale con cavalli e carrozze intarsiate e decorate a mano come i maestri dell’epoca. Classica ed intramontabile attrazione, da sempre diverte i bambini di tutte le età e non cessa di stupire gli adulti. Corse gratuite per bambini ed adulti.

Passeggiare per il Marchè fin du siècle è come fare un salto nel tempo per ritrovare le suggestive e avvolgenti atmosfere del mercato e le coreografie di antichi artigiani all'opera sui loro strumenti, in grado di mostrare la lavorazione e gli oggetti di fine Ottocento, presentando fino a 12 mestieri in grado di riprodurre un vero e proprio museo vivente, uno spaccato di vita, del diciannovesimo secolo.

Place du Tertre, ovvero piazzetta dell’Olmo, è la zona artistica di Montmartre, frequentata da pittori, artisti di strada, disegnatori, ritrattisti e con una nutrita presenza di atelier artistici. L’atmosfera della piazza rivive nei giardinetti posizionati dietro il Centro Anziani l’Olmo, ricostruendo quel mondo di artisti, spesso squattrinati, che abitavano a Montmartre a causa della sua economicità rispetto agli altri quartieri di Parigi con l’esposizione dei Falsi d’Autore, realizzati dagli alunni delle scuole Curiel e Muratori e selezionati tra quelle opere realizzate dagli artisti che hanno frequentato la Parigi di quel periodo, come ad esempio Delacroix, Modigliani, Picasso, Pissarro, Toulouse-Lautrec, Van Gogh, Utrillo, solo per citarne alcuni. I ragazzi vestono i panni di questi artisti raccontando in prima persona agli astanti la loro vita e le loro opere, commentando in particolare quelle esposte.

In prossimità della zona artistica è anche in programma la più tipica delle feste che ancora oggi si tengono a Montmartre, le Fète des Vendanges, la vendemmia di Montmartre, con la raccolta dell’uva del vigneto Clos-Montmartre, unica vigna rimasta nel cuore di Parigi. Tra le scenografie realizzate ad hoc, musica dal vivo, canzoni, balli, mescita di vini e piatti della cucina popolare ed economica servita alla Maison de l’Omelettes, viene ricostruita l’atmosfera gioiosa e festante della butte, la collina che sovrasta la città di Parigi.

Alcuni commercianti di San Pietro all’Olmo espongono in casette di legno alcuni particolari e specifici mestieri, come herborist (erborista), boulangerie (panettiere), patisserie (pasticceria), atelier de photographe (negozio del fotografo): vengono allestiti atelier d’artisti e piccoli negozi artigianali con artigiani artisti che presentano al pubblico le loro creazioni, pezzi unici, realizzati a mano in place Dubini (piazza Dubini). Inoltre è allestito un mercato ispirato al periodo della rievocazione storica con artigiani enogastronomici, che effettuano anche degustazioni in Rue Marconi di piatti della tradizione francese e italiana (via Marconi).

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 17/09/2019 alle ore 11:15.

Potrebbe interessarti anche: Beyond the Castle, esperienza di realtà virtuale al Castello Sforzesco, fino al 30 settembre 2019 , Milano Linate Show 2019: Rockin’ 1000 in concerto, Frecce Tricolori e street food, dal 12 ottobre al 13 ottobre 2019 , Aperitivo al tramonto sulla Torre Branca con visita guidata, fino al 26 ottobre 2019 , Aperitivo alla Vigna di Leonardo, con visita guidata, fino al 20 ottobre 2019

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.