Villa Arconati: la stagione 2018 - Milano

Villa Arconati: la stagione 2018 - Villa Arconati - Bollate (Milano)

20/04/2018

Fino a domenica 21 ottobre 2018

Ore 12:00

Altre foto

TERMINATO

Bollate (Milano) - Domenica 29 aprile Villa Arconati riapre al pubblico con la festa inaugurale della stagione 2018 e che prosegue con tre giornate all’insegna dell’arte, della storia e delle delizie per tutti i sensi (Villa Arconati è poi aperta al pubblico ogni domenica fino al 21 ottobre 2018 in orario 12.00-21.00; nei mesi di maggio, settembre e ottobre il giardino chiude alle 18.30).

Bollate (Milano) - Fondazione Augusto Rancilio ha in serbo tante novità, iniziando da un nuovo orario d’apertura prolungato, dalle 12.00 alle 21.00, per godere del fascino senza tempo della piccola Versailles di Milano dal mattino fino al crepuscolo. Un punto ristoro tutto nuovo offre ai visitatori una selezione di cibi, bevande, merende dolci e salate. Da quest’anno, inoltre, è possibile anche prendere il cestino per gustare un pic-nic nel giardino. Il caffè realizza, inoltre, in esclusiva la Delizia Arconati, torta preparata con ingredienti nobili tipici del Settecento: il cioccolato, re del gusto, e i limoni che si trovavano in villa già nel Seicento. Tutte le domeniche il caffè serve un brunch dalle 12.00 e l'happy hour dalle 18.00.

Bollate (Milano) - Venerdì 29 aprile la festa è soprattutto all’insegna della grande storia: i rievocatori della compagnia De Cristoforis animano la giornata facendo rivivere attraverso i loro abiti e i loro racconti tutte le epoche di storia della Villa: il Settecento, secolo d’oro della nobiltà e della piccola Versailles, all’Ottocento dai fervori napoleonici all’Unità d’Italia, fino al Novecento con le due Guerre Mondiali.

Come ormai consuetudine, il giardino monumentale all'italiana e il settecentesco parterre sono visitabili dal pubblico in autonomia durante tutto l’arco della giornata: sculture classiche in pietra, viali prospettici e berceaux, fontane zampillanti con i giochi d'acqua costruiti partendo dallo studio diretto del Codice Atlantico di Leonardo Da Vinci creano un giardino in cui perdersi tra arte, gusto e divertimento, dove assaporare la ricchezza senza tempo di questo luogo incantato. Il pubblico può vedere in anteprima anche i nuovi cantieri di restauro appena inaugurati, che faranno tornare al loro antico splendore la Fontana dei Tritoni, attribuita a Camillo Procaccini, e il Teatro di Andromeda.

Anche il piano terra di Villa Arconati è interamente visitabile in autonomia dal pubblico: la Sala del Museo è l’ambiente più esclusivo, un tempo adibito a gipsoteca e totalmente dedicato all’antichità classica. In esso si conservano ancora oggi i bassorilievi illustrativi degli episodi della Colonna Traiana e soprattutto l’imponente scultura originale del I secolo d.C. dell’imperatore Tiberio, un tempo creduto Pompeo Magno, sotto il quale la leggenda vuole sia stato pugnalato a morte Giulio Cesare. La Sala è stata interessata negli scorsi mesi da un importante intervento di restauro – tutt’ora in corso – che la sta riportando all’elegante assetto settecentesco. Tra gli altri ambienti del piano terra, degne di nota sono certamente le scuderie nobili, che secondo alcuni studi in fase di approfondimento, sarebbero state costruite partendo dal foglio leonardesco della Scuderia ideale oggi conservato alla Bibliothèque nationale de France.

Il piano nobile di Villa Arconati è ancora oggi scrigno della storia secolare di questo luogo incantato. Il percorso di visita guidata permette al pubblico di essere guidato alla scoperta di alcuni tra gli ambienti in assoluto più rappresentativi e meglio conservati della vita alla corte degli Arconati nel Settecento: l’Ala delle Signore con le spettacolari quadrature sulle volte e la misteriosa alcova, le camere da letto dei padroni di casa, la sala da ballo ricamata di stucchi e dorature e l’imponente stanza di Fetonte in cui i fratelli Galliari nascosero il messaggio segreto di Giuseppe Antonio Arconati per i suoi ospiti.

Per la stagione espositiva 2018 Fondazione Augusto Rancilio propone una selezione di opere degli artisti più rappresentativi della cospicua collezione radunata a Parigi da Espace Kiron a partire dagli anni Ottanta. Ad alcuni degli artisti che in questi anni hanno intessuto un rapporto continuativo con la galleria, infatti, è stata riservata una sala del piano nobile, in modo da costituire sei sezioni monografiche che restituiscono un ritratto sintetico delle loro ricerche, nella prospettiva di una esposizione permanente che ripensa le stanze della villa in un rapporto dialettico fra antico e moderno.

Modalità di accesso: ingresso 5 euro (ridotto 4 euro per bambini minori di 12 anni e persone diversamente abili; gratuito per i minori di 6 anni e gli accompagnatori dei disabili); 8 euro con visita guidata al piano nobile (ridotto 7 euro). Le visite guidate si svolgono alle 12.30, 14.30, 16.00 e 17.30. Per info 393 8680934info@villaarconati.it.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 06/12/2019 alle ore 20:19.

Potrebbe interessarti anche: Aperitivo al tramonto sulla Torre Branca con visita guidata, fino al 28 dicembre 2019 , Albero di Natale 2019 in piazza Duomo: cerimonia di accensione, 6 dicembre 2019 , Leonardo 500: apertura al pubblico del Belvedere di Palazzo Lombardia, fino al 22 dicembre 2019 , Sul tram storico con risotto allo zafferano, tour guidato e degustazione, fino al 22 dicembre 2019

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.