Invideo 2017, mostra internazionale di video e cinema oltre - Spazio Oberdan + IED - Milano

07/11/2017

Fino a domenica 19 novembre 2017

TERMINATO

Milano - Origini è il titolo della ventisettesima edizione di Invideo, la mostra internazionale di video e cinema oltre, in programma a Milano da giovedì 16 a domenica 19 novembre allo Spazio Oberdan (viale Vittorio Veneto 2) e all’Istituto Europeo di Design (via Scesa 4), organizzato da Aiace Milano per la direzione artistica di Romano Fattorossi e Sandra Lischi.

Milano - In programma, come di consueto, la Selezione Internazionale con la presentazione al pubblico di 33 titoli di ricerca e sperimentali, dei quali 10 anteprime italiane e 13 anteprime milanesi provenienti da tutto il mondo e prodotte tra il 2016 e il 2017.

Milano - Tra gli eventi speciali, l’incontro dal titolo Dialogo fra generazioni: Giuseppe Baresi e i giovani autori, al centro del quale c'è il confronto tra due generazioni: quella di Baresi, affermato autore indipendente e storico collaboratore di Studio Azzurro, i cui lavori accostano il linguaggio documentaristico a quello della videoarte, e le opere di nuova generazione dei filmmaker Emiliano Neroni, Giulia Savorani, Fedra Tabbò, Francesco Luzzana, Alberto Danelli. Baresi ripropone per l’occasione La febbre (1994), riflessione per immagini sulla disuguaglianza tra nord e sud del mondo, tratta dall’omonimo testo di Wallace Shawn, realizzato insieme a Giuseppe Cederna. 

Il collettivo milanese Unzalab, che realizza opere audiovisive attraverso l’utilizzo di materiale ritrovato (diapositive e pellicole), partecipa al festival con una serata curata dal critico e regista Antoni Pinent, durante la quale vengono messe in scena due performance di resistenza analogica dal titolo Un’invenzione a due luci di Livio Colombo (2017) e VER, di Tiziano Doria, Massimo Mosca, Francesco Tartaglia, Carlo Tartivita, Alice Vercesi (2017), entrambe richiami al cinema underground di Pinent. Inoltre, all’interno della sezione a lui dedicata Scolpire la luce. Il cinema di Antoni Pinent, il curatore indipendente e regista sperimentale presenta alcuni suoi cortometraggi in pellicola (super 8, 16 e 35 mm) realizzati tra il 1992 e il 2017.

Da segnalare l’anteprima nazionale A , della regista e artista Caterina Klusemann. Ultimo capitolo della personale trilogia che, attraverso la storia della sua famiglia, con Ima e Georg  presentati entrambi in anteprima a Invideo 2013, ripercorre la memoria e le tragedie del Novecento. Nell’opera, con una paziente tessitura di sguardi prevalentemente femminili, fra Europa, Asia, America Latina e Israele, Klusemann crea, attraverso un percorso tra documentario e videoarte, un tenero racconto d’amore.   

Il tema della memoria e della famiglia torna anche in Tutto su mio padre Fabio Sargentini della regista Fabiana Sargentini. Un film sulla figura del padre Fabio, celebre gallerista all’avanguardia e direttore della storica galleria L’Attico di Roma, punto di incontro di critici e artisti e centro propulsore dell’arte contemporanea internazionale. Nel documentario si intrecciano il racconto personale dell’autrice con rari materiali d’archivio, testimonianze attuali, ricordi, foto di performance e di mostre che vanno a ripercorrere quarant’anni di attività.

Importanti richiami alle avanguardie storiche si ritrovano nelle personali di due talenti dell’animazione contemporanea italiana: Virgilio Villoresi, tra i più versatili filmmaker, realizza progetti in cui le nuove tecnologie si mescolano con le antiche tecniche, e Igor Imhoff, artista che riversa nelle sue produzioni digitali competenze artistiche che spaziano dalla pittura alla musica al video. Entrambi gli artisti presentano a Invideo 2017 una selezione delle loro opere.

A dieci anni dalla morte di Gianni Toti, creatore della Poetronica e protagonista della videoarte internazionale, Invideo lo omaggia con la presentazione delle Cartaviglie, una pubblicazione che è dialogo fra passato e nuove tecnologie, carta e realtà aumentata, realizzata dalla Casa Totiana di Roma, con la collaborazione dell’editore Rubbettino e della start up Poetronicart. In occasione dell’incontro viene proiettato Alice nel paese delle cartaviglie, film poco noto di Toti (1980), da cui è tratto il titolo del progetto editoriale.

Invideo getta uno sguardo sul mondo non solo con la selezione internazionale, ma anche con una sezione dedicata a video e produzioni sperimentali provenienti da diversi paesi dell’Asia (Filippine, Malesia, Hong Kong, Thailandia, Taiwan, Singapore), grazie alla collaborazione con il Klex – Kuala Lumpur Experimental Film, Video and Music Festival. La selezione, a cura di Kok Siew-Wai e Fabrizio Gilardino, curatori della manifestazione malese, include 10 opere che vanno dalla finzione sperimentale al documentario, affrontando tematiche politiche e sociali filtrate attraverso lo sguardo di artisti e filmmaker.

Un focus è dedicato agli Artisti Emergenti, alla sperimentazione filmica e alla videoarte contemporanea proveniente dalla Germania: la German Short Film Association e German Films presentano al festival una selezione di 5 cortometraggi sperimentali selezionati tra 120 realizzati da giovani registi tedeschi, che esplorano mondi virtuali, universi astratti, corpi mutanti, domande private e coreografie, attraverso l’uso del documentario e dell’animazione.

Come di consueto lo IED è  sede di tre masterclass a ingresso gratuitoScolpire la Luce/Cinema senza cinepresa tenuta da Antoni Pinent, Paesaggi immaginari. Organizzare suoni e visioni a cura di Matias Guerra e Alternative animate, o una via alternativa all’animazione con Igor Imhoff.

Infine compie 10 anni il Premio Under 35, istituito per sostenere e promuovere il lavoro di giovani autori attraverso l’acquisto e l’inserimento delle opere vincitrici nell’archivio di Invideo, al quale concorrono tutti gli artisti under 35 selezionati.

Tutti gli eventi e le proiezioni sono a ingresso libero con tessera Aiace (5 euro), Cineteca oppure Milano Film Network, salvo differenti indicazioni nelle singole schede degli eventi. Il programma dettagliato è sul sito di Invideo.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 26/06/2019 alle ore 05:58.

Potrebbe interessarti anche: Cinema Bianchini Segreto: proiezioni in un luogo antichissimo di Milano, fino al 15 settembre 2019 , Un'estate da cinema: proiezioni gratuite di film all'aperto, fino al 2 agosto 2019 , Cinema Drive In all'Idroscalo, fino al 28 luglio 2019 , AriAnteo Palazzo Reale 2019, cinema all'aperto, fino al 15 settembre 2019

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.