Morphology, mostra di Antonio Barrese - Milano

Morphology, mostra di Antonio Barrese

13/05/2022

Da sabato 4 giugno a domenica 11 settembre 2022

CalendarioDate, orari e biglietti

Milano - Dal 5 giugno all'11 settembre 2022 presso la Fondazione Sozzani di Milano (corso Como 10) è aperta al pubblico la mostra Morphology, a cura di Stefania Gaudiosi, che presenta un saggio dell’intero lavoro di Antonio Barrese (Milano, 1945), le cui ricerche fondono arte, progetto, tecnologia e scienza, in una visione olistica e metadisciplinare.

Milano - Barrese ha esordito giovanissimo come membro del Gruppo Mid (Mutamento Immagine Dimensione), fondato a Milano nel 1965 e, nel tempo, si è dedicato con pari intensità all’arte cinetica, al design, alla narrativa visuale, alla didattica, alla teoria dell’arte e del progetto, alle ricerche morfologiche, alla fotografia e al cinema sperimentale. Questo incessante lavoro ha condotto Barrese molto lontano dalle ricerche iniziali, distillando nel tempo un personalissimo linguaggio espressivo, con tratti caratteristici unici.

Milano - La sua è una ricerca esemplare; oltre cinquecento sono le mostre dedicate al suo lavoro in gallerie d’arte e musei, in Italia e all’estero; tanti i riconoscimenti ottenuti come designer, tra cui tre Compassi d’Oro. Ricca è, inoltre, la produzione teorica e l’attività saggistica e pubblicistica. Stefania Gaudiosi, curatrice della mostra, ha unificato questo lavoro, per conferirgli il valore emblematico che gli compete nel panorama della contemporaneità.

Il focus della mostra è, in particolare, la produzione di Immagini, frutto di una complessa interazione tra oggetti cinetici e dispositivi di ripresa, che permette di rappresentare ciò che lo sguardo umano non percepisce e che resterebbe estraneo alla conoscenza. Si tratta di una ricerca che Barrese definisce di genetica meta-linguistica e che riguarda la genesi stessa della forma, nella convinzione che quest’ultima sia, infine, il più alto dei contenuti e che determini le strutture linguistiche di un mondo ancora inesplorato, del «mondo che sta per essere» e che l’arte avvera. Iniziata nel 1965 con la ricca serie di Immagini Sintetiche, attraverso varie evoluzioni, questa ricerca si è sviluppata fino a oggi, con la realizzazione delle attuali Morphology Images

La mostra presenta, dunque, il complesso di opere recenti, ponendolo in dialogo con le ricerche precedenti e con la globalità del suo lavoro, che si configura nel complesso come corollario di una indiscriminata, estesa e febbrile ricerca formale. È significativo che la mostra sia ospitata a Milano - città natale di Barrese, ma anche di Bruno Munari e di Enzo Mari, non a caso suoi amici e punti di riferimento - in una sede prestigiosa come la Fondazione Sozzani, che da sempre propone un’idea di cultura fondata sulla libera contaminazione dei linguaggi.

L'inaugurazione è fissata per sabato 4 giugno dalle 15.00 alle 20.00; la mostra è poi visitabile fino a domenica 11 settembre, tutti i giorni dalle 10.30 alle 19.00. Biglietto 6 euro (ridotto 3 euro) solo sabato e domenica. Per info 02 29004177.

Potrebbe interessarti anche: Sotto il cielo di Nut: Egitto divino, mostra, fino al 29 maggio 2022 , The Art of the Brick, mostra di Lego Art, fino al 28 agosto 2022 , The World of Banksy-Milano - The Immersive Experience, fino al 29 maggio 2022 , Nests in Milan, mostra di Tadashi Kawamata, fino al 23 luglio 2022

Scopri cosa fare oggi a Milano consultando la nostra agenda eventi.
Hai programmi per il fine settimana? Scopri gli eventi del weekend a Milano.