The repetition, Histoire(s) du théâtre (I)

22/06/2018

Da mercoledì 8 maggio a venerdì 10 maggio 2019

Ore 20:30, 19:30

© Hubert Amiel

Acquista biglietti

Milano - Un’inchiesta in forma di spettacolo sul passato, presente e futuro della più antica forma d’arte dell’umanità, il teatro: con The Repetition, Histoire(s) du théâtre (I), in scena da mercoledì 8 a venerdì 10 maggio 2019 al Piccolo Teatro Strehler di Milano (largo Antonio Greppi 1), il drammaturgo e regista Milo Rau prosegue nel lavoro di ricerca su uno dei temi fondamentali del suo percorso artistico: la questione della rappresentatività in scena della violenza.

Milano - In una notte di aprile del 2012, un uomo di nome Ihsane Jarfi parla per qualche tempo con un gruppo di ragazzi in una Polo grigia, all’angolo di una via di Liegi, davanti a un bar gay. Due settimane più tardi, il suo cadavere è rinvenuto al limitare di un bosco. È stato torturato per ore e assassinato con inaudita violenza. Milo Rau ha tratto spunto da quella vicenda per ricostruirla in teatro con attori professionisti e non.

Milano - Fin dai suoi esordi, il teatro è stato luogo di evocazione dei morti, un’esperienza rituale e catartica all’interno della quale si consumavano crimini. Nella prima parte della serie Histoires du théâtre, progetto di Milo Rau dedicato all’essenza, alla storia e al futuro del teatro, il regista e drammaturgo affronta la forma del tragico come rappresentazione allegorica della criminologia. Cosa c’è all’origine di un crimine? Premeditazione o coincidenza? Quale intrigo conduce all’omicidio? Chi sarà sacrificato? Per quali ragioni? Chi punisce gli assassini? Che ruolo gioca il pubblico? Qual è la colpa della collettività?

Con gli attori Sara de Bosschere, Sébastien Foucault e Johan Leysen, un gruppo di testimoni e attori dilettanti, Milo Rau parte alla ricerca di un crimine capitale e delle emozioni fondamentali dell’esperienza tragica: perdita e tristezza, disastro e paura, crudeltà e terrore, tradimento e sfiducia. Racconta l'agonia di una città che, dopo un declino economico all’apparenza impercettibile, affonda gradualmente nella violenza e nella disperazione. Gli attori si immergono nello straordinario e negli abissi della vita e del teatro, calandosi nei ruoli dei protagonisti di un episodio di cronaca nera: ne emerge un manifesto per un teatro democratico del reale.

Lo spettacolo va in scena in lingua francese e fiamminga con sovratitoli in italiano. Età consigliata: a partire dai 16 anni.

Approfondisci con: Piccolo Teatro di Milano: il cartellone della stagione 2018/2019 ,

Potrebbe interessarti anche: La vita è una cosa mer(d)avigliosa - Manuale di sopravvivenza umana, dal 6 maggio al 24 giugno 2019 , Sogno di una notte di mezza estate, dal 21 maggio al 26 maggio 2019 , Arlecchino servitore di due padroni, dal 23 maggio al 9 giugno 2019 , A Bronx Tale: The Musical, dal 10 maggio al 19 maggio 2019

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.