Lo schermo bianco: opere d’arte e nuovi spazi espositivi dagli anni Cinquanta ad oggi - Milano

Lo schermo bianco: opere d’arte e nuovi spazi espositivi dagli anni Cinquanta ad oggi - Fondazione Luigi Rovati - Milano

18/11/2022

Fino a giovedì 15 dicembre 2022

Ore 18:00

Milano - Dal 16 novembre al 15 dicembre 2022 riprendono i dialoghi della Fondazione Luigi Rovati di Milano con il ciclo Lo schermo bianco: opere d’arte e nuovi spazi espositivi dagli anni Cinquanta ad oggi, a cura di Fondazione Federico Zeri e Associazione Amici di Federico Zeri.

Milano - Dopo la Seconda Guerra Mondiale molti musei italiani cambiano volto: il razionalismo architettonico immerge le opere d’arte in una nuova luce e in nuovi spazi. Geometrie minimal, sfondi chiarissimi e pannelli mobili modificano la percezione degli oggetti, della loro forma e del loro colore. Le direttrici e i direttori dei musei degli anni Cinquanta decidono le forme che avrebbero caratterizzato nei decenni successivi pinacoteche e gallerie. La collaborazione tra architetti e storici dell’arte è intensa, ma non è sempre facile: emerge la preoccupazione che l’architettura prenda il centro della scena e confini le opere in secondo piano. Nei dialoghi, modelli e personalità di quegli anni - dall’esperienza di Fernanda Wittgens ai palazzi genovesi Bianco e Rosso rivisitati da Franco Albini, alla visione innovativa di Carlo Scarpa - si confrontano con modelli e personalità attuali.

Milano - Di seguito il programma dei dialoghi, tutti con inizio alle ore 18.00 presso la Sala Conferenze della Fondazione Luigi Rovati e a ingresso gratuito fino a esaurimento posti (per info e prenotazioni 02 38273001).

  • Mercoledì 16 novembre - Fernanda Wittgens: Brera 1950, con Giovanna Ginex (storica dell’arte e curatrice) e Marcello Calogero (Fondazione Federico Zeri)
  • Mercoledì 23 novembre - Palazzo Bianco / Palazzo Rosso: Caterina Marcenaro, Franco Albini e Franca Helg per i musei di Genova, con Raffaella Fontanarossa (storica dell’arte) e Giovanna Forlanelli (Fondazione Luigi Rovati)
  • Mercoledì 30 novembre - Una prospettiva di gusto del nostro tempo: gli architetti e le mostre, guardando a Carlo Scarpa, con Guido Beltramini (Centro internazionale di studi di architettura Andrea Palladio) e Salvatore Settis (archeologo e storico dell’arte)
  • Giovedì 15 dicembre - Frick Madison: un allestimento in veste brutalista per la Frick Collection di New York, con Giulio Dalvit (The Frick Collection) e Annalisa Zanni (Museo Poldi Pezzoli)

Questo evento è stato aggiornato con nuove informazioni il 27/01/2023 alle ore 03:06.

Potrebbe interessarti anche: Book Pride Milano 2023, fiera nazionale dell’editoria indipendente con ospiti ed eventi, dal 10 marzo al 12 marzo 2023 , Scrittrici dell'altro mondo, incontri letterari sulle autrici del Novecento, fino al 25 maggio 2023 , Maurizio Molinari presenta il libro Il ritorno degli imperi: come la guerra in Ucraina ha stravolto l'ordine globale, 27 gennaio 2023 , Graphic Design Lectures: incontri con progettisti e studi grafici italiani, fino al 30 novembre 2023

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.

La nostra azienda nel corso del 2022 a fronte della domanda di agevolazione presentata in data 05/08/2020 a valere sull’Azione 3.1.1 "Covid19" del POR FESR 2014-2020 ha ricevuto il sostegno finanziario dell’Unione Europea per la realizzazione di un programma di investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale "Covid19 – Adeguamento processi produttivi delle PMI"