The jewels of the creature in golden armour, mostra di Naomi Gilon - Milano

The jewels of the creature in golden armour, mostra di Naomi Gilon - Nuova Darsena - Milano

02/01/2023

Fino a martedì 7 febbraio 2023

Altre foto

© Courtesy the artist, Candy Snake Gallery and Edicola Radetzky

CalendarioDate, orari e biglietti

Milano - Dal 10 gennaio al 7 febbraio 2023 l'Edicola Radetzky, il tempietto dell'arte contemporanea situato in viale Gorizia presso la Darsena di Milano, ospita The jewels of the creature in golden armour, mostra personale dell'artista belga Naomi Gilon realizzata con la collaborazione di Candy Snake Gallery.

Milano - Il progetto - visibile al pubblico 24 ore su 24 - trasforma lo spazio vetrato dell’edicola in uno scrigno dall’atmosfera fantastica ispirata a manga epici e visionari come Saint Seiya e Sailor Moon. Tra forme arcaiche/aggressive e dettagli glamour/preziosi, le sculture in mostra si pongono come vestigia dotate di un potere occulto, parte di una serie di oggetti magici che una volta uniti possono invocare un'energia protettiva o nociva.

Milano - Nata nel 1996 ad Arlon e basata a Bruxelles, Naomi Gilon è una delle artiste più interessanti di una scena emergente internazionale sempre più aperta alla contaminazione tra arte visiva, moda e design. Incentrata sull’idea di trasformazione del corpo come strumento di costruzione dell’identità sociale e sull’utilizzo sperimentale della ceramica come materia insieme fragile e sensuale, la ricerca di Naomi Gilon è in costante dialogo con le forme della cultura popolare, da quelle tradizionali della mitologia classica alle espressioni più contemporanee delle sottoculture giovanili.

Tra le collaborazioni sviluppate da Naomi Gilon negli ultimi anni, si possono citare i marchi di moda Marc Jacobs, con il quale ha reinventato alcune iconiche borse del marchio di moda americano, e Han Kjøbenhavn, con il quale ha realizzato un abito divenuto virale dopo esser stato indossato dall’attrice Julia Fox alla festa degli Oscar. L’immaginario di riferimento è legato all’ibridazione uomo-animale tipica della narrativa fantastica, dalla letteratura speculativa al cinema horror, in cui l’incontro del corpo umano con la natura selvatica rappresenta il recupero di energie sotterranee legate all’inconscio collettivo. In particolare, sono tipiche di Naomi Gilon le forme delle mani o dei piedi che si trasformano in zampe dotate di artigli, espressione di un’aggressività animale che viene simbolicamente reintegrata e addomesticata fino a divenire attraente per via delle forme sinuose e dei colori accattivanti, ottenendo così una nuova armonia tra civiltà ed istinto che passa dalla sensualità della materia.

Nelle opere di Naomi Gilon l’immaginario gotico incontra la fluidità post-internet in un ironico mash-up in cui la dimensione fantastica entra nella quotidianità anche attraverso oggetti d’uso, avvicinandosi al design e alla moda ma conservando l’unicità del pezzo unico. Ulteriori informazioni via email.

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 03/02/2023 alle ore 17:58.

Potrebbe interessarti anche: Body Worlds: il ritmo della vita, fino al 29 gennaio 2023 , Macchu Picchu e gli Imperi d’oro del Perù: 3000 anni di civiltà dalle origini agli Inca, mostra - L'Anno del Perù, fino al 19 febbraio 2023 , Neons Corridors Rooms, mostra di Bruce Nauman, fino al 26 febbraio 2023 , Museum of Dreamers, percorso emozionale con 15 installazioni immersive, fino al 27 marzo 2023

Fotogallery

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

La nostra azienda nel corso del 2022 a fronte della domanda di agevolazione presentata in data 05/08/2020 a valere sull’Azione 3.1.1 "Covid19" del POR FESR 2014-2020 ha ricevuto il sostegno finanziario dell’Unione Europea per la realizzazione di un programma di investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale "Covid19 – Adeguamento processi produttivi delle PMI"